tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 min
Sostegno a più di 130 imprese culturali
È scaduto il 20 settembre il termine delle richieste d'aiuto per uno dei settori più pesantemente toccato dalla pandemia
CANTONE
56 min
50 nuovi ingegneri SUPSI
Assegnato a Ivan Gasparini il premio Argor-Heraeus per il miglior lavoro di tesi sul tema della sostenibilità ambientale
BELLINZONA
1 ora
Olio ovunque: "colpa" del camioncino del Comune
Doveva pulire la strada. Ma è finito a fare il contrario. Vie della capitale imbrattate.
CANTONE
1 ora
Tre nuove infezioni e un nuovo dimesso nel weekend
Dall'inizio dell'emergenza, i casi positivi registrati nel nostro cantone salgono a 3'637. I decessi restano 350
CANTONE
2 ore
«Dopo il Covid, spirito di sacrificio e professionalità non bastano più »
Le richieste degli operatori sociosanitari attraverso il Sindacato VPOD, dal 26 al 31 ottobre ci sarà una mobilitazione
CANTONE
5 ore
«Parrucchieri, basta scuse: mettete la mascherina»
La mancata obbligatorietà creerebbe confusione. Davide Bianco, presidente di categoria: «Questa è resistenza».
LOCARNO
6 ore
La rivoluzione di Radio Ticino: news 7 giorni su 7
Rafforzata la presenza sul territorio per raccontare la realtà della Svizzera italiana
CANTONE
15 ore
Quadri: «Tutti ci hanno remato contro»
Per il consigliere nazionale leghista l'esito della votazione sull'iniziativa UDC era scontata.
CANTONE
19 ore
Chi piange 🙁 e chi ride 😊 per l’iniziativa per la limitazione
Perdenti e vincitori a confronto sull’immigrazione moderata
MENDRISIO
20 ore
Incidente allo svincolo di Mendrisio
I protagonisti dell'episodio sono un camper e un'auto
ROVEREDO (GR)
22 ore
Approvato il credito milionario per la strada forestale tra Roveredo e i Monti di Laura
Si tratta di uno dei due oggetti comunali votati oggi nella località mesolcinese. Anche l'altro è stato accettato
CANTONE
22 ore
Scrutinati tutti e 115 i comuni. Ecco i risultati
Solo Ticino, Glarona, Svitto e Appenzello Interno dicono Sì all'immigrazione moderata.
CANTONE
23 ore
«Un nuovo grave abuso dello stato di diritto»
È la denuncia dell'MPS nei confronti del Servizio armi, esplosivi e sicurezza privata
CANTONE
1 gior
Anche le donne PPD chiedono un intervento
«L’individuazione di problemi nelle istituzioni nella gestione delle molestie sessuali resta senza soluzione»
CONFINE
1 gior
Inseguimento da film: a bordo quattro minorenni svizzeri
È accaduto nella notte tra venerdì e sabato. Al volante c’era un 17enne
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 gior
Scontro tra un'auto e una bici: ciclista in pericolo di vita
L'uomo è un 63enne della regione. Alla guida della vettura una 86enne domiciliata nel Luganese.
CANTONE
1 gior
Gottardo: ritardi e attese a sud e a nord
Tra Quinto e Airolo bisogna pazientare anche per un'ora. La strada del passo, inoltre, è chiusa.
LUGANO
1 gior
Se l'arte urbana passa dal Wi-Fi
Presentato questa mattina da Leonardo Angelucci "Wi-Fi: Looking for networks", attivo da novembre
FOTO
CAMORINO
1 gior
Moto contro la barriera metallica
Sul posto due auto della polizia. Chiusa la corsia di sorpasso.
LUGANO
1 gior
Lavori sulla linea del trenino FLP
Il servizio verrà interrotto nelle ore serali. Circoleranno bus sostitutivi.
