Immobili
Veicoli

ZURIGOSwiss fa infuriare lo staff con i bonus per i dipendenti Lufthansa

14.06.22 - 20:11
La compagnia aerea vuole risolvere la penuria di personale pescando dai dipendenti della casa madre.
Imago
Fonte 20Minuten/FP
Swiss fa infuriare lo staff con i bonus per i dipendenti Lufthansa
La compagnia aerea vuole risolvere la penuria di personale pescando dai dipendenti della casa madre.
Questi vengono attirati con salari allettanti e camere d'albergo. La compagnia aerea: «Nessun trattamento privilegiato»

ZURIGO - Dopo i licenziamenti di massa dovuti alla crisi pandemica, Swiss sta soffrendo una pesante carenza di personale. Alla compagnia aerea mancano ben 600 assistenti di volo, come riferito a 20 Minuten da un dipendente. Insomma, il personale a disposizione è risicatissimo. Nonostante ciò, Swiss rimane ferma sulla sua decisione di tenere nel suo organico solo dipendenti vaccinati.

La soluzione della compagnia aerea sembra dunque quella di reperire nuovo personale in Germania. Circa 70 assistenti di volo della casa madre Lufthansa dovranno recarsi in Svizzera per un periodo di massimo nove mesi e dare così una mano per le rotte a breve e lungo raggio. Ma potrebbe esserci anche di più.

I bonus per i nuovi arrivati - La compagnia aerea, secondo l'insider, sta attirando i tedeschi con offerte interessanti, come l'ingresso diretto come cabin manager. I dipendenti di lunga data, d'altra parte, per raggiungere quella posizione devono "sudare".

Non è tutto. I nuovi (e temporanei) arrivati riceveranno anche un bonus mensile di 500 franchi. Swiss offrirà loro anche una camera d'albergo come alloggio.

«È un boccone amaro per lo staff» - Il trattamento speciale riservato ai neo assunti sta facendo infuriare i dipendenti Swiss. «Si sentono trattati peggio», sottolinea il portale di settore Aerotelegraph. L'insider conferma: «È un boccone amaro per lo staff attuale». Dalla crisi pandemica e fino alla fine del 2023, è in atto un pacchetto di risparmi che include anche una riduzione dei salari.

Swiss, tuttavia, assicura che i nuovi colleghi non avranno un trattamento privilegiato. I 500 franchi in più terrebbero conto infatti dei contributi previdenziali e dei premi dell'assicurazione sanitaria. Inoltre, trattandosi di un impiego temporaneo, il fornire un alloggio diventa una necessità.

Il sindacato critica i licenziamenti - Il sindacato VPOD mostra comprensione per la rabbia provata dai dipendenti ritenendo ingiustificato il licenziamento di massa adottato.

Secondo il segretario regionale VPOD Stefan Brülisauer, la compagnia aerea dovrebbe annullare immediatamente le misure anti crisi in modo da riattirare il vecchio personale, rendendo non necessario il «reclutamento dall'estero».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA