ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
40 min
Scuole comunali e spazi: «Qual è la situazione?»
Un'interrogazione del gruppo Lega / UDC / UDF chiede al Municipio lumi sul presente e il futuro
FOTO
CANTONE
2 ore
Premiato l'Osservatorio ambientale
Assegnato il Premio Möbius, che rende merito a una «bella storia digitale»
FOTO
LUGANO
2 ore
In piazza per dire "no" alle restrizioni anti-Covid
Una manifestazione indetta dagli Amici della Costituzione ha luogo oggi a Lugano
Novazzano
7 ore
Dopo la rapina, l'interrogazione: «Chiudere i valichi secondari di sera»
Lo scorso giovedì è stata effettuato un furto a mano armata in un distributore di benzina
CANTONE
9 ore
Nuova Legge sulla ristorazione: più la mandi giù, più torna Su...ter
In dirittura la nuova Lear che rivoluziona l'accesso alla gerenza: «Servono meno corsi e più solidità finanziaria»
CANTONE
21 ore
Certificato Covid elettronico di nuovo funzionante
«Certificato con firma non valida», è ciò che era apparso a molti, forse a tutti, i detentori del Covid-Pass digitale.
LOCARNO
21 ore
L'intenso anno vissuto dal PS di Locarno
Si è svolta ieri sera l'Assemblea ordinaria della sezione, con all'ordine del giorno anche il rinnovo delle cariche.
LUGANO
21 ore
Sanitari non vaccinati licenziati alla Moncucco, rifiutavano i test
«Chi non si sottopone al vaccino e nemmeno ai test non può lavorare in Clinica», così il direttore Christian Camponovo.
CANTONE
23 ore
Rissa alle Semine, c'è anche una denuncia in polizia
La conferma arriva dal Ministero Pubblico. A depositarla un giocatore finito per tre giorni in ospedale.
CANTONE
23 ore
Camera di commercio riunita in assemblea
La Cc-Ti ha tenuto oggi all'Espocentro la sua 104esima Assemblea generale ordinaria.
CANTONE
23 ore
«Preoccupati per il personale sanitario non vaccinato»
L'Associazione dei Comuni in ambito socio-sanitario lancia un grido d'allarme: «Proteggiamo chi è più vulnerabile».
CANTONE
23 ore
Si aprono oggi le porte dello Swiss Virtual Expo
Sono già diversi gli eventi in programma nelle prossime settimane
CANTONE
23 ore
Cinque sindaci, un orizzonte unico
Progetto Ticino 2020: dialogo e collaborazione sono le parole chiave per le cinque maggiori città ticinesi
BELLINZONA
1 gior
«Troppe macchine, non date la colpa ai cantieri»
Eugenio Sapia, portavoce dell'USTRA, è stato ospite di Piazza Ticino. Guarda la video intervista.
LUGANO
19.06.2019 - 08:330
Aggiornamento : 10:38

Per reggere l’esame, mi “sparo” un energy drink

Bevande stimolanti ancora sotto accusa dopo recenti studi americani. Il video tra gli studenti universitari ticinesi. E il parere di due specialisti

LUGANO – L’ultimo appello arriva dagli Stati Uniti. Gli studi pubblicati sull’American Journal of Preventive Medicine e sul Journal of the America Heart Association sollevano più di un dubbio. Gli energy drink sono di nuovo sotto accusa. A causa, in particolare delle sostanze contenute nelle bevande e degli effetti negativi sulla salute. Il tema è caldo soprattutto in un periodo che, per antonomasia, è dedicato agli esami scolastici. «Sappiamo che gli studenti ne fanno un uso piuttosto frequente – evidenzia Dario Gennari, coordinatore di Ingrado – anche se di dati ufficiali non ne abbiamo».

Nei corridoi dell’USI – Tio/20minuti si è recato con microfono e telecamera nei corridoi dell’Università della Svizzera italiana. Parlando con gli studenti, sono emerse tesi contrastanti. C’è chi si dichiara grande consumatore di energy drink. Ma anche chi li ripudia. Altri non ne amano il gusto. Chi ne fa ricorso, lo fa in particolare per restare sveglio e attivo in un momento di forte stress.

Invito alla moderazione – «Se proprio ne devono fare uso – evidenzia il professor Alessandro Ceschi, direttore medico e scientifico dell’Istituto di scienze farmacologiche della Svizzera italiana (EOC) – che sia perlomeno moderato. E se qualcuno ha già problemi al cuore, eviti assolutamente queste bevande».

Arrivano i primi divieti – In Svizzera la sensibilità verso la tematica sta crescendo. Qualche mese fa la catena commerciale Spar ha introdotto un limite di età per la vendita degli energy drink. Niente Red Bull e affini per chi ha meno di quattordici anni. Una misura valida per tutte le bevande con più di 150 milligrammi di caffeina per litro. Altri colossi della grande distribuzione potrebbero fare altrettanto in futuro.

Alta concentrazione di caffeina – «Il problema sta proprio negli ingredienti come la caffeina, e nella loro concentrazione – illustra Ceschi – di energy drink sul mercato ce ne sono tantissimi. E la concentrazione di determinate sostanze varia da prodotto a prodotto».

Conseguenze sulla salute – Si dice che un adulto sano possa tollerare senza problemi quattrocento milligrammi di caffeina al giorno. «È chiaro – riprende il medico – che se uno beve due energy drink ad alta concentrazione di caffeina va già oltre questa soglia. Con conseguenze che possono variare dall’insonnia all’aumento della pressione arteriosa. Nei casi più gravi si può anche arrivare ad aritmie, ischemie cardiache o crisi epilettiche».

Il mix con l’alcol – Non è solo una questione di caffeina. Destano preoccupazione anche il guaranà e la taurina, così come la forte presenza di zuccheri in queste bibite. «Senza contare – riprende Ceschi – chi mescola gli energy drink agli alcolici. Con effetti collaterali potenzialmente pericolosi per la salute. Si tratta di un fenomeno in crescita».

Più trasparenza – I ricercatori americani auspicherebbero maggiore trasparenza da parte dei produttori di energy drink. Ad esempio, introducendo l’obbligo di indicare la quantità di caffeina su tutti i prodotti (alcuni, pare, non ce l’abbiano). Oppure, definendo meglio i valori massimi delle varie sostanze.

Campanelli d’allarme – «Non direi in ogni caso che in Svizzera siamo di fronte a un’emergenza – precisa Gennari – o che ci sia un boom di persone dipendenti da energy drink. Discutendo con un professionista del sonno, tuttavia, ho avuto modo di constatare che sono in aumento i casi di giovani ticinesi che non dormono bene a causa di queste bevande. Inoltre, dal nostro osservatorio notiamo che ci sono tanti ragazzi che stanno svegli la notte per giocare online. Possiamo ipotizzare che questo sia legato al consumo esagerato di energy drink».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lonely Cat 2 anni fa su tio
Ogni giorno si crea un dramma da una banalità. Una Redbull da 250 ml contiene 80 mg di caffeina, che equivale grosso modo a 2 caffè espresso. La taurina è una sostanza che viene comunque già prodotta dal nostro corpo, che è ben attrezzato per eliminarne gli eventuali eccessi. Lo zucchero è la benzina di ogni nostra cellula e una Redbull ne contiene, in termini di energia, circa 50 kcal, che è un quarantesimo del fabbisogno giornaliero minimo di qualcuno che non fa nessuna attività fisica. Per il resto c’è qualche vitamina del gruppo B, con cui è praticamente impossibile intossicarsi. Quindi, di cosa stiamo parlando? Come sempre è una questione di uso e abuso, che vale anche per le “sanissime” verdure.
F.Netri 2 anni fa su tio
@Lonely Cat Se i "giornalisti" di Tio se ne bevessero una al giorno, forse non scriverebbero simili bischerate!
Lonely Cat 2 anni fa su tio
@F.Netri Ma poi rimarrebbero pochi articoli! :)
skorpio 2 anni fa su tio
Ma perchè non l hanno inventata prima...non avrei bocciato l e maggiori e la commercio...ah no che scemo....sono passato e ho un bel lavoro da 32 anni...ma chissà come avrò fatto senza queste bevande...?? Povera gioventù...
moma 2 anni fa su tio
Fa parte del mondo attuale, virtuale, lontano dalla realtà, molto lontano. Un taglietto sul ditino, dal medico 5 volte. Un piccolo mal di testa, dal medico 5 volte. Un attimo di smarrimento, dallo psicologo 5 volte. Piccoli problemi giornalieri, red bul e altre robe del genere 5 volte. E avanti cosi, finché la barca va.
KilBill65 2 anni fa su tio
Ma che si sparino una bella tisana di camomilla…..Cosi' si danno una calmata!!….
sedelin 2 anni fa su tio
bene, finalmente la stampa informa. io direi che é il caso di vietare la vendita di un lento veleno.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 17:21:08 | 91.208.130.89