CANTONE
2 gior
Denunce sul posto di lavoro, scatta la mozione
Il PS chiede al Consiglio di Stato di informare, sensibilizzare e conoscere
CANTONE
2 gior
Agente a processo per un radar: «Una distorsione del sistema»
Il comitato OCST dei funzionari di polizia esprime il massimo sostegno al collega
CANTONE / SVIZZERA
2 gior
Quando "la plastica" si vede nella pipì dei bambini
Trovate anche tracce di bisfenolo A, classifica come sostanza con effetti tossici
CANTONE / URI
2 gior
Le vacanze autunnali bloccano il San Gottardo
La coda al portale nord della galleria ha già toccato i 10 chilometri
FOTO
CANTONE
2 gior
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
2 gior
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
2 gior
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
2 gior
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
FOTO
MASSAGNO
2 gior
Cade una pianta, e Massagno resta senza corrente
Questa sera un blackout ha colpito case, attività e anche i semafori. Tutto per un albero divelto in zona La Stampa
BELLINZONA
2 gior
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
FOTO E VIDEO
MELANO
2 gior
Il vento sradica una pianta e fa cadere alcuni pannelli
A Melano un albero dalle dimensioni notevoli ha ostruito la strada Cantonale.
FOTO
BELLINZONA
2 gior
La capitale non ne può più dei vandali
Sui nuovi moduli prefabbricati delle Scuole elementari Nord sono apparse diverse scritte.
CANTONE
20.09.2016 - 06:000
Aggiornamento : 08:43

«Il Malcantone sotto assedio. Il traffico paralizza l’intera regione!»

La Conferenza dei Sindaci del Malcantone chiede una task force per rimediare al «disastro viario»

LUGANO - Code da Bioggio a Ponte Tresa. A tutte le ore del giorno. È questo il motivo che ha spinto la Conferenza dei Sindaci del Malcantone a chiede con urgenza una task force con tutti gli attori responsabili di quello che definiscono un «disastro viario».

La situazione è disperata, riferisce il presidente del comitato di coordinamento dei Sindaci del Malcantone, Giovanni Cossi: «Non siamo più disposti a continuare in questo modo e così la cittadinanza esasperata per il continuo deteriorarsi della propria qualità di vita. E’ ormai giunto il momento di sederci tutti attorno a un tavolo, abbandonare vecchi pregiudizi, instaurare un clima collaborativo ed assumerci le nostre responsabilità e decidere concrete e immediate soluzioni».

Rotonde e semafori, costruiti per la sicurezza, per Cossi hanno «innegabilmente contributo a peggiorare il flusso veicolare». «Agno - si aggiunge -, oggi appare come un paese completamente bloccato a qualsiasi ora del giorno con tutte le conseguenze negative anche dal punto di vista della salute in quanto lo smog che devono respirare le Cittadine e i Cittadini di Agno e del Basso Malcantone non è certamente salutare. Questi sono i risultati che la politica ci ha regalato».

Da qui l'invito a Confederazione, Cantone, Comuni CRTL a «trovare al più presto delle soluzioni a corto termine. Bisogna intervenire su più fronti ma per farlo occorre lavorare tutti insieme e prendere decisioni da attuare al più presto».

Insomma, per risolvere il problema, per la Conferenza dei Sindaci del Malcantone devono lavorare a stretto contatto: Dipartimento del Territorio, Ufficio federale dei trasporti, Commissione regionale dei trasporti del Luganese, Ente regionale di sviluppo del luganese e Sindaci del Malcantone.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Davidone Storni 4 anni fa su fb
E...pensarci qualche anno fa...no?
Umberto Alongi Privato 4 anni fa su fb
Pensa se tutti i motociclisti anziché lanciarsi al sorpasso stessero come previsto in coda....il serpentone arriverebbe al Gottardo
Alessandro Crippa 4 anni fa su fb
Quando si vuole lasciare le cose come stanno si crea una task Force.
Dali Cadenazzi 4 anni fa su fb
E il mendrisiotto?
Sonia Foraboschi-Locatelli 4 anni fa su fb
??????????????????????????????
