Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
07.03.2021 - 17:100

78 giornaliste scrivono alla direzione di Tamedia

Le dipendenti deplorano di essere «ostacolate, rimproverate e pagate meno».

Arthur Rutishauser: «Siamo consapevoli che le misure prese finora per aumentare la percentuale di donne nelle redazioni e nelle posizioni dirigenziali non sono sufficienti e che è tempo di una strategia vincolante».

ZURIGO - A Tamedia le donne sono ostacolate, rimproverate e pagate di meno. È quanto affermano 78 giornaliste in una lettera indirizzata alla direzione del gruppo mediatico.

Nella missiva - pubblicata su Twitter nel fine settimana - sostengono di avere meno voce in capitolo nelle riunioni e che i loro suggerimenti non vengono presi sul serio o addirittura ridicolizzati.

La cultura aziendale è dominata dagli uomini, aggiungono, facendo notare che gli uomini sono la maggioranza nelle redazioni e occupano quasi tutti i posti chiave. Le firmatarie chiedono una risposta immediata per migliorare la situazione.

Arthur Rutishauser, caporedattore, ha reagito dichiarando oggi a persoenlich.com: «Siamo consapevoli che le misure prese finora per aumentare la percentuale di donne nelle redazioni e soprattutto nelle posizioni dirigenziali non sono sufficienti e che è tempo di una strategia vincolante».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-19 03:42:39 | 91.208.130.86