Immobili
Veicoli

SVIZZERASi inaspriscono le disposizioni federali sull'etichettaEnergia

07.07.22 - 15:46
Dal primo gennaio 2023 i limiti di categoria non verranno più stabiliti in base all'offerta del mercato
Archivio
Si inaspriscono le disposizioni federali sull'etichettaEnergia
Dal primo gennaio 2023 i limiti di categoria non verranno più stabiliti in base all'offerta del mercato
Con la revisione dell'Ordinanza dell'efficienza energetica il metodo di calcolo è stato adeguato e le categorie di efficienza energetica saranno calcolate in base all'obiettivo delle prescrizioni sulle emissioni di CO2

BERNA - La Confederazione obbliga il settore Svizzero delle automobili a fare un passo avanti verso la transizione ecologica. Dal primo gennaio 2023 l' etichettaEnergia avrà criteri più restrittivi. Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha previsto una nuova classificazione delle categorie di efficienza energetica nell’etichettaEnergia per le automobili nuove. L'adeguamento avviene nel quadro della valutazione annuale prescritta dall'ordinanza sull'efficienza energetica (OEEne). Inoltre è stato messo in atto il nuovo metodo di calcolo dei limiti di categoria.

Da marzo 2003 l'etichettaEnergia per le automobili dev'essere apposta in modo ben visibile su ogni nuovo veicolo in vendita. Essa prevede sette categorie di efficienza, dalla A alla G: la categoria A corrisponde alle automobili più efficienti, la G a quelle comparativamente meno efficienti. L'etichetta contiene anche altri dati, quali ad esempio il consumo di carburante o le emissioni di CO2 prodotte dal veicolo, e consente pertanto di valutare anche i fattori energetici e ambientali al momento dell'acquisto.

Principali novità
Finora i limiti di categoria venivano stabiliti in base all'offerta del mercato e ricalcolati ogni anno dal DATEC. Con la revisione dell'OEEne del 3 giugno 2022 il metodo di calcolo è stato adeguato: dal 1° gennaio 2023, le categorie di efficienza energetica saranno calcolate in base all'obiettivo delle prescrizioni sulle emissioni di CO2. Anche in futuro il calcolo delle categorie di efficienza energetica continuerà a basarsi sugli equivalenti benzina per l'energia primaria. Questi servono al rilevamento uniforme del consumo energetico delle diverse tecnologie di propulsione.

Sono state introdotte modifiche anche per l'elettricità: finora si è utilizzato il mix di energia elettrica fornito sulla base delle garanzie di origine. Dal 1° gennaio 2023 si passerà al mix di energia elettrica del consumatore, che si basa sulla produzione interna e il commercio con l'estero e rappresenta quindi meglio la qualità dell'energia elettrica effettivamente consumata.

La media delle emissioni di CO2 di tutte le nuove automobili messe in circolazione tra il 1° giugno 2021 e il 31 maggio 2022 non viene più indicata sull'etichettaEnergia. Tale regolamentazione è entrata in vigore il 1°gennaio 2020. Si deve tuttavia continuare a indicare il valore nei listini prezzi e negli shop online. Nel 2022 il valore era di 149 g/km (calcolato sulla base di dati WLTP), quello calcolato per il 2023 è pari a 129 g/km (WLTP).

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA