Cerca e trova immobili

SVIZZERASalgono alle stelle i prezzi delle settimane bianche in Svizzera

06.12.23 - 08:39
Nel 2024 le famiglie dovranno sborsare di più. Fra le mete più convenienti c’è Airolo.
20min/Matthias Spicher
Fonte Bank Cler
Salgono alle stelle i prezzi delle settimane bianche in Svizzera
Nel 2024 le famiglie dovranno sborsare di più. Fra le mete più convenienti c’è Airolo.

BERNA/ AIROLO - Gli svizzeri amano le vacanze sulla neve e scelgono preferibilmente mete nazionali, anche se questo significa allentare i cordoni della borsa. Ma di quanto potranno allentarli ancora? La domanda sorge spontanea esaminando gli ultimi risultati dell’analisi condotta dalla Banca Cler e da BAK Economics sui prezzi delle settimane bianche in Svizzera.

A pagare le conseguenze di questa impennata sono in primo luogo le famiglie. In quasi tutte le località sciistiche, i prezzi per una settimana bianca a febbraio 2024 saranno in media più alti del 24% rispetto a quelli dell’ultima rilevazione (a novembre 2021 per febbraio 2022). Le famiglie sono quelle più penalizzate, con un rincaro del 33%, mentre le coppie di coniugi pagano “solo” il 15% in più.

A salire - fino al 41% - sono i prezzi degli alloggi. In gran parte, ciò è dovuto alla scarsità di offerta al momento dell’analisi. Per limitare i costi, è quindi consigliabile prenotare la settimana bianca con largo anticipo.

In vetta alla classifica delle mete più costose si trovano Verbier, Saas-Fee e Zermatt, dove una settimana bianca costa circa il 67% in più rispetto alle regioni più convenienti, ossia Adelboden-Lenk, Aletsch-Arena e Airolo. Proprio in quest’ultima località la spesa sostenuta da una famiglia è in assoluto la più bassa (3543 franchi).

In testa alla classifica delle stazioni sciistiche più care della Svizzera ci sono Verbier, Saas-Fee e Zermatt. Il primato assoluto, con un costo di 8470 franchi per la settimana bianca di una famiglia, va a Saas-Fee; a Verbier e Zermatt, invece, la spesa ammonta a circa 7000 franchi (Verbier 6967 franchi, Zermatt 6764).

Attraverso la scelta della regione sciistica, una famiglia di quattro persone può risparmiare molto: mentre le offerte ad Airolo si aggirano attorno a 1400 franchi, a Saas-Fee e Verbier sono dell’ordine, rispettivamente, di 5813 e 4183.

I prezzi degli skipass sono saliti del 9%. Nel 2024 tutti i segmenti di clientela pagheranno tariffe maggiorate rispetto al 2022, a Zermatt addirittura del 27% e a Flims-Laax-Falera del 25%.

Le scuole di sci hanno registrato un aumento medio del 3,4% rispetto al primo inverno post-pandemia. A St. Moritz, invece, dove nel 2022 una famiglia doveva spendere 828 franchi per due bambini, ora bastano solo 700 franchi, il che corrisponde a una riduzione del 15%. Ad Andermatt-Sedrun, per contro, il prezzo è salito del 25% passando da 396 a 495. Quest’inverno, le scuole di sci più convenienti sono quelle di Airolo e Saas-Fee, con tariffe pari rispettivamente a 400 e 420 franchi per una settimana bianca. La località più cara in cui imparare a sciare rimane Zermatt, dove la scuola di sci costa 1110 franchi con un ulteriore aumento dell’8% rispetto al 2022 (1030 franchi).

COMMENTI
 

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
conosco troppo bene il settore e posso solo dire che la qualità e la serità costa. Quindi smettiamola di lamentarci. Incidenti ne capitano anche da noi, ma non si va a cercarli. Ultimo della serie il Mottarone, chissà se hanno fatto lo sconto sui biglietti. Dopo aver sciato per anni in tutta europa non mi dispiace spendere qualche franco in più e godermi le nostre piste anche se non disdegno ne quelle italiane, francesi o austriache.

centauro 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
Sempre sciato anche in Italia mai avuto problemi, chiaramente tanti ci vanno anche per risparmiare, poi gli incidenti capitano ovunque, è decisamente più pericoloso percorrere le strade.

F/A-19 2 mesi fa su tio
Attenzione a pagare la settimana bianca in anticipo perché poi per capodanno si scia sull’erba.

curiuus 2 mesi fa su tio
Aumentano anche le piste.... ma va, che sorpresa...

arminda armi 2 mesi fa su tio
Siamo proprio sicuri ( come ha scritto Pippopeppo ) ,che in Svizzera assicurazioni sociali , parte degli stipendi , e cassa pensione , siano integralmente dichiarate ed i contributi versati ? Dipendenti stagionali e personale esteri sono in gran parte presenti , sia nel settere alberghiero , ristorazione , ecc. Io non credo , Certo a parole si dirà che non bisogna fare di tutta l erba un fascio , resto dell avviso che i soliti noti ci maeciano alla grande .

gigipippa 2 mesi fa su tio
A lungo andare questi prezzi metteranno in crisi tutto il settore. Io ho già deciso per un week end al mese senza auto. Per gli altri 3 senza sci.

Swissabroad 2 mesi fa su tio
Cervinia, La Thuile, Courmayeur, Bormio, M. di Campiglio, Merano... malgrado anche li vi siano stati aumenti non da poco, spendi la metà che in Svizzera e nei ristoranti o Stube si mangia meglio oltre che spendi meno.

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
Risposta a Swissabroad
non guardiamo sempre nel giardino degli altri, certo che si spende meno, personale sottopagato o in nero, senza cassa pensione o assicurazioni sociali, ecc.. Se si vogliono fare dei paragoni facciamoli almeno in condizioni di concorrenza leale non sleale. Gurdiamo la situazione in Austria e non é molto diversa dalla nostra.

centauro 2 mesi fa su tio
Risposta a Swissabroad
Ma senza ombra di dubbio, CH inavvicinabile, alpi italiane sempre al top.

centauro 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
Quando acquisti qualsiasi cosa prodotta in Asia pensi che la manodopera che ci lavora abbia le condizioni che avrebbero in CH? Ma per piasé.

Swissabroad 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
Pippo Baudo...forse quelle realtà le trovi da Roma in giù perché in Valle d'Aosta, Valtellina o Alto Adige non sono mica tutti farabutti come pensi! Ci vado da anni in tante strutture e conosco albergatori e dipendenti e la realtà del nero non è cosa comune. Ci sarà come ci sarà in CH. E ti dirò di più, in Alto Adige, da Merano a San Leonardo, da Vipiteno alla Val Senales, diversi austriaci sono i Frontalieri perché prendono più che da loro. Sorpreso vero ?

Jeremy17 2 mesi fa su tio
Si ho capito, facile fare paragoni tra certi tipi di località...Verbier, Zermatt, Saas-Fee e poi mettete Airolo. Ma avete visto, cosi per caso, le strutture ricettive di Airolo paragonate a quelle di altri villaggi?? Airolo è indietro anni luce....come hotel, come offerte, quello che offre.... Non paragonate 8000 a 3500 chf, perchè quello che mi offre un hotel di Zermatt o Verbier o Saas Fee ad Airolo non lo trovo nemmeno in lontananza. Calcolando poi che gli hotel o strutture ricettive ad Airolo saranno 3-4 al massimo

Raptus 2 mesi fa su tio
....se poi oltre tutto vendiamo anche gli impianti agli stranieri che vogliono solo far business....

Pesciora 2 mesi fa su tio
Risposta a Raptus
Invece i gestori di impianti svizzeri lo fanno per beneficenza?

Dex 2 mesi fa su tio
Risposta a Raptus
Mica sarà colpa dei stranieri stranieri se noi siamo avidi e vendiamo😂
NOTIZIE PIÙ LETTE