syndicom
SVIZZERA
02.06.2021 - 14:480

Stipendi troppo bassi, proteste davanti alla sede della Posta

Una delegazione di oltre 20 dipendenti della Epsilon ha manifestato con il nuovo sistema salariale.

Il nuovo salario orario implica una drastica riduzione dello stipendio, che può andare fino a 600 franchi al mese per molti dipendenti.

BERNA - Dipendenti di Epsilon, filiale romanda della Posta, hanno protestato oggi assieme ai sindacati davanti alla sede centrale della Posta a Berna contro un nuovo sistema salariale. Le novità porterebbero a uno stipendio orario di 17,44 franchi.

Con la nuova struttura, si legge in un comunicato odierno del sindacato Syndicom, i dipendenti di Epsilon rischiano un calo salariale fino a 600 franchi mensili.

Con 17,44 franchi orari, si andrebbe contro i regolamenti della Commissione federale delle poste (Postcom) per il settore, rendendo ancora più difficile la situazione in un ramo già svantaggiato, secondo il presidente dell'Unione sindacale svizzera Jean-Yves Maillard, citato nella nota.

La situazione è considerata incomprensibile e inaccettabile dai rappresentanti sindacali, che chiedono alla Posta di intervenire direttamente contro quelli che vengono definiti stipendi da fame.

Già negli anni 2018 e 2019 c'erano state proteste contro la politica salariale di Epsilon, che nel febbraio 2020 è stata condannata dalla Postcom al pagamento di una multa di 180'000 franchi, oltre al versamento degli stipendi arretrati dovuti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 08:58:56 | 91.208.130.89