Keystone
SVIZZERA
01.07.2021 - 08:100
Aggiornamento : 10:41

Un test ogni due minuti, ma ancora non basta

Tra vacanze, manifestazioni estive e locali notturni, la domanda di test e relativi codici QR è in aumento esponenziale.

E mentre l’offerta stenta a seguire, i non vaccinati devono faticare per ottenere il loro via libera.

Fonte 20minutes/Pauline Rumpf/David Ramseyer
elaborata da Simona Roberti-Maggiore
Giornalista in formazione

GINEVRA - Quasi nessun appuntamento per il resto della settimana, poca disponibilità per la prossima: per arrivare a farsi un test tocca darsi un bel po' da fare. L’estate e i nuovi allentamenti decisi dal Consiglio federale hanno infatti fatto impennare le richieste di tamponi per il rilevamento del Covid-19, e farmacie e centri medici non sanno più dove girarsi.

Boom di richieste - «La domanda è enorme», afferma Rémi Lafaix, presidente di PharmaGenève. «Alcuni chiedono rinforzi, altri stanno riorganizzando la propria forza lavoro». Le registrazioni per i test, in particolare per gli antigenici rapidi, sono aumentate a partire da inizio giugno, e la progressione è diventata più rapida nell’ultima settimana. L'attesa può durare una decina di giorni. «Nel 90% dei casi, lo si fa per viaggiare», spiega Rémi Lafaix. «Cerchiamo di rispondere a tutte le richieste, anche all'ultimo minuto. Ma è complicato».

Un test ogni due minuti - «Abbiamo dovuto raddoppiare la nostra capacità, siamo a due test ogni cinque minuti e il telefono squilla continuamente», afferma Silvia Missana, capo infermiera del Vevey Station Medical Center. L'aumento corrisponde a quanto si era già visto a Pasqua, e bisogna ora aggiungere le persone che vogliono andare a eventi o in un club. In ogni caso, non sono malati: delle 130 proiezioni della giornata, il il numero di risultati positivi è vicino allo zero». «Le capacità di test sono davvero sotto pressione», conferma Chrystel Domenjoz, portavoce del Dipartimento della salute vodese. Attualmente stiamo esplorando le possibilità di un rinforzo temporaneo. Si raccomanda di anticipare le riservazioni il più possibile».

A caccia di codici QR - Ottenere un appuntamento, però, non risolve tutto: per ottenere un certificato Covid valido, serve comunque un QR code con il relativo esito del tampone, che non tutte le istituzioni sono ancora in grado di fornire. «Ci stiamo lavorando, è difficile renderlo semplice per persone che non sono esperte di tecnologia», aggiunge Silvia Missana. Infastidito dalla «disastrosa implementazione» del pass, il nightclub Audio di Ginevra ha nel frattempo rinunciato alla sua riapertura prevista per questo fine settimana. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 12:09:11 | 91.208.130.89