Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl cielo sarà più opaco, arrivano le particelle dei roghi del Quebec

27.06.23 - 10:07
Il fenomeno si verificherà tra giovedì e venerdì. Ma i meteorologi tranquillizzano: «Non si prevedono impatti sulla qualità dell'aria»
Reuters
Fonte ATS
Il cielo sarà più opaco, arrivano le particelle dei roghi del Quebec
Il fenomeno si verificherà tra giovedì e venerdì. Ma i meteorologi tranquillizzano: «Non si prevedono impatti sulla qualità dell'aria»

BERNA - Stando a MeteoSvizzera, tra giovedì sera e venerdì, alcune particelle provenienti dai roghi divampati nelle scorse settimane nei boschi del Quebec, in Canada, raggiungeranno anche la Svizzera. Non si prevedono comunque impatti significativi sulla qualità dell'aria. I meteorologi si aspettano un cielo leggermente più opaco verso sera e probabilmente un sole tinto leggermente di rosso al tramonto.

Concentrazioni di particelle di fumo provenienti dagli incendi hanno attraversato l'intero Oceano Atlantico e ieri hanno raggiunto la costa occidentale dell'Europa, sorvolando sopra i cieli del Portogallo e della Spagna, spiega l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera sul proprio blog. Queste particelle continueranno a spostarsi verso est nei prossimi giorni, per poi disperdersi nell'aria.

Gli aerosol raggiungeranno quindi anche la Svizzera ma "in forma più attenuata" rispetto a quanto avviene attualmente sulla costa ovest del continente, il che significa che lo "spessore ottico" sarà inferiore, sottolinea l'istituto. Inoltre, la formazione di rovesci e temporali previsti a partire da giovedì favoriranno il dilavamento delle particelle, riducendone probabilmente la concentrazione di aerosol nell'atmosfera.

Nonostante le webcam posizionate lungo la costa portoghese mostrino come le particelle abbiano avuto un impatto sulla visibilità, donando al cielo un aspetto opaco, gli effetti meteorologici non sono in alcun modo paragonabili a quelli osservati a New York, aggiunge MeteoSvizzera.

Nelle ultime settimane, vasti incendi hanno bruciato milioni di ettari di foreste canadesi, provocando lo sfollamento di decine di migliaia di residenti. Il governo stima che da inizio anno, i roghi abbiano devastato all'incirca sei milioni di ettari. Una superficie vasta una volta e mezza la Svizzera.
 
 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

vulpus 1 anno fa su tio
Dove è la svedesina?

tschädere 1 anno fa su tio
Risposta a vulpus
greta si trova ancora a basilea perche non ha spicioli per il suo jet privato.
NOTIZIE PIÙ LETTE