Attilio Panzeri 4 anni fa su fb
Aspettate poi qualche anno, quando i geni dei trasporti pubblici elimineranno la tratta del trenino Agno - Sorengo- Lugano e introdurranno dei bus...
Attilio Panzeri 4 anni fa su fb
Ringraziamo tutti quei politici che si sono impegnati a paralizzare e contrastare qualsiasi proposta!
Paolo Pooli Massara 4 anni fa su fb
I km di strade sono quelli di 40 anni fa; il volume macchine è quadruplicato se non più. Quale sarà mai la soluzione???
Ines Garrido 4 anni fa su fb
Il problema è facile ! Però a qualcuno fa comodo così ?
Anna Causo 4 anni fa su fb
Io abito a manno e mi alzo gia' in colonna purtroppo x lavoro giro il malcantone e sono quasi sempre in colonna e ogni anno che passa e' sempre peggio
Danny Vanoni 4 anni fa su fb
Se un'arteria è già intasata, non bisogna sedersi intorno al tavolo, bisogna fare un bypass per salvare il paziente. Poi DOPO gli si può dire di migliorare la dieta per evitare che si intasi nuovamente. Qui invece si parla di misure preventive quando la situazione è già critica.
Luca Civelli 4 anni fa su fb
Una cosa è stata fatta: lungo la strada che da Agno sale verso Cassina d'Agno,all'altezza del bivio per Caslano,hanno allargato per benino la strada per agevolare il traffico parassitario che sale da una parte e scende dall'altra.
curzio 4 anni fa su tio
Una bella tassa di scollegamento: 50 ct. di tassa per ogni minuto durante il quale un veicolo sta fermo sulla carreggiata. Problema risolto!
Daniela Valsangiacomo 4 anni fa su fb
e noi del Mendrisiotto cosa dovremmo dire ? grrrrrrrrrrrrr !
Lore62 4 anni fa su tio
Tranquilli adesso arriverà Zelig che raddoppierà il "furto di collegamento" naturalmente SOLO toccando il borsellino dei lavoratori per liberare le strade dal popolino che lavora, naturalmente senza risolvere nulla!
Tiger 4 anni fa su tio
E vogliamo dire qualcosa riguardo a domenica scorsa? Strada bloccata tra Bioggio e Agno tutto il giorno per non so quale manifestazione (sicuramente fondamentale farla lí), traffico deviato per i Molini di Bioggio. Caos totale, fermi circa 30 minuti fissi nello stesso posto, zona semaforo ai Molini. Per la serie, per un giorno che potrebbe esserci meno traffico, lo creano...
Greta Di Ninno 4 anni fa su fb
una delle tante soluzioni sarebbe anche assumere lavoratori vicini al posto di lavoro e non che arrivano dall altra parte del mondo.
F.Netri 4 anni fa su tio
Cominciate a togliere il radar fisso di Magliaso e la situazione non potrà che migliorare. Sotto a quel radar si passa a 30 Km/h, indipendentemente dalla colonna.
Tiger 4 anni fa su tio
@F.Netri Vero!
Tato50 4 anni fa su tio
@Tiger Cambiato domicilio ?
Oni 4 anni fa su tio
10-15 anni fa c'era cosda "solo" alla mattina, dopo pranzo e la sera, ora è diventato impossibile spostarsi, bisogna calcolare almeno mezz'ora per fare una manciata di chilometri... Bisognava già fare qualcosa 20 anni fa, ma meglio tardi che mai, e non piazzare rotonde o semafori a ponte tresa peggiorando la situazione..
negang 4 anni fa su tio
Rotonde e semafori, costruiti per la sicurezza, per Cossi hanno «innegabilmente contributo a peggiorare il flusso veicolare». Ma va ? Adesso ci si accorge di questo ?? Se si fanno rotonde strette con un bel dosso in mezzo oltre il quale non vedi ebbene queste rallentano molto di più di un incrocio con semaforo intelligente che rimane sempre verde e solo quando arriva un'auto ( ma non subito, ogni un tot di tempo ) da il verde agli altri. Poi bisogna obbligare i frontalieri ad usare i mezzi. Far fare un parcheggio come si deve a Ponte Tresa Italia e far usare il treno. Per questo serve un censimento dei passaggi e dei posti di lavoro. In base alla ubicazione ed agli orari compatibili con il treno va messo l'obbligo di prenderlo per recarsi al lavoro. Purtroppo a mali estremi vanno presi estremi rimedi. Oppure si incentiva l'uso della 2 ruote che così risolverebbe in automatico anche l'uso spropositato degli smart phone dagli abitacoli delle auto. Infatti la regola sulla moto e' chiara : se sbagli muori. Con questa alternativa .. molti una volta in scooter ci penserebbero bene ad usare certi dispositivi ed a non stare attenti alla strada e capirebbero cosa succede tutte le mattine a quelli che passano in moto.
Ivana Riva 4 anni fa su fb
Si sa qual'è il vero problema, ma è più facile chiudere gli occhi...
Aleksandar Jeremic 4 anni fa su fb
!!!
Petar Malesevic 4 anni fa su fb
Punti esclamativi agressivi questi, molto comunicativi ?
Aleksandar Jeremic 4 anni fa su fb
Petar Malesevic TROPPO BRATE!
Petar Malesevic 4 anni fa su fb
Aleksandar Jeremic hahahahahaha
paola973 4 anni fa su tio
vissuto 4 anni a Caslano, scappati per forza maggiore... bellissima la zona, ma impraticabile. purtroppo le imposte le facciano pagare a chi giornalmente crea le code..o meglio..ai loro datori di lavoro carsharing?
tip75 4 anni fa su tio
si può risolvere e sappiamo tutti come, basta volerlo
Marisa Sirna 4 anni fa su fb
Sì sì l'unica soluzione a corto termine sarà quella di, sì sedersi attorno ad un tavolo, ma per mangiare e bere !!!
Andrea Ceniccola 4 anni fa su fb
aggiungerei che a peggiorare la qualità della vita, soprattutto quella dei motociclisti, ci pensa qualcuno che sa che per fare cassetta è un ottima strada.....
Didi Rezzonico 4 anni fa su fb
Visto il comportamento di alcuni........
comp61 4 anni fa su tio
colpa dei frontalieri!!!!!!
cf. 4 anni fa su tio
Possono solo ringraziare PLR+PPD+UDC/Lega se si trovano in quella situazione. Questi partiti hanno infatti da sempre (SEMPRE!) la maggioranza sia a livello cantonale che federale. La prossima volta provate a votare per qualcun altro
Arciere 4 anni fa su tio
@cf. Questa non l'ho mica capita. Cosa c'entrano i partiti politici con il fatto che 62'000 frontalieri attraversano il confine ogni giorno? Votare P$ cosa cambierebbe?
Tato50 4 anni fa su tio
@Arciere Che ne entrano 92'000 ;-))) Sai che siamo in due a non aver capito cosa cavolo scrive e quale nesso ci sia tra i "partiti" e le code? ;D
cf. 4 anni fa su tio
@Arciere Se non avete capito allora ve lo spiego (premetto che non ho detto che bisogna votare PS): se ci sono così tanti frontalieri è perché la politica lo permette. Se ci sono tante industrie italiane che vengono in Ticino ed assumono solo lavoratori italiani è perché i piani regolatori (fatti dai nostri politici) sono fatti male. Se è possibile versare salari così bassi è perché PLR e UDC non vogliono e non hanno mai voluto le misure accompagnatorie alla libera circolazione delle persone. Se ci sarà una invasione di medici italiani è perché il monopolio sull'apertura degli studi medici è stato bocciato dal parlamento (col sostegno dei deputati ticinesi UDC+PLR+Lega). Quindi: se PLR+PPD+UDC/Lega fanno di tutto per far venire gli italiani da noi, poi non ci si deve lamentare se questi vengono intasando le nostre strade. È logico.
Mickael Goy 4 anni fa su fb
Sempre peggio!!!
Sandro Rennis 4 anni fa su fb
Ho 40 anni e dal 85 ho vissuto a Magliaso, quando ero in 5. elementare (30 anni fa!!!) abbiamo proposto un progetto di una circonvallazione che ha pure vinto un premio. Il problema non è una novità, ma nessuno s'é mai preso la briga di risolverlo
Marco Edoardo Dozio 4 anni fa su fb
noi ci siamo con le soluzioni fia pronte e attuabili da domani.... ma non nascondo che i centralini delle aziende fanno estrema fatica a metterci in contatto con chi all'interno dell'azienda ricopre la carica di responsabile della mobilità aziendale.... chiunque legga e può darci una mano a risolvere condivida la nostra pagina e ci aiuti a dialogare con le aziende.... NOI CI SIAMO! www.titrasportiamo.ch
Anthony Peterle 4 anni fa su fb
O prendere il treno
Marco Edoardo Dozio 4 anni fa su fb
Ci sono tratte transfrontaliere che non sono servite per niente o in maniera totalmente inefficiente... qui interveniamo noi.. con bus... 54 persone a bus... 54 auto in meno.... 500 metri di colonna in meno.. Più bus girano.. meno auto girano... meno colonna... meno tempi di percorrenza...
Giacomo Petrini 4 anni fa su fb
beh, il modo per togliere il traffico c'era, ma e' stato bocciato in votazione a favore di una schifezza che serve a pochi...
Roberto Tambone 4 anni fa su fb
Mezzi più frequenti! Il percorso per andare a Bioggio non può essere un viaggio della speranza!
Frank Moser 4 anni fa su fb
Oggi Ore 11 conferenza stampa !! Oratore il sindaco di vernate On Cossi Al aereo porto di Agno !!!!
francox 4 anni fa su tio
Eccolo il benessere che ci porta il frontalierato!
moma 4 anni fa su tio
@francox E' una causa, le altre le sappiamo. Ho detto e ripeto, 10 anni e poi blackout.
Cristina Pellegrinelli Quadri 4 anni fa su fb
Secondo me fanno prima ad inventare le "macchine" ecologiche che volano!!!!.... ???
Chris Sepu 4 anni fa su fb
È da anni che è cosi, è sempre peggio e si sa benissimo che la causa non sono i patrizi di Arzo e limitrofi. Fosse per noi la strade sarebbero fin sovradimensionate.
Marco Milone 4 anni fa su fb
Si si, si siederanno tutti attorno ad un tavolo e poi inizieranno a venir fuori personalismi, antipatie, campanilismo, provincialismo e rancori vari. Da quanti anni si sente parlare di aria fritta, dall'allungamento della pista dell'aeroporto, l'interramento della strada, la galleria, la circonvallazione e chi più ne ha più ne metta.
Marco Castano 4 anni fa su fb
Bravo Marco, non c'è nessuna voglia di risolvere. Quello che mi incuriosisce è capire a chi giova tutto ciò. Non è vita continuare su questa strada ?
Robi Lenzi 4 anni fa su fb
Questa è un'iniziativa lungimirante. Così si fa! Prevenire è meglio che correre ai ripari. Se si lascia correre certe cose poi finisce che tra Manno e Ponte Tresa ci saranno interminabili colonne mattino e sera. Riuscite ad immaginarlo? Sarebbe terribile. Meglio scongiurare questi scenari apocalittici e improbabili fino a che siamo in tempo. W la conferenza dei sindaci, W l'avvedutezza di persone che lavorano oggi affinché certe sibilline ipotesi restino tali.
Robi Lenzi 4 anni fa su fb
Operazione "Traffico Scorrevole quando albeggia: Scorreggia"
Marco Castano 4 anni fa su fb
È ironico? A me pare che tra Manno e Ponte Tresa ci sia già ora una interminabile coda, sempre!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 12:04:26 | 91.208.130.85