deposit/foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
SAN VITTORE (GR)
35 min
Un (altro) brunch con Martullo-Blocher e Chiesa
CANTONE
45 min
Nuovi tagli in vista alla Rsi
COLLINA D'ORO
54 min
Collina d'Oro riceverà il marchio per la Città dell'energia
CAPRIASCA
1 ora
Tre nuove installazioni arricchiscono Artinbosco
CONFINE / CANTONE
1 ora
Agente di sicurezza in Ticino trovato morto dopo la gara di bodybuilding
ROVEREDO (GR)
2 ore
Galleria di San Fedele chiusa oltre un'ora per un incidente
PARADISO
2 ore
Grandi festeggiamenti per i 25 anni della Residenza Paradiso
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Sicurezza a ridosso del confine: «Il problema è tutt'altro che risolto»
CANTONE
2 ore
«Quante sono le donne nei consigli d’amministrazione?»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Uffici postali: «Le richieste del Ticino sono già prese in considerazione»
CANTONE
3 ore
Sono tornate le mezze stagioni
CANTONE
3 ore
Giovani ticinesi pronti a trasferirsi oltre San Gottardo: raccontaci la tua esperienza!
LUGANO
3 ore
Dieci faggi verranno sostituiti per «tutelare la pubblica incolumità»
LUGANO
3 ore
In diecimila per la festa d'apertura del Lac
CANTONE
4 ore
Sostituzione delle luci pista all’aeroporto di Locarno: scatta l'interrogazione
LUGANO
04.03.2019 - 09:000
Aggiornamento : 12:18

Il vino “mafioso” nei ristoranti ticinesi: «Ma nessuno denuncia»

Un clan della 'ndrangheta ha commerciato bottiglie fino al 2017, anche in Ticino. Ma sembrano sparite nel nulla. Parla il produttore calabrese

LUGANO - L'etichetta è scura, con disegnata la sagoma di un contadino. Il nome “Zu Lorenzu” dice poco ai clienti dei ristoranti ticinesi dove la bottiglia è stata venduta fino al 2017. Ma in Calabria “zio Lorenzo” è il capostipite di una nota famiglia 'ndranghetista. I suoi discendenti andranno a processo oggi a Catanzaro: sono accusati – tra molte altre cose – di avere smerciato il vino “mafioso” facendo ai ristoratori delle offerte che «non potevano rifiutare». 

Un milione di bottiglie - Nelle intercettazioni telefoniche gli 'ndranghetisti parlano di «un milione di bottiglie» vendute tra Italia, Svizzera e Germania. E di alcuni viaggi a Chiasso e a Lugano, dove avrebbero «portato un cofano di vino giusto per regalarlo» e per mostrare il prodotto «a uno che lo ha assaggiato».

16 ristoranti - Nelle carte dell'inchiesta visionate da tio/20minuti si parla anche di «sedici locali» controllati dal clan su suolo elvetico. I nomi restano sconosciuti: la Procura federale fa sapere di avere «visionato gli elementi in possesso degli inquirenti italiani» ma precisa di non avere aperto procedimenti. Due enologi ticinesi interpellati affermano di non essersi mai imbattuti nel vino in questione.

Nessuna denuncia - Ma se le bottiglie sono circolate in Ticino, perché nessun ristoratore ha sporto denuncia? Lo chiediamo a Vincenzo Zito, viticoltore di Cirò Marina (Crotone) da poco uscito di prigione. È stato lui a produrre il vino “Zu Lorenzu” per conto del clan, ma secondo i giudici era una vittima e non un complice.

Il racconto del produttore - «Sono venuti nella mia cantina due personaggi con noti precedenti penali, chiedendomi delle forniture di vino da rivendere con una loro etichetta – racconta al telefono –. Ero in una posizione di debolezza, ho accettato a malincuore». Il viticoltore afferma di avere subìto un danno d'immagine ed economico dalla vicenda: «Il vino mi veniva pagato poco e non sempre» dice. «Capisco la situazione dei ristoratori che come me non se la sono sentita di dire di no. A questa gente, di solito, non occorre nemmeno minacciare. E nessuno denuncia». 

Le mani su ristoranti e cantieri - Il discorso, evidentemente, vale anche in Ticino: qui (ma anche in altri Cantoni) la 'ndrangheta è attiva «con l'insediamento di persone o strutture operative con fini di riciclaggio di denaro» e pronta «a cogliere occasioni favorevoli» spiegano dalla Procura federale. La ristorazione è uno dei settori dove i clan «investono di più, in cerca di vantaggi economici o materiali»

Leggi qui il nostro approfondimento sulla mafia in Svizzera

1 anno fa La ‘ndrangheta in Ticino passa tra armi e vino
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 18:29:29 | 91.208.130.89