Immobili
Veicoli

SVIZZERADa Losanna un trattamento "rivoluzionario" contro i tumori

23.10.20 - 15:57
È stato sviluppato dal CERN di Ginevra e dal Politecnico di Losanna (EPFL)
CERN / EFPL
Fonte ats
Da Losanna un trattamento "rivoluzionario" contro i tumori
È stato sviluppato dal CERN di Ginevra e dal Politecnico di Losanna (EPFL)

LOSANNA - Una ricerca condotta congiuntamente dal CERN di Ginevra e dal Politecnico federale di Losanna (EPFL) ha sviluppato una nuova macchina che consente di utilizzare una tecnica di punta, l'adroterapia, per trattare i tumori. Rispetto ai due mastodontici apparecchi finora esistenti, CERN e EPFL ne hanno sperimentato uno in formato molto più ridotto e meno complesso.

L'adroterapia è una forma di radioterapia a fasci esterni che utilizza fasci di protoni, neutroni o ioni positivi per il trattamento dei tumori. Attualmente esistono due macchine superconduttrici per terapie di questo tipo al mondo: ma una - a Heidelberg, in Germania - misura circa 13 metri di altezza e 25 di lunghezza per un peso di oltre 600 tonnellate, e l'altra - a Chiba, in Giappone - è alta 11 metri e lunga 13 per un peso di 250 tonnellate.

La ricerca dottorale condotta da CERN e EPFL ha sviluppato un apparecchio alternativo, che non solo è più piccolo, ma anche meno complesso per poter facilitare l'adroterapia, ribattezzato GaToroid. Con tale macchina "rivoluzionaria", si potranno trattare più malati di cancro rispetto a oggi, spiega l'EPFL in una nota odierna.

Il primo modello di dimostrazione è in corso di fabbricazione. Le sue dimensioni sono state divise per tre, ma l'obiettivo finale è di creare una macchina reale nel corso del prossimo decennio.

Video:

COMMENTI
 
Tato50 1 anno fa su tio
Accidenti dopo averne avuti quattro ecco che ti inventano un macchinario che dovrebbe essere poco invasivo; sempre che funzioni. Bene a saperlo, ci vediamo al quinto perché ho la vaga sensazione che si è affezionato a me ma ha cambiato zona e lo saprò tra qualche giorno !!
Don Quijote 1 anno fa su tio
Ciao Tato, guarda che sono sempre radiazioni e nell'articolo parlano di quantità di pazienti trattati più che della qualità, non preoccuparti del tumore, fai piuttosto attenzione al covid, anche se penso che da te non trova più posto. Mi dispiace tanto per l'accaduto, non ti ho scritto prima perchè mi sono gelato e penso che le parole servano a ben poco. Forza Tato
Tato50 1 anno fa su tio
Grazie Don !!! Non ho più la forza di andare avanti, troppo accanimento sulla mia persona e la mia famiglia. Dopo la morte dell'angioletto di mia figlia nell'incidente, sono morto dentro e questa volta la forza di rialzarmi non credo di trovarla. Volevo abbandonare il Blog e stare solo, ma poi ci ho ripensato perché qualcuno che per un attimo mi distoglie dal pensiero mi fa solo bene almeno per pochi secondi. Adesso devo mettere a posto il problema che non ricevo le risposte perché la tua l'ho vista per caso. Ciao carissimo !!!!!!!
pillola rossa 1 anno fa su tio
Come osate parlare di altre malattie all'infuori del dio covid?
Tato50 1 anno fa su tio
È un offesa ai malati di cancro essendo una malattia che conosciamo da troppo tempo. Lasciamoli morire in pace e occupiamoci del "Virus". Poi quando ci sarà il vaccino magari due parole sui tumori maligni le potremo anche spendere ;D
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA