Keystone
SVIZZERA
07.05.2021 - 16:110

«Parmelin sospenda subito i brevetti sui vaccini»

Il PS invita Berna «ad assumersi la sua responsabilità globale» non opponendosi più alla sospensione dei brevetti.

Ada Marra: «Salvare vite umane vale più dei profitti delle ditte farmaceutiche». Marina Carobbio: «Nella lotta contro la pandemia, gli interessi delle imprese non devono contare di più dell'accesso solidale, rapido e conveniente ai vaccini per tutte le persone del mondo».

BERNA - La discussione su vaccini e brevetti è più animata che mai. Ieri la Svizzera si era dichiarata «contraria» a sospendere la proprietà intellettuale sui preparati contro il Covid-19 poiché essa è uno stimolo «all'innovazione» e «incoraggia le aziende farmaceutiche a investire sulla ricerca». Non è dello stesso parere il PS svizzero che invita «immediatamente» Guy Parmelin a «sospendere i brevetti sui vaccini contro il Covid-19».

Una battaglia, questa, che il PS sta combattendo «da mesi» e per cui ha raccolto già migliaia di firme. A dar man forte ai socialisti è poi arrivata la presa di posizione a favore della sospensione dei brevetti nientemeno che degli Stati Uniti. «Salvare vite umane vale più dei profitti delle ditte farmaceutiche», attacca Ada Marra, vicepresidente del PS svizzero.  «Nella lotta contro la pandemia, gli interessi delle imprese non devono contare di più dell'accesso solidale, rapido e conveniente ai vaccini per tutte le persone del mondo. Dopo tutto, i vaccini hanno potuto essere sviluppati e omologati così rapidamente solo grazie alla cooperazione e al finanziamento pubblico», aggiunge la Consigliera agli Stati ticinese Marina Carobbio.

Per il Partito Socialista è quindi tempo che la Svizzera «si assuma la sua responsabilità globale come sede di ditte d’importanza internazionale» non opponendosi più alla sospensione dei brevetti nel quadro dell'OMC (Organizzazione mondiale del commercio).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-25 03:22:27 | 91.208.130.85