keystone
Engelberg ed Alain Berset
SVIZZERA
24.10.2021 - 11:150
Aggiornamento : 17:02

Engelberger si sbilancia: «La pandemia finirà in primavera»

Il presidente della Conferenza dei direttori della sanità è ottimista, ma a due condizioni

BERNA - Tutto ha una fine. Anche la pandemia di Covid. E dovrebbe cadere la prossima primavera secondo il presidente della Conferenza cantonale dei direttori sanitari Lukas Engelberger, 

In un'intervista alla SonntagsZeitung, l'esperto si dice «ottimista» sui futuri sviluppi della crisi. A due condizioni: che non si verifichino nuove mutazioni pericolose del virus, e che la campagna di vaccinazione prosegua a ritmo serrato. Le persone non vaccinate correranno «comunque un alto rischio di contrarre il virus» durante l'inverno. 

Lo stesso Engelberger, nell'intervista, ha riconosciuto che non è possibile fare previsioni scientifiche sulla durata della pandemia. Nell'ultimo anno e mezzo gli esperti sono stati molto prudenti. Di recente però anche Daniel Speiser, professore di immunologia a Losanna, si è lasciato andare a dichiarazioni ottimistiche. 

L'Ufficio federale di sanità (Ufsp) è più cauto. E prevede costi legati alla pandemia per 1,5 miliardi di franchi nel 2022, soprattutto a causa delle fatture per i test coperti fino all'11 ottobre dall'Confederazione. Si tratta in gran parte di un effetto ritardato, precisa il domenicale: i fornitori hanno tempo fino a nove mesi dopo il test per presentare il conto a Berna.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-04 15:37:53 | 91.208.130.86