Cerca e trova immobili

LEGGE SUL RICICLAGGIOCosì la Svizzera vuole combattere la piaga del riciclaggio di denaro sporco

11.01.23 - 21:00
Dai “Money Mule” passando per le criptovalute e le mafie, la ricetta di Berna per arginare la situazione passa da una nuova legge
Depositphotos (stadtratte)
Così la Svizzera vuole combattere la piaga del riciclaggio di denaro sporco
Dai “Money Mule” passando per le criptovalute e le mafie, la ricetta di Berna per arginare la situazione passa da una nuova legge

BERNA - Nel 2021 in Svizzera sono stati perseguiti 3'600 casi di riciclaggio di denaro. Si tratta di un numero quasi quattro volte e mezzo superiore a quello di cinque anni fa.

Un rapporto del Global Corruption Index (GCI) aveva precedentemente diverse debolezze nella capacità della Svizzera di combattere il riciclaggio di denaro da parte del crimine organizzato così come del finanziamento del terrorismo con fondi neri. Ora la Svizzera ha però deciso di reagire: il primo gennaio 2023 è entrata in vigore una legge più severa sul riciclaggio di denaro.

Ma, nel concreto, cosa è cambiato? Ecco le risposte alle domande più importanti.

Ma partiamo dall'inizio, perché questi crimini sono aumentati?

Stando ai cantoni, una causa sarebbe l'aumento dei Money Mule (i "muli del denaro", ndr.): «Spesso si tratta di cittadini comuni che si lasciano ingannare dalle offerte di lavoro di "manager finanziari" e mettono a disposizione il proprio conto bancario per ricevere e inoltrare denaro», afferma Hanspeter Krüsi, portavoce della polizia cantonale di San Gallo.

«Con l'errata convinzione di accettare un lavoro serio, questi cittadini stipulano un "contratto di lavoro". In questo modo, i Money-Mules vengono istruiti a ricevere i fondi provenienti da incassi o vendite di qualsiasi tipo sul loro conto bancario e a inoltrarli in contanti, in un trasferimento estero o sotto forma di conversione e trasferimento di criptovalute», spiega Krüsi. Incoscienti oppure no, queste persone diventano a loro volta riciclatori di denaro e complici dei truffatori.

Secondo l'Ufficio federale di polizia Fedpol, parte del sensibile aumento è legato alle criptovalute all'appropriazione indebita o all'uso fraudolento dei crediti Covid.

Da dove proviene il denaro riciclato in Svizzera?

Secondo Zora Hauser, studiosa di criminalità organizzata e mafia all'Università di Oxford, il denaro proviene non solo dall'estero ma anche dalla stessa Svizzera. «Il sistema svizzero è abusato da tutti i tipi di criminali, dai singoli evasori fiscali alle strutture di criminalità organizzata come la camorra e 'ndrangheta». Solo di recente si è saputo che la mafia nigeriana chiamata Black Axe è attiva in Svizzera, tra l'altro, nel traffico di droga e di esseri umani.

Che ruolo ha la criminalità organizzata?

Secondo Hauser, la Svizzera sta iniziando ad accorgersi solo ora di un qualcosa che c'è sempre stato: «In Italia si è sostenuto per decenni che la mafia non esisteva. Le autorità svizzere non devono commettere lo stesso errore. Chi opera nel nostro Paese? E come? E perché? La conoscenza della criminalità organizzata in Svizzera è ancora ad uno stadio embrionale».

Un motivo potrebbe riguardare anche il fatto che la comunicazione fra le polizie di diversi cantoni è assolutamente migliorabile. «Risolvere i casi di riciclaggio di denaro è il primo passo verso una migliore comprensione della diffusione e del funzionamento della criminalità svizzera», conclude l'esperta. 

Cosa dice, a riguardo, il Ministero pubblico della Confederazione?

Per il Procuratore generale, la criminalità organizzata e il riciclaggio di denaro sono priorità strategiche: «Stiamo portando avanti diversi procedimenti penali nell'ambito del perseguimento di organizzazioni criminali provenienti dall'ambiente di varie organizzazioni mafiose, per lo più di origine italiana», conferma la Confederazione.

Una presa di posizione che non dispiace all'Ong giornalistica Public Eye: «L'aumento dei reati di riciclaggio di denaro è in linea con l'aumento delle segnalazioni e con l'attenzione finalmente crescente verso questo problema», afferma il portavoce di Public Eye, Oliver Classen.

Cosa (e quanto) c'entrano le criptovalute?

Secondo l'Ufficio federale di polizia Fedpol, l'importanza delle criptovalute nel nostro sistema economico e nella nostra società è in costante aumento, e per questo sono in aumento anche gli illeciti: «Le criptovalute consentono un certo grado di anonimato nelle transazioni effettuate, il che aumenta anche il potenziale di abuso ai fini del riciclaggio di denaro», scrive la Fedpol. Altra area grigia sono i casinò online: «Anche queste due aree saranno quindi sottoposte in futuro ad analisi di rischio approfondite».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE