ZURIGONegozi di paese Volg, più fatturato del 2019 pre-pandemico

25.01.23 - 15:23
La catena di commercio al dettaglio comprende centinaia di punti vendita
Foto 20Minuten
Fonte ATS
Negozi di paese Volg, più fatturato del 2019 pre-pandemico
La catena di commercio al dettaglio comprende centinaia di punti vendita

ZURIGO - Volg, catena di commercio al dettaglio che comprende centinaia negozi di paese, ha realizzato nel 2022 un fatturato di 1,7 miliardi di franchi, l'1,5% in meno dell'anno prima, ma il 13,7% in più del 2019 pre-pandemico.

L'esercizio si è rivelato di successo, affermano i vertici in un comunicato odierno. «Uno dei fattori che vi hanno contribuito è l'alto livello di fidelizzazione della clientela: i nuovi clienti acquisiti negli ultimi anni, segnati dalla pandemia, hanno continuato a fare acquisti regolari nel punti vendita dei villaggi anche nel 2022 e ad apprezzare il valore aggiunto che Volg offre come importante fornitore locale», si legge nella nota.

Non presente in Ticino ma diffusissima nei Grigioni, la catena Volg ha sede a Winterthur (ZH) e si caratterizza per i suoi negozi, anche molto piccoli, situati pure nelle valli più discoste: in totale ve ne sono 934 (in aumento rispetto ai 927 del 2021). Molti punti vendita sono diventati agenzie postali. La società punta molto sulla vicinanza al consumatore e sulla concezione del negozio anche come luogo d'integrazione.

Fondata nel 1886, Volg (il nome sta per Verband ostschweizerischer landwirtschaftlicher Genossenschaften, ossia federazione delle cooperative agricole della Svizzera orientale) è stata la prima cooperativa agricola della Confederazione, stando al Dizionario storico della Svizzera. Nel 1993 si è fusa con altre cinque grandi organizzazioni per dare vita al colosso Fenaco.
 
 

COMMENTI
 
bobifurgo 1 sett fa su tio
Peccato che in Ticino non ve ne siano di questi negozi, sicuramente molto utili nelle valli e nelle regioni non servite dalla grande distribuzione. Già faticano le cooperative che ci provano con grande impegno a sostenere un’ attività di pubblico interesse in località prive di negozi. Purtroppo non fa parte della mentalità ticinese sostenere i piccoli commerci. Meglio andare il fine settimana con la famiglia nei grandi centri commerciali così anche i bimbi si divertono e si passa una “bella giornata” . Mah☺️
NOTIZIE PIÙ LETTE