20minuten
SVIZZERA
06.05.2021 - 06:000

Il maltempo costringe i ristoratori a buttare il cibo

Se il tempo non collabora, i ristoranti devono chiudere di nuovo le terrazze.

Molti alimenti freschi finiscono nella spazzatura invece che nel piatto.

ZURIGO - Due settimane fa il Consiglio federale ha riaperto le terrazze: una boccata d'ossigeno per molti ristoratori. Ma gli spazi limitati e la dipendenza dal bel tempo fanno sì che i ristoratori debbano buttare via il cibo regolarmente.

«Quando il tempo è bello si pò sperare di lavorare un po' più, ma se improvvisamente fa di nuovo freddo e piove, ci tocca buttare via la merce che abbiamo comprato», ammette Daniela Kimmich, portavoce di GastroSuisse.

«Abbiamo dovuto cestinare insalate fresche» - Anche Heinz Reichenbach, padrone di casa del ristorante Ebel a Inwil bei Baar, racconta gli sprechi delle ultime due settimane: «Abbiamo dovuto buttare prodotti freschi come verdure e insalate. Ciò a causa del maltempo. Ora aspettiamo sabato, quando si spera che torni il sole».

Secondo Reichenbach, a livello finanziario, non vale la pena essere aperti, ma vuole comunque rendere felici i suoi ospiti. «Il tempo è imprevedibile. Se ci sono meno ospiti del previsto, ti resta la merce. Questo ci scoraggia».

Artisti dell'improvvisazione - Lo chef Michele Agricola del ristorante Heugümper di Zurigo conosce il problema. E cerca di risolvere sfruttando la sua capacità di improvvisazione. «Faccio la spesa al mattino e pianifico la giornata - racconta -. C'è il rischio che non riusciremo a garantire sempre tutto il menù, ma i clienti lo capiscono ed evitiamo sprechi».

I risparmiatori aiutano a risparmiare - Sempre più organizzazioni di risparmio alimentare vengono contattate dai ristoratori per non dover buttare via il cibo avanzato. Anche l'associazione “Madame Frigo” ha notato un aumento della domanda da quando i ristoranti sono chiusi. L'associazione offre frigoriferi pubblici in tutta la Svizzera per salvare gli avanzi di cibo.

«Con la pandemia, i nostri frigoriferi sono sempre più utilizzati, anche dai ristoranti», afferma il project manager Jana Huwyler.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattiatr 1 mese fa su tio
Sapete se per caso esiste un'app per telefono per tracciare il cibo in esubero nei ristoranti e ritirarlo privatamente (sempre se ancora in buone condizioni). Come privato ho esigenze inferiori rispetto a un ristorante quindi ritirare il cibo da questi per evitare di buttarlo non sarebbe male.
Talos63 1 mese fa su tio
Avete voluto la bicicletta… ora pedalate. Avete voluto a tutti i costi che la confederazione vi desse il permesso di aprire le terrazze… ora non lamentatevi. Forse la natura vi sta dando un segno. Meditateci sopra
seo56 1 mese fa su tio
Regalarlo ai poveri no eh!!!
SteveC 1 mese fa su tio
Grazie CF di insistere con la vostra strategia insensata
Gandi81. 1 mese fa su tio
Basta fare le comande con un po' di testa e non si butta niente. Sto covid sta facendo impazzire la gente. Al giorno d'oggi che la meteo viene aggiornata mille vte al giorno ancora cerchiamo di dare la colpa al tempo per la nostra incapacità di gestire la merce in una cucina, ma non San più cosa dire
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-20 11:02:09 | 91.208.130.85