Keystone
Lucerna è stato il primo cantone ad avviare la campagna di vaccinazione lo scorso 23 dicembre.
SVIZZERA
30.12.2020 - 19:000

Il vaccino divide in due la Svizzera

Tredici cantoni hanno già iniziato la più grande campagna di vaccinazione nella storia svizzera.

Altrettanti, tra cui Ticino e Grigioni, si metteranno all'opera a inizio gennaio. La priorità per tutti? Difendere le categorie più fragili della popolazione.

BERNA - La più grande campagna di vaccinazione della storia svizzera è già realtà in 13 Cantoni. Gli altri 13, tra cui il Ticino e i Grigioni, si metteranno all'opera dall'inizio di gennaio. Priorità sarà data agli anziani ospiti in case di riposo e di cura, la categoria più a rischio, come anche agli adulti con patologie gravi.

Nei Cantoni di Vaud, Basilea Città, Basilea Campagna, Ginevra, Friburgo, Neuchâtel, Vallese, Soletta, Lucerna, Zugo, Svitto, Nidvaldo e Appenzello Interno, le prime persone sono già state vaccinate contro il coronavirus, per lo più anziani e residenti di case di riposo e di cura.

Gli altri 13 Cantoni hanno preferito attendere l'inizio del nuovo anno. A Zurigo, le operazioni incominceranno il 4 gennaio. Le prime a essere immunizzate saranno le persone a partire dai 75 anni. Lo stesso giorno anche a Uri si inizierà con le vaccinazioni: in testa le persone di 75 anni e più anziane, e gli adulti con malattie croniche a più alto rischio. Stesso scenario a Obvaldo.

Anche nel Ticino e nei Grigioni verranno eseguite le prime vaccinazioni dal 4 di gennaio, con un'attenzione particolare per anziani e ospiti nelle case di riposo. Il 4 gennaio è stato scelto anche dal Giura, San Gallo, Glarona, Appenzello Interno ed Esterno, come anche a Turgovia.

A Sciaffusa, a partire dalla prossima settimana, squadre mobili di vaccinazione si sposteranno tre le diverse case di riposo e di cura. Argovia prevede d'iniziare le vaccinazioni il 5 gennaio. Berna comincerà a immunizzare la popolazione che lo desidera dall'11 di gennaio nei centri appositi di Berna-Insel, Berna-Wankdorf, Tavannes, Thun e Interlaken. Il 14 gennaio aprirà il centro di vaccinazione di Burgdorf e il 18 gennaio quelli di Bienne e Langenthal. Al centro di vaccinazione di Langnau im Emmental si partirà dal 25 di gennaio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Volpino. 9 mesi fa su tio
Si legge: "Berna comincerà a immunizzare la popolazione che lo desidera dall'11 di gennaio nei centri appositi di Berna-Insel, Berna-Wankdorf, Tavannes, Thun e Interlaken". Uno dei più grandi Cantoni della Svizzera risulta il fanalino di coda. Sono tipicamente lenti come la politica a palazzo federale.
Evry 9 mesi fa su tio
Berna è Berna e NON cambiera MAI !!! Troppi dipendenti di 3a classe perchè nominati per la partitocrazia, auguri per tempi miglior.
Wunder-Baum 9 mesi fa su tio
Warum ? Non si poteva iniziare una vaccinazione graduale ed allineata in tutti i cantoni ?
Volpino. 9 mesi fa su tio
@Wunder-Baum Dies ist weniger auf die eigentlich vorhandenen Kapazitäten zurückzuführen, sondern aufgrund geringer Impfdosen. Der Impfplan kam auch wegen des noch nicht zugelassenen AstraZeneca-Vakzins durcheinander.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 10:43:56 | 91.208.130.87