Keystone
Foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
GAMBAROGNO
4 ore
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
6 ore
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
LUGANO
7 ore
Sebalter per festeggiare il 25esimo anniversario di Apple da Manor
SEMENTINA
7 ore
Associazione dei Contabili-Controller, premiati i neo-diplomati
CANOBBIO
8 ore
Rilasciato l'ex municipale, docente e allenatore accusato di pedofilia
CADENAZZO
9 ore
Tamponamento sull'A2 prima della galleria del Monte Ceneri
CANTONE
10 ore
L'occhio del radar scruta mezzo cantone
MUZZANO
10 ore
I tre sindacati al Corriere: «Ritirate i licenziamenti!»
CANTONE
10 ore
Erosione delle Guardie di confine, il PLR interroga il Governo
CANTONE
11 ore
«Bisogna incentivare i giovani ad usare i mezzi pubblici»
AQUILA
11 ore
Incidente nel nucleo di Aquila
BELLINZONA
11 ore
Giovani in piazza per salvare il clima
CANTONE
12 ore
Due importanti nomine per De Rosa
BELLINZONA
12 ore
«Ci hanno tagliati fuori dal mondo senza preavviso»
LUGANO
12 ore
Appartamenti sussidiati a 400 franchi in più: «Il Municipio lascia fare?»
LUGANO
27.03.2017 - 15:580
Aggiornamento : 28.03.2017 - 16:07

Pride 2018: il Ceresio sarà arcobaleno

Ora è ufficiale. La manifestazione si svolgerà nella città di Lugano dal 30 maggio al 3 giugno del prossimo anno

LUGANO - Ora è ufficiale. Il primo Pride nazionale nella Svizzera italiana si terrà nella città sul Ceresio. Il Municipio della Città di Lugano e organizzatori si sono accordati per lo svolgersi dell’evento.

La settimana della manifestazione inizierà mercoledì 30 maggio per concludersi domenica 3 giugno 2018, la “Pride Week” includerà eventi gratuiti, culturali e di approfondimento sulle tematiche LGBT. Momento centrale della manifestazione sarà la giornata di sabato con la consueta parata dell’orgoglio sul Lungolago di Lugano.

Gli organizzatori della manifestazione, che attirerà persone da tutta la Svizzera e dall’estero, vogliono un Pride che sia «amichevole, confederale, ricco di scambi tra Svizzera italiana e le persone provenienti da fuori, tra persone LGBT e eterosessuali».

Oltre alla Città di Lugano, il comitato organizzatore ha inoltre ringraziato anche le città di Locarno e Bellinzona, che si sono dimostrate accoglienti e aperte sulla possibilità di ospitare il Pride 2018.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-25 03:29:42 | 91.208.130.86