Cerca e trova immobili

SVIZZERAUn cartello sugli accessori per stampanti e materiale d'ufficio?

08.06.23 - 08:40
Sono già state compiute perquisizioni dopo l'avvio dell'indagine da parte della Comco
Depositphotos (AndreyPopov)
Fonte Ats
Un cartello sugli accessori per stampanti e materiale d'ufficio?
Sono già state compiute perquisizioni dopo l'avvio dell'indagine da parte della Comco

BERNA - Grossisti e venditori di accessori per stampanti e altro materiale d'ufficio potrebbero essersi accordati in modo illecito sui prezzi praticati online ai clienti finali: lo sospetta la Commissione della concorrenza (Comco), che ha avviato un'indagine e ha già proceduto a perquisizioni.

La Comco dispone di indizi che fanno pensare come i grossisti in questione abbiano concluso accordi verticali sui prezzi praticati dai rivenditori ai consumatori e alle imprese, spiega l'autorità federale in un comunicato odierno. L'inchiesta interessa le società Oridis, di Aarburg (AG), ed Ecomoedia di Nänikon (ZH), entrambe entità che fanno capo al conglomerato Office World Group, gigante del settore in Svizzera.

La Comco intende stabilire se siano state effettivamente sottoscritte limitazioni illecite alla concorrenza vietate dal diritto dei cartelli.

Office World collabora - Office World - gruppo bernese attivo nella vendita di materiale d'ufficio interessato, attraverso due sue controllate, da un'indagine della Commissione della concorrenza (Comco) - guarda con serenità agli eventi in atto.

«L'apertura di un'inchiesta non significa che siano stati riscontrati illeciti o che vi siano implicazioni finanziarie», ha indicato una portavoce all'agenzia Awp. Le imprese in questione (Oridis ed Ecomedia), così come l'intero gruppo stanno collaborando pienamente con le autorità e confidano di "chiarire la legalità della loro posizione".

L'addetta alla comunicazione ha peraltro confermato che sono state effettuate perquisizioni ad Aarburg (AG), sede di Oridis, e a Nänikon (ZH), dove vi sono gli uffici di Ecomedia. La Comco sospetta queste imprese di violazione della legge sui cartelli, per aver concordato con i venditori online i prezzi degli accessori per le stampanti e di altro materiale d'ufficio.

Office World Group gestisce 19 negozi e diversi portali, generando un fatturato anno di circa 400 milioni di franchi. L'azienda è inoltre partner di 2000 rivenditori e catene di supermercati.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Pianeta Terra 1 anno fa su tio
Quanti cartelli ci saranno in Svizzera? Uno su tutti le casse malati, magari le assicurazioni private, e ce ne sono tanti tanti altri
NOTIZIE PIÙ LETTE