Cerca e trova immobili

SVIZZERARazzismo e xenofobia in diminuzione

09.02.23 - 08:53
Lo rivela un'indagine dell'Ufficio federale di statistica
Foto Deposit
Razzismo e xenofobia in diminuzione
Lo rivela un'indagine dell'Ufficio federale di statistica

NEUCHÂTEL - La vita in Svizzera è caratterizzata da contatti regolari tra i diversi gruppi che vivono nel Paese. Il 73% della popolazione dichiara di essere spesso in contatto con persone di nazionalità, religione o colore della pelle diversi dal loro.

Nel contesto lavorativo, è il 58% della popolazione a dichiararlo. Questa percentuale è del 36% quando si tratta delle amicizie.

Nel periodo 2016–2022, la sensazione di fastidio nei confronti della diversità è scesa dal 36% al 31%, suggerendo che i contatti con le persone diverse da sé sono principalmente armoniosi.
 
Nel 2022 quasi due terzi della popolazione avevano un atteggiamento positivo nei confronti delle persone straniere che vivono nel Paese.

Lo stesso vale per la sensazione di minaccia, con un valore che è passato dall’2,0 registrato nel 2020 all’1,9 del 2022. Atteggiamenti razzisti e xenofobi si sono stabilizzati, facendo scrivere all'Ufficio federale di statistica che «i risultati dei diversi indicatori e indici mostrano una tendenza alla diminuzione degli atteggiamenti negativi, soprattutto nei confronti di determinate minoranze».

Dopo un aumento delle segnalazioni di esperienze di discriminazione nel periodo 2016–2020, nel 2022 il tasso si è stabilizzato al 27%. Tra le vittime, la metà cita quale motivo la propria nazionalità.
 

COMMENTI
 

Libero 1 anno fa su tio
Leggendo i commenti su questo giornale non sembra anzi in forte aumento

D_D04 1 anno fa su tio
Risposta a Libero
Tranquillo che sono sempre gli stessi 4 gatti di mentalità vecchia a mettere commenti imbarazzanti e ridicoli, per fortuna sono nascosti dietro ad uno schermo perché oltre la figuraccia non hanno il coraggio di dirlo davanti, ormai cosa ci puoi fare? sono dei poveri frustati.
NOTIZIE PIÙ LETTE