Cerca e trova immobili

SVIZZERAPolitici travolti dall'odio: ora si cercano soluzioni

11.12.23 - 17:06
Moltiplicate le manifestazioni di ostilità nei confronti di esponenti del mondo politico. Tavola rotonda con Baume-Schneider.
Keystone
Fonte ATS
Politici travolti dall'odio: ora si cercano soluzioni
Moltiplicate le manifestazioni di ostilità nei confronti di esponenti del mondo politico. Tavola rotonda con Baume-Schneider.

BERNA - La consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider ha condotto oggi una tavola rotonda sui discorsi d'odio (Hate Speech) nella politica svizzera. L'evento si deve a un aumento negli ultimi mesi dell'ostilità nei confronti dei politici.

L'incontro svoltosi a Berna ha riunito una trentina di rappresentanti di partiti, autorità di sicurezza, associazioni, università e organizzazioni della società civile, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Le numerose minacce e aggressioni nei confronti di donne e uomini in politica dimostrano che i discorsi d'odio sono un problema in Svizzera. Baume-Schneider ha colto l'occasione per sottolineare i limiti della libertà di espressione, ricordando che l'incitamento all'odio è contrario ai valori di una società liberale e democratica.

Dalla discussione è emerso che, sebbene la polizia abbia registrato meno casi di ostilità dopo la pandemia, i modi restano brutali e violenti. Il problema non riguarda solo la politica federale, ma anche quella comunale e cantonale. Il DFGP ha commissionato all'Università di Zurigo uno studio sul tema.

Per contrastare il fenomeno ora s'intende esaminare anche la possibilità di intensificare le attività d'informazione e di prevenzione. Secondo gli esperti - viene sottolineato nella nota - la situazione dovrebbe distendersi disciplinando più severamente le piattaforme di comunicazione come Facebook, X (ex Twitter), Google e YouTube. Un progetto da porre in consultazione è in elaborazione.

COMMENTI
 

Roccky 2 mesi fa su tio
E solo l’inizio. C’è ne saranno delle belle, state esagerando con lucrare sulle teste di onesti cittadini.

Balù 2 mesi fa su tio
È troppo bello fare i soldi con il didietro degli altri

Sciguetto 2 mesi fa su tio
Soluzione facile facile: accettare i risultati delle votazioni, evitare di annacquare le misure votate dal popolo, occuparsi più dei bisogni degli svizzeri e meno della fuffa che continuamente arriva. Ops, impossibile, dovrebbe far piazza pulita nel suo partito…

Princi 2 mesi fa su tio
magari chiedersi il perchè !? odio è ancora fargli un complimento

El Lobo loco 2 mesi fa su tio
Forse qualche domandina al posto loro me la farei...

Simulator 2 mesi fa su tio
Odio verso i politici? chissà come mai!!! I politici sono nominati per fare l interesse del popolo non per spennarlo…forse non si rendono conto che questa è la strada che la storia ha sempre descritto come l’inizio delle rivoluzioni popolari…

Galfetti 2 mesi fa su tio
Avete promesso per poter avere la cadrega, ora mantenete le promesse siamo stufi di pagare per i vostri errori e pasticci, con i nostri soldi

Dex 2 mesi fa su tio
Non siamo pecore

Balù 2 mesi fa su tio
Forse i politici dovrebbero cominciare a rispettare il volere del Popolo! Vedi votazione popolare imposta di circolazione Ticino. Non mi pare che oggi a palazzo delle Orsoline sia stato rispettato

Equalizer 2 mesi fa su tio
Sbagliato fare discorsi che incitano all'odio, così come è sbagliato voler limitare il diritto d'espressione al cittadino, la via di mezzo sta nel parlare meno in quel di Berna e concretizzare di più, nel smetterla di voler favori altri a discapito dei cittadini Svizzeri. Chi governa non riuscirà mai a fare tutti contenti, ovvio, ma lavorando bene sicuramente si riesce a fare ciò che la maggioranza richiede, e chi non è maggioranza si metta il cuore in pace o si metta a creare una maggioranza a sua volta, ma senza usare la violenza, e non sto ad indicare il lato di quest'ultima.

Livio 2 mesi fa su tio
Provate a sostenerti chi vota

Ri-educa 2 mesi fa su tio
Minacce contro minacce, diventare più severi....??? Forse la soluzione migliore è il confronto con i cittadini stessi ma se state sempre tra di voi che di problemi ad arrivare a pagare tutte le spese non ne avete, difficilmente potete capire come ci si sente ad essere "spogliati" della propria dignità. Non credo vi sia capitato di avere il frigorifero vuoto e figli che vi chiedono: cosa mangiamo oggi? perché di questo si sta parlando. "L'elemosina" fa piacere a chi la fa, chi la riceve è sicuramente grato ma anche umiliato di non riuscire a guadagnare abbastanza per essere indipendente. Si dovrebbero cercare soluzioni "dignitose" perché i dati che servono per aiutare li potete trovare nelle documentazioni presso gli uffici comunali, cantonali .... Aiuti distribuiti in automatico a chi ne ha necessità senza dover compilare richieste. Volere è potere!
NOTIZIE PIÙ LETTE