Keystone
SVIZZERA
30.06.2021 - 11:240

Un nuovo sistema di supporto per i militari

L'organo di mediazione indipendente seguirà i militi in caso di problemi o irregolarità.

BERNA - I militari potranno in futuro rivolgersi a un nuovo organo di mediazione indipendente in caso di problemi relativi al servizio. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale, intenzionato a completare le offerte di consulenza e assistenza esistenti.

La legge militare e il regolamento di servizio dell'esercito concedono infatti già oggi supporto per questioni mediche, spirituali, psicologiche e sociali, ricorda il governo in un comunicato. Oltre a ciò verrà ora creato un nuovo organo di mediazione, che fornirà consulenza in modo complementare e suggerirà possibili soluzioni in caso di problemi.

Esso avrà inoltre la facoltà esprimere raccomandazioni per gli organi competenti dell'esercito e dell'amministrazione militare. La necessaria modifica del Regolamento di servizio dell'esercito, approvata oggi dall'esecutivo, entrerà in vigore il 1° gennaio 2022.

Rispetto all'offerta attuale, che il governo definisce comunque «in generale valida», l'idea è quella di garantire un organo indipendente, oltre che sempre pienamente disponibile anche al di fuori dei periodi in cui si svolgono concretamente i servizi militari. Con questa novità, sottolinea il Consiglio federale, i militi che si trovano in situazioni difficili o che individuano delle irregolarità avranno accesso nel modo più rapido possibile a una consulenza esterna.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-16 21:15:09 | 91.208.130.89