Tamedia
SVIZZERA
07.01.2021 - 08:580

Gli alimentari spingono il commercio al dettaglio

A novembre le vendite sono aumentate dell'1% rispetto allo stesso mese del 2019

NEUCHÂTEL - Le vendite nei negozi svizzeri sono aumentate durante il mese di novembre, perlomeno su base annua, con una crescita però interamente da attribuire al settore degli alimenti, delle bevande e dei tabacchi: il giro d'affari del commercio al dettaglio è salito dell'1% rispetto allo stesso mese del 2019, tenendo conto delle correzioni apportate per compensare i diversi giorni di vendita e le festività.

In confronto a ottobre si osserva invece una flessione - al netto delle variazioni stagionali - del 2,4%, ha indicato oggi l'Ufficio federale di statistica (UST). I dati sono nominali: in termini reali, vale a dire considerando anche il rincaro, le variazioni sono rispettivamente di +1,7% (annuo) e -2,0% (mensile).

Se si escludono i distributori di benzina (dove sugli importi in gioco incide il prezzo del petrolio) l'incremento sull'arco dell'anno è del 2,7% nominale e del 3,2% reale. In confronto a ottobre i dati sono rispettivamente del -2,4% e del -2,1%.

Andando nei singoli comparti, i prodotti alimentari segnano una progressione annua dell'8,3%, mentre il comparto non alimentare accusa un calo dell'1,7%. Nel confronto mensile, le variazioni sono di rispettivamente di -0,3% e di -3,2%.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 04:08:17 | 91.208.130.89