Tipress
CANTONE
22.07.2019 - 07:310
Aggiornamento : 12:30

Ogni giorno un ticinese viene colpito da clamidia

Sono 182 i casi dall'inizio dell'anno. Il medico cantonale: «La diagnosi precoce è importante, così come sottoporsi a trattamento»

BELLINZONA - Clamidia e gonorrea sono attualmente le malattie sessualmente trasmissibili più frequenti in Ticino. Da gennaio a oggi sono 182 i casi di infezioni da clamidia, pari a uno al giorno. Sono stati 36 quelli di gonorrea. Nel 2018 se ne contano rispettivamente 465 e 83. Stabili i casi di sifilide (40 nel 2018, 23 negli ultimi sei mesi). Mentre sono “solo” tre i casi dichiarati di HIV finora nel 2019, in costante calo dopo il record del 2016 (erano 26 tre anni fa, 17 nel 2017, 16 nel 2018).

Il preservativo viene indossato per evitare la gravidanza, dimenticando spesso le malattie. Così ogni giorno nel mondo più di un milione di persone tra i 15 e 49 anni rimangono contagiate da infezioni sessualmente trasmissibili curabili (dati Organizzazione mondiale della sanità). Eppure si tratta di malattie da cui è possibile proteggersi.

Come mai, allora, nonostante le mille campagne di sensibilizzazione c'è ancora un alto livello di contrazione?

Lo abbiamo chiesto a Giorgio Merlani, medico cantonale. «Non esiste una spiegazione semplice al fenomeno - spiega -, possiamo immaginare che le persone corrano più rischi o abbiano più partner sessuali. È però anche vero che le tecniche di screening sono oggi molto più efficaci e sensibili e quindi sfuggono meno casi» rispetto al passato.

Che siano, in questo periodo, viaggi e vacanze “esotiche” a facilitare i rapporti occasionali e il contagio? In realtà «non ci sono dati» che possano avvalorare questa conclusione, ma l’educazione sulla salute sessuale e le campagne di sensibilizzazione possono aiutare a capire (o ricordare) quali sono i comportamenti a rischio e come proteggersi, ma anche «come riconoscere le diverse malattie, perché è importante eseguire i test per una diagnosi precoce e altresì sottoporsi a un trattamento».  

C’è un modo per aiutare la gente a non sottovalutare queste malattie? «Continuando con l’educazione sulla salute sessuale e le campagne di sensibilizzazione a livello cantonale e federale» conclude Merlani. Su lovelife.ch è ad esempio possibile eseguire un test per scoprire come proteggersi grazie a dei consigli specifici per la propria sessualità. «L’importante è che se ne parli, ogni informazione seria contribuisce alla prevenzione».

Secondo i dati dell'Oms, nel 2016 nel mondo ci sono stati 127 milioni di nuovi casi di clamidia (l'anno successivo in Svizzera 11'101), 87 milioni di gonorrea (2'809 rossocrociati), 6,5 milioni di sifilide (754 qui) e 157 milioni di trichomoniasi. In media, circa una persona su 25 nel mondo ha almeno una di queste malattie, in alcuni casi più di una contemporaneamente.

Commenti
 
Equalizer 2 mesi fa su tio
L'igiene intima, questa sconosciuta... Mondo di brozzoni, puliscono le tastiere, ma non lavano le mani dopo i bisogni, figuriamoci le parti intime.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
La clamidia è un’infezione subdola perché non dà manifestazioni evidenti e spesso non viene riconosciuta da chi ne è colpito. Per questo viene trasmessa con maggiore facilità. Può causare gravi problemi. È molto importante essere informati.
anndo76 2 mesi fa su tio
sono infezioni batteriche che esistono dalla notte dei tempi....credo che oggi, a differenza di prima, basterebbe evitare ( sia uomini che donne ) di passare facilmente da un letto all'altro ( corna x essere chiari ) e curare di piu' l'igiene intima. Se si demoizza chi fara' figli tra gommini, maschere e guanti ? mi aembra che i nostri genitori ci hanno messo al mondo no ? e non e' mai morto nessuno. Oggi troppo sesso libero e scontato, a differenza di prima, con la conseguenza di espandere maggiormente questo tipo di infezioni...
Akın Şeker 2 mesi fa su fb
Che figata apocalittica
Akın Şeker 2 mesi fa su fb
Che figata apocalittica
Mirko Maffioli 2 mesi fa su fb
4 anni...4 anni e mezzo che vado nei night..mai un raffreddore..mai nulla..basta prendere le giuste precauzioni!
Rossana Cattel 2 mesi fa su fb
Andrea D'Ambrosio 2 mesi fa su fb
il problema son le troie. E non quelle che stanno a Grancia! 😂
Francesco Ciannella 2 mesi fa su fb
Andrea D'Ambrosio perle di saggezza
Nico Etter 2 mesi fa su fb
Attenzione Alen!
Lorenzo Pozzi 2 mesi fa su fb
Un oceano di infettati...
Carmen Carrozza 2 mesi fa su fb
Nzivate!😁
Grazia Aurora Ceroli 2 mesi fa su fb
L' educazione sessuale è ancora un grande Tabù...a tutti ' i santi' che hanno commentato e che sono così istruiti, dico solo , se vi foste informati bene avreste letto che non è una questione di ' bidet'... ma la cosa è un pò più complicata. Se c' è una manifestazione così alta di contagio vuol dire che le tante 'campagne 'non hanno raggiunto a sufficenza le aspettative. Nei colloqui con i miei pazienti mi accorgo sempre più di come una giusta e chiara informazione a tu per tu porti ottimi risultati . I pregiudizie e le condanne non hanno mai portato a niente. Per informazione...il preservativo deve essere usato anche oralmente. I batteri della gonorrea (ecc.) possono essere presenti anche nella gola e il paziente può non avere alcun sintomo. È veramente un peccato leggere certe commenti... Parlare di amore e sesso aiuterebbe di più i lettori a capire ed a esprimere le propie insicurezze.
Michele Dotta 2 mesi fa su fb
qualche protezione in più magari? e magari lavarsi meglio? ai miei tempi non succedevano queste cose ....
Vignette bregagliotte 2 mesi fa su fb
Michele Dotta oppure suonando l’oboe 🤔 non dovrebbe essere pericoloso
Fabiano Frioni 2 mesi fa su fb
Finché “infilano” a destra e ammanca... cani e porci... ecco i risultati.... chissà perché una volta non era così....🤷🏻‍♂️
Michela Canova 2 mesi fa su fb
Fabiano Frioni 😂😂😂 era ben peggio
Nunzia Conte Iorio 2 mesi fa su fb
nordico 2 mesi fa su tio
L'appetito sessuale è all'origine delle malattie sessualmente trasmissibili. L'appetito della tavola è all'origine di molti disturbi e di molte malattie che certamente sono sempre esistiti ma non ai livelli attuali. E i fabbricanti di certi prodotti non propagano certamente il loro segreti di produzione ma ci fanno comperare molte .... squisitezze .... che loro probabilmente non mangiano. Eccone alcune: L'olio di argan ottenuto con gli escrementi di capre che hanno mangiato olive. Il caffè Kopi Luwak ottenuto da feci di zibetti che mangiano bacche di caffè. Il caffè Black Ivory ricavato da feci di elefante. Un thè indiano ricavato da farfalle spremute che hanno mangiato foglie di thè. Il formaggio sardo casumarzu ottenuto da mosche casearie che depositano uova nell'impasto, le quali una volta divenute larve scavano nel formaggio rendendolo cremoso. L'hákarl, l'alimento nazionale finlandese fatto con carne di squalo fermentato. L'haggis scozzese fatto con stomaco di pecora. Il black pudding inglese fatto con sangue e strutto di maiale. Senza parlare di wurstel e compagnia bella. Mi fermo qui per non sentirmi mancare ......
miba 2 mesi fa su tio
@nordico Ma sono tutte specialità! Chi le apprezza e chi no. Cosa centra con chi va a prendersi sifilide, gonorrea & Co. ??
Max1 2 mesi fa su tio
@nordico Ok ok la terra è piatta ma non c’entra con la prevenzione di malattie trasmissibili ...ognuno mangia ciò che crede ma a livello sessuale bisogna dire le cose come stanno Ads non è stato debellato e si muore ancora e ancora viene trasmesso anche in Ticino
Max1 2 mesi fa su tio
Mah... noi ragazzi degli anni80 siamo stati tempestati da informazioni sulle malattie trasmesse sessualmente... nasceva Ads E eravamo davvero informati su tutto... ho due figli sui 20 anni e ho insegnato loro quello che avevo imparato nell80 Ho solo l’ Impressione che si sia ... come dire... tolta la paura alle malattie visto le possibili cure o il possibile conviverci (non guarire) Credo che una campagna di informazione per dire che Ads è altre malattie ti cambiano in peggio la vita per sempre ci stia ancora Ads è mortale oggi come allora Forse l’ Informazione è lasciata troppo a internet e alla possibilità di informarsi da soli
Tarık Demircan 2 mesi fa su fb
Durex
Lonely Cat 2 mesi fa su tio
È bravo a fare il finto tonto il medico cantonale.
Jimmy Meier 2 mesi fa su fb
Certo che pensare che droga, alcool e giovani siano legate alla trasmissione di certe malattie è da idioti. Avendo lavorato 3 anni in un reparto di malattie infettive ho visto di tutto, dal 18enne universitario alla casalinga 60enne. Il profilo medio di una persona con una malattia a trasmissione sessuale è uomo , eterossesuale di 39 anni. I giovani d'oggi sono più resposabili di certi "machos" 50enni che portano a casa certi regalini alle mogli,perchè il preservativo gli fa schifo.
Juljan Sula 2 mesi fa su fb
Tromba fin che puoi ma ricordati di protegerti dall brufolo.
Sarah Spinaci 2 mesi fa su fb
Zozzi lavatevi e usate il condom
Aldo Bi 2 mesi fa su fb
Mai sentito parlare di preservativi?
Dea Germanier 2 mesi fa su fb
Che schifo!!
Dog4life 2 mesi fa su tio
Mi pare impossibile... tutti questi ticinesi frustrati, nonostante scopano ?
Sal Vi 2 mesi fa su fb
Droga e alcol sono la rovina dei giovani
Sonny Carta 2 mesi fa su fb
Smentisco energicamente
Sal Vi 2 mesi fa su fb
Sonny Carta se smentisci annuisci
Alex Corti 2 mesi fa su fb
Non diciamo fesserie , l ' età media di un' alcolista ė di 48 anni per gli uomini e 54 per le donne.
Sal Vi 2 mesi fa su fb
Alex fatti un bel pisolino
Ade Gheiz 2 mesi fa su fb
Per forza. Oggettivamente parlando, il sesso con il preservativo non è proprio il massimo
miba 2 mesi fa su tio
All'appello manca la sifilide. Quali sono le categorie più a rischio? Da forse fastidio a qualcuno e/o alle associazioni LGTB dire chiaramente come sono le cifre? Manca inoltre il riferimento che queste malattie sono assunte dalle casse malati, cioè finanziate da tutti.....
Frankeat 2 mesi fa su tio
@miba No, non manca all'appello. E' citata nell'articolo.
anndo76 2 mesi fa su tio
@miba sono normalissime infezioni ( con cui il corpo convive da milioni di anni ) magari curare meglio l'igene intima no ? s si continua a demonizzare anche per fare nascere bimbi non si trombera' piu ?? mi sembra pura follia...non credo che i nostri genitori usassero tutti i c....i di oggi no ? eppure non sono morti per una trombata !!
curzio 2 mesi fa su tio
@miba Urca... anche il complotto delle associazioni LGBT che nascondono le cifre! I bravi etero che vanno nei paesi asiatici... o nei bordelli nostrani facciamo finta che non esistono!
miba 2 mesi fa su tio
@curzio Nessun complotto, semplicemente l'OMS rende attenti (veramente non dall'altro ieri...) sull'incremento PREOCCUPANTE delle malattie veneree tra gli omosessuali. Leggi, informati, pensa prima di postare nei blog così eviti di fare brutte figure
curzio 2 mesi fa su tio
@miba Prima di scrivere affermazioni subdole, dovresti visitare qualche sito delle associazioni LGBT per renderti conto che sono le prime a fare informazione e prevenzione delle mattie trasmissibili sessualmente. Non è la prima volta che esprimi il tuo disprezzo sulla comunità LGBT. Sei forse omofobo? Per quanto riguarda il tuo invito a informarmi.. non è certo un individuo che si abbevera dai siti complottari che deve venirmi a insegnare le cose!
miba 2 mesi fa su tio
@anndo76 Hai ragione, ma io avevo scritto un'altra cosa e cioè che (secondo l'OMS) il tasso di queste malattie è molto più elevato tra gli omosessuali che non tra gli eterosessuali, che sono malattie evitabili e che quindi non è giusto che la collettività paghi (alias costi della salute/premi, ecc)
matteo2006 2 mesi fa su tio
@miba Gli omosessuali si divertono di più degli etero bigotti casa chiesa.... vero potrebbero farlo guardando alla loro salute e del partner. :-)
curzio 2 mesi fa su tio
@miba La collettività paga anche i costi della salute per gli infortuni da sport estremi, dell'alcool, del tabacco, dell'obesità... quindi non vedo perchè gli omosessuali dovrebbero essere esclusi dai benefici del sistema sanitario collettivo.
anndo76 2 mesi fa su tio
che bel futuro abbiamo creato....si respira con le maschere e si scop.a con il preservativo... :-((
marco17 2 mesi fa su tio
@anndo76 Secondo te queste malattie sarebbero una novità? Sono vecchie come il mondo.
anndo76 2 mesi fa su tio
@marco17 appunto ! e non e' mai morto nessuno, anzi si procreava ! ma oggi magari lavarsi e non demonizzare ogni cavolata no ?
Markoo Simanic 2 mesi fa su fb
Cambia "marca"
Davide Merlo 2 mesi fa su fb
“Ma a cosa serve il bidet???” Semi cit.
Valerio Castellani 2 mesi fa su fb
Mah sarà perché pensano ai calzini 🧦 ne manca sempre uno 👁👁🌳🌳🌳🌳🌳🌳🌳
Pepperos 2 mesi fa su tio
Appunto, il Mio medico ,mi ha informato, che idati a livello nazionale sono d'allarme.
Alessandro Milani 2 mesi fa su fb
Copritelo l'acquilotto....
Maxy70 2 mesi fa su tio
Da non credere... a certi campioni il preservativo dovrebbe essere infilato sulla testa!!!
Maurizio Roggero 2 mesi fa su fb
Con le bestie che girano in questo cantone è un risultato più che positivo...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-22 15:02:34 | 91.208.130.86