Terapia della trombosi per salvare dal Covid-19?
TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
23.04.2020 - 16:140
Aggiornamento : 16:29

Terapia della trombosi per salvare dal Covid-19?

Molti pazienti soffrono di embolia polmonare. Trattando i coaguli, si potrebbero magari salvare delle vite

ZURIGO - 338 pazienti ricoverati presso un ospedale universitario di Milano, tutti positivi al coronavirus. Nel 21% dei casi sono stati rilevati coaguli di sangue. Sono i risultati di uno studio dell'Ospedale Universitario di Zurigo (USZ). I ricercatori intendono chiarire se una fluidificazione del sangue nei pazienti curati ambulatorialmente potrebbe salvare delle vite.

Tra i pazienti milanesi, il tipo di coagulