Sopra le seicento infezioni in 24 ore
Keystone (Archivio)
SVIZZERA
16.07.2021 - 13:440
Aggiornamento : 15:47

Sopra le seicento infezioni in 24 ore

Continua ad aumentare il numero dei contagi in Svizzera. E oggi si registra anche una nuova vittima.

La variante Delta è ormai dominate e rappresenta già il 77,6% dei casi.

BERNA - In Svizzera, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 619 nuovi casi di coronavirus, secondo le cifre pubblicate dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). È stato segnalato anche un nuovo decesso, mentre cinque persone sono state ricoverate in ospedale. Intanto la variante Delta è ormai diventata dominante nel nostro Paese e rappresenta già il 77,6% dei casi. Ed è anche per questo che i casi continuano ad aumentare: ieri la Confederazione aveva infatti annunciato 582 nuove infezioni, mentre mercoledì erano 527.

Nel corso delle ultime 24 ore sono stati invece trasmessi i risultati di 36'440 test, indica l’UFSP. Il tasso di positività è dell'1,70%. Sull'arco di due settimane, il numero totale d'infezioni è 4'569. I casi per 100'000 abitanti negli ultimi 14 giorni sono 52,85. Il tasso di riproduzione, che ha un ritardo di una decina di giorni sugli altri dati, si attesta a 1,44.

Vaccinazioni - Complessivamente 8'444'375 dosi di vaccino sono state consegnate ai cantoni, di cui 8'425'758 sono state somministrate. Il 52.40% delle persone sono state vaccinate con almeno una dose, mentre il 43.27% è già completamente immunizzata. La scorsa settimana (dall'8 al 14 luglio) si è registrato un leggero aumento del ritmo delle inoculazioni (+3%). In totale sono state 457'796 le dosi somministrate, con una media giornaliera di 65'399. 

Da inizio crisi - Dall'inizio della pandemia, 707'976 casi di Covid-19 sono stati confermati in laboratorio su un totale di 8'735'091 test effettuati in Svizzera e nel Liechtenstein. In totale si contano 10'375 decessi e il numero di persone ospedalizzate si attesta a 29'268.

Quarantene e isolamento - In Svizzera si contano attualmente 2'828 persone in isolamento e 3'841 entrate in contatto con loro e messe in quarantena. A queste se ne aggiungono 940 di ritorno da un Paese a rischio e posti in quarantena.

Tio/20minuti
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 2 mesi fa su tio
Come avvenuto con tutte le pandemie del passato, a fronte di parecchi contagi i ricoveri sono irrilevanti, segno che il virus non sa più dove sbattere la testa e la situazione si sta normalizzando. C’è chi sta perdendo più anni di vita per la paura che per l’effettivo rischio dovuto al virus, molti hanno perso il lavoro e altri toccato la soglia della povertà.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
I vaccini proteggono. Le finanze di chi li produce.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 13:47:38 | 91.208.130.85