Cerca e trova immobili

SVIZZERAEventuali blackout e casse dei supermercati, come pagheremo?

25.10.22 - 12:20
Coop e Migros stanno pianificando dei piani d'emergenza nel caso di improvvise interruzioni di corrente
20Min / Simon Glauser
Fonte F. Pöschl
Eventuali blackout e casse dei supermercati, come pagheremo?
Coop e Migros stanno pianificando dei piani d'emergenza nel caso di improvvise interruzioni di corrente

BERNA - Il recente guasto avvenuto nei supermercati Coop - che ha impedito i pagamenti con carte di credito/debito - ha creato qualche disagio ai clienti. Potrebbe essere stata inoltre un'anticipazione di quanto è possibile che accada quest'inverno, visto che si parla molto di possibili blackout.

Cosa accadrà se la corrente andrà via proprio mentre stiamo facendo la spesa? Le transazioni di pagamento elettronico, chiaramente, saranno impossibili. Persino un breve arresto parziale dell'elettricità potrebbe provocare un guasto. Ma anche le transazioni in contanti sono state digitalizzate da tempo, e dipendono dall'elettricità.

I grandi distributori Coop e Migros si stanno già preparando, valutando eventuali soluzione alternative nel caso avvengano delle interruzioni di corrente.

«Pagamenti... sospesi»
Coop vuole prevenire i disagi causati dai mancati pagamenti con carta con un metodo già noto e utilizzato in passato. Come riportato dal quotidiano Bieler Tagblatt, i clienti dovrebbero poter annotare i propri dati personali, lasciando le loro fatture in sospeso, e pagarle poi in seguito. 

«Nel caso sia impossibile effettuare pagamenti con carta, abbiamo recentemente iniziato a offrire la possibilità di sospendere i pagamenti», ha confermato una portavoce di Coop. «I clienti dovranno fornire i propri dati personali e potranno pagare gli importi arretrati in negozio entro tre giorni». 

Anche Migros vuole offrire la possibilità di effettuare pagamenti offline, nel caso di interruzioni di corrente, ha confermato un portavoce della catena. Più nel dettaglio, la soluzione che si sta studiando è quella di "memorizzare" l'importo e i dati della carta direttamente presso i terminali di pagamento. Non appena il sistema ritorna poi a funzionare, il terminale procederebbe automaticamente alla trasmissione dei dati e alla fatturazione.

Quali clienti potranno usufruire di questa possibilità? Non sarà solo prerogativa di Migros, ma ciò dipenderà anche dal fornitore della carta.

Occhio ai bancomat
In questi casi si potrà lasciare un attimo la spesa e andare a prelevare al bancomat? Non proprio: se non c'è elettricità, non funziona nemmeno il bancomat.

L'Associazione delle transazioni di pagamento elettronico VEZ teme che i clienti possano persino rimanere senza contanti in caso di un'interruzione prolungata di corrente, e per questo ha chiesto a Berna di evitare di colpire il settore nel caso si rendano necessarie restrizioni o contingentamenti di energia.

In ogni caso, sempre secondo il giornale biennese, la Confederazione si sta già chinando sul problema: oltre ad aver analizzato la sicurezza delle transazioni di pagamento elettronico con il settore finanziario avrebbe infatti già formato un gruppo di lavoro con i rappresentanti del settore bancario. Non è però ancora chiaro se ci saranno eccezioni per il commercio in caso di interruzione della rete.

COMMENTI
 

vulpus 1 anno fa su tio
Avete cannato con la vostra digitalizzazione delle casse, come del resto anche altri grandi magazzini.Lasciate il personale a fare l'incasso. È un segnale importante verso una via che si stà facendo largo: il ritorno ai negozi di quartiere, dove il lato umano è il principale ingrediente e dove si trova ugualmente di tutto: meno traffico, più veloce e meno inquinamento.

Mirschwizer 1 anno fa su tio
Con i dindi in tasca problemi non ce ne sono .... bisogna solo aprire la cassa manualmente e fidarsi delle cassiere .....

Lorenzo62 1 anno fa su tio
Nessuno che parla mai di generatori di corrente. Pensate forse che un supermercato può mettere a repentaglio il contenuto di freezer e frigoriferi? Sveglia! I problemi di pagamento presso Coop sono di tipo informatico

pontsort 1 anno fa su tio
Tanto come pensate di fare la spesa se manca la luce?

Matan 1 anno fa su tio
Avere i soldi in contanti non viene più presa come opzione? Io preferisco pagare ancora in contanti e avere fisicamente i soldi in mano che affidarmi completamente all'elettronica dove tutto è così volatile. Aprofitto anche per pubblicare un'iniziativa che ha come scopo di "proteggere" i contanti in modo che non vengano mai sostituiti completamente da carte o app, liberta di scelta per come pagare. https://polit-plattform.ch/project/volksinitiative-bargeld-ist-freiheit/

Luganese 1 anno fa su tio
La soluzione è semplice …. ma ha dei costi e non si vuole investire troppo. Parlo per esperienza. Le grosse aziende e le banche, dovrebbero fare un audit annuale che comprenda obbligatoriamente, nuova norma da approvare a livello federale, la verifica obbligatoria che sia attivo (infrastrutture installate) e funzionante (minimo due test all’anno) il servizio di backup, ossia che ci siano accumulatori che in caso di blackout possano erogare energia e consentire la continuità del servizio usando l’infrastruttura usuale. Diverso il caso di problemi tecnici dove si dovrebbe switchare automaticamente su un’infrastruttura parallela, riservata solitamente all’esecuzione dei test e che potrebbe essere usata in caso di disastro e verificata nell’ambito del servizio di disaster recovery. Prossimamente assisteremo sempre più a parecchi blackout a causa di attacchi hacker ed è meglio prepararsi per tempo. Basta investire e la soluzione si trova in tempi brevi. Se mi pagano profumatamente, non al livello di Mbappé 😂, posso occuparmene io 😀
NOTIZIE PIÙ LETTE