Keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
3 ore
Renzetti "flashato" a 177 km/h: «Ero arrabbiato con l'arbitro»
Il presidente dei bianconeri ha calcato un po' troppo il piede sulla A13 rientrando da una partita fuori casa: «Non pensavo la mia Golf fosse così potente»
CANTONE
4 ore
Merlini: «C'è desiderio di cambiamento, e va rispettato»
Dopo l'odierna sconfitta, il candidato PLR intende ritirarsi dalla politica: «Ora ho più tempo per la mia attività professionale»
CANTONE
6 ore
La bucalettere strabocca: «Avrei potuto rubare diverse schede»
Molte persone aspettano l’ultimo momento per imbucare la busta del voto per corrispondenza. Un’abitudine che però può creare qualche problema...
CANTONE
6 ore
Carobbio: «La mia elezione? Un segnale per l’uguaglianza di genere»
Per la prima volta una donna rappresenterà il Ticino al Consiglio degli Stati
BELLINZONA
7 ore
Un furgoncino "social" nella capitale
Obiettivo del Social Truck: creare legami tra i giovani e favorire la creazione di ponti nei rapporti dei giovani con gli abitanti.
STABIO
7 ore
Esame superato, ecco i nuovo cavalieri
Si sono svolti con successo gli esami di equitazione alla Scuderia Happy Hours di Stabio
CANTONE
7 ore
«Nessuna guerra con la Carobbio, troveremo accordi»
Un esponente dell’UDC e una del PS andranno d’accordo insieme al Consiglio degli Stati? Marco Chiesa: «Certamente sull’aumento dei premi casse malati troveremo soluzioni convergenti»
CANTONE
8 ore
Neve sull'A2, «lunghi ritardi» verso nord
Spazzaneve in azione sul posto. Disagi alla circolazione in entrambe le direzioni
LOSTALLO (GR)
8 ore
Un nuovo Municipio per Lostallo
A partire dall'anno prossimo nell'esecutivo siederanno due volti nuovi: Moreno Monticelli e Filipe Ferreira Carneiro
CANTONE
9 ore
Piero Marchesi e Bruno Storni vanno a Berna
Sono loro i primi subentranti di Marco Chiesa e Marina Carobbio
CANTONE
9 ore
Lombardi: «Sapevo che col ticket avrei rischiato»
La reazione dell’ormai ex senatore PPD ticinese dopo la sua mancata rielezione
CANTONE
10 ore
Giovanni Merlini lascia la politica
Il candidato del PLR non è riuscito a conservare il seggio lasciato vacante da Fabio Abate. Caprara: «Mi assumo la responsabilità di questo risultato»
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 ore
Carobbio festeggia con "Bella Ciao". Eletto Chiesa, fuori Lombardi
Il candidato UDC/Lega ha battuto nettamente gli sfidanti. Alle sue spalle è stato testa a testa fino all'ultimo. Alla fine per 45 voti la candidata del PS l'ha spuntata sull'uscente del PPD
FOTO
MENDRISIO
12 ore
Veicolo capovolto in autostrada, ferito il conducente
L'incidente, avvenuto poco prima di mezzogiorno, ha causato diversi disagi al traffico
CANTONE
13 ore
A tu per tu coi futuri agenti: «L'uso dell'arma è l'ultima ratio»
Il consigliere di Stato Norman Gobbi ha incontrato gli aspiranti che stanno seguendo la formazione
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
«Anche la Nazionale si dimentica l'italiano»
Il Forum per l’italiano in Svizzera è deluso e scrive all'Associazione svizzera di calcio: «Alla partita di venerdì nessuna traccia della nostra lingua»
CANTONE
16.10.2019 - 18:540

Fondazione Ticino Cuore, tasso di sopravvivenza da record

Il tasso di sopravvivenza dei pazienti colpiti da arresto cardiaco nel nostro cantone ha toccato valori mai raggiunti. E dal prossimo anno, istituito un nuovo premio alla ricerca

LUGANO - La Fondazione Ticino Cuore è ormai una realtà ben consolidata nel panorama sanitario del nostro territorio. Istituita dalla Federazione Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanze (FCTSA) e dal Cardiocentro Ticino, ha l'obiettivo di favorire un intervento tempestivo in caso di arresto cardiaco improvviso (ACI). Nel nostro cantone, questa patologia colpisce ogni anno circa 320-350 persone, a prescindere dall'età e dallo stato di salute. In caso di emergenza, il paziente deve essere sottoposto a rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione entro cinque minuti, al fine di garantire un minimo di perfusione del muscolo cardiaco e del cervello negli istanti che precedono l'arrivo dell'ambulanza. Al trascorrere di ogni ulteriore minuto, si riduce del 10% la probabilità di successo della rianimazione e la garanzia di una buona qualità di vita futura.

Eccellenza ticinese - In quasi quindici anni, le attività di Ticino Cuore hanno consentito di innalzare progressivamente il tasso di sopravvivenza di chi è vittima di ACI, passando dal 25% del 2005 al 60% dello scorso anno, una percentuale mai toccata prima. Si tratta di un risultato di assoluta eccellenza che fa del canton Ticino una delle zone con le più alte possibilità di sopravvivenza al mondo: è infatti molto al di sopra del 15-25% che si registra nel resto della Svizzera e più in generale in Europa, come rivelano i dati della letteratura scientifica nazionale e internazionale.

Cambio al vertice - La Fondazione Ticino Cuore ha inoltre annunciato un cambio ai suoi vertici. Il Dr. med. Romano Mauri, lascia la presidenza dopo esserne stato alla guida fin dalla sua istituzione, nel 2005. A lui subentra l'attuale vice-presidente Dr. med. Alessandro Del Bufalo, promotore, già nel 2001, di una prima mozione parlamentare in Gran Consiglio ticinese che ha gettato le basi per la nascita del progetto di Ticino Cuore.

Le attività di Ticino Cuore si basano su una serie di interventi in ambito territoriale e formativo, iniziati nel 2005 e che sono tuttora in divenire.

Defibrillatori - Sul territorio cantonale è stata creata una rete capillare di defibrillatori pubblici, la cui gestione è coordinata da Ticino Soccorso 144. Ne sono stati installati, ad oggi, oltre 1200 nei punti strategici dei nostri comuni, come ad esempio centri sportivi, scuole, uffici pubblici e aziende private; sono inoltre in dotazione di tutti i partner istituzionali dell'urgenza, fra cui Polizia, Pompieri e Guardie di Confine. Tali apparecchiature sono a disposizione dei cittadini che, trovandosi in presenza di un evento di ACI, possono utilizzarle per praticare le prime manovre salvavita. Per identificare i luoghi più idonei al posizionamento dei defibrillatori pubblici, la Fondazione Ticino Cuore si avvale del registro cantonale per l’arresto cardiaco extraospedaliero (TIRECA), che attualmente è l'unico di questo tipo nell'intera Svizzera.

First Responder - Dal punto di vista formativo, fondamentale la frequenza di un corso di 4 ore in cui si apprendono le modalità per riconoscere un arresto cardiaco, insieme alle tecniche di rianimazione cardiopolmonare (BLS - Basic Life Support) e di defibrillazione (DAE - Defibrillatore Automatico Esterno); vengono inoltre date indicazioni per allarmare correttamente i soccorsi. Con il superamento del test finale, i partecipanti ottengono la certificazione BLS/DAE. Coloro che terminano con successo il percorso formativo, possono poi diventare First Responder, rendendosi disponibili a intervenire immediatamente nell'emergenza. Al verificarsi di un arresto cardiaco, ricevono da Ticino Soccorso 144 un messaggio "push" istantaneo sul loro smartphone, nel quale viene indicato il luogo esatto e i minuti necessari all’ambulanza per giungere sul luogo dell'evento. Se un First Responder può raggiungere il paziente in minor tempo, risponde alla chiamata e si attiva immediatamente. Attualmente la rete ticinese di First Responder è formata da oltre 4000 cittadini adeguatamente formati ad affrontare tempestivamente questo genere di emergenze.

Cavaliere del Cuore - La Fondazione promuove inoltre ogni anno il premio “Cavaliere del Cuore”. Tale riconoscimento, giunto alla sua dodicesima edizione, viene assegnato a tutti coloro che sono prontamente intervenuti in una situazione di arresto cardiaco nel corso dell'anno precedente. Nella cerimonia di premiazione vengono formalmente ringraziate le persone, le strutture e le istituzioni che hanno dato il loro concreto supporto e in particolare a coloro che, con grande senso di responsabilità e generosità, si sono attivati nella pratica della rianimazione cardiopolmonare. Vi prendono parte anche alcuni ex-pazienti che consegnano di persona il riconoscimento ai loro “salvatori”.

Un premio alla ricerca - Per il prossimo anno, la Fondazione ha indetto la prima edizione del Premio Ticino Cuore. Il premio è rivolto alle persone e istituzioni che hanno realizzato studi scientifici, ricerche, iniziative o progetti volti al miglioramento della sopravvivenza e/o della qualità di vita di chi è colpito da un evento cardiaco acuto, con particolare riguardo alla tematica dell’arresto cardiaco improvviso. I lavori partecipanti, sottoposti al giudizio di una Commissione istituita dal Consiglio di Fondazione, devono essere stati realizzati sul territorio del Canton Ticino. In caso di attività che prevedono un coinvolgimento di figure operanti al di fuori dei confini cantonali, devono essere presenti tra gli autori anche soggetti del nostro territorio.

L’ammontare totale del premio è di CHF 1’500 e potrà essere assegnato a un unico vincitore oppure ripartito tra più candidati ritenuti meritevoli.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 00:52:02 | 91.208.130.86