Cerca e trova immobili

SVIZZERA«L'assistenza post-Covid deve essere migliorata»

29.11.23 - 11:43
La rete è ben organizzata ma è necessario migliorare l'accesso alle offerte, lo scambio di conoscenze e la collaborazione tra operatori.
Deposit Photos
Fonte Ats
«L'assistenza post-Covid deve essere migliorata»
La rete è ben organizzata ma è necessario migliorare l'accesso alle offerte, lo scambio di conoscenze e la collaborazione tra operatori.

BERNA - «La condizione post-COVID-19 è complessa ed è gravosa per le persone che ne sono affette e i loro familiari. Essa pone gli specialisti di fronte a grandi sfide. L'accesso agli attuali risultati della ricerca e la rapida diffusione di nuove conoscenze devono essere garantiti di conseguenza», afferma un comunicato diffuso dal Consiglio federale il 29 novembre.

Il Consiglio federale raccomanda quindi agli ambienti interessati di adottare misure per colmare le lacune negli ambiti dell'informazione e dell'evidenza, della diagnosi e del trattamento, dell'assistenza e del finanziamento.

I Cantoni e le strutture sanitarie dovranno continuare a fornire un'assistenza adeguata ai bisogni anche in futuro poiché il rischio di conseguenze a lungo termine sussiste "sebbene l'immunità acquisita dalla popolazione attraverso le infezioni e le vaccinazioni abbia ridotto il rischio complessivo della COVID-19, sottolinea la nota.

La Confederazione ha già realizzato diversi progetti in quest'ambito. In particolare ha raccolto dati sulle consultazioni presso medici di famiglia in seguito a disturbi persistenti dopo un'infezione da COVID-19, ha sostenuto finanziariamente la piattaforma Altea Network dedicata a queste problematiche e ha sostenuto vari progetti di ricerca sulle conseguenze a lungo termine della COVID-19. Nell'ambito del programma di promozione per medicamenti anti-COVID-19, dal 2021 sostiene inoltre lo sviluppo di un medicamento per il trattamento delle conseguenze a lungo termine del virus.

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), da canto suo, ha sostenuto un gruppo di specialisti che ha elaborato raccomandazioni per la diagnosi e il trattamento della condizione post-COVID-19, pubblicate lo scorso agosto. In futuro intende continuare monitorare la necessità di assistenza portando avanti in maniera adeguata la raccolta di dati tramite il sistema di dichiarazione Sentinella, la modellizzazione del numero di persone colpite, l'elenco dei punti di contatto specializzati e i gruppi di accompagnamento interdisciplinari.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE