Keystone
SVIZZERA
03.06.2020 - 18:170

Svizzera alla presidenza del Codice di condotta dell'Aia contro i missili balistici

L'obiettivo è quello di ampliare le nazioni aderenti e far rispettare le norme vigenti

BERNA - La Svizzera ha assunto oggi la presidenza del Codice di condotta dell'Aia contro la proliferazione dei missili balistici (HCOC). Berna intende rafforzare il clima di fiducia fra gli Stati per lottare contro le armi di distruzioni di massa e i loro vettori.

La proliferazione di missili balistici rappresenta una minaccia per la sicurezza internazionale, scrive in un comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Per ridurre la diffidenza tra gli Stati è necessario assicurare lo scambio di informazioni sui programmi civili e militari e sui lanci previsti.

L'HCOC mira a prevenire l'ulteriore diffusione di questi sistemi. I Paesi che vi aderiscono sono tenuti a fornire ogni anno informazioni sulle loro attività missilistiche. Durante la sua presidenza, Berna intende far sì che gli Stati membri applichino il codice rispettando pienamente gli obblighi assunti.

La Svizzera punta inoltre ad ampliare il numero di nazioni aderenti: attualmente i firmatari sono 143. Questo accordo politico comunque non è un documento vincolante ai sensi del diritto internazionale, ricorda il DFAE.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-09 04:48:26 | 91.208.130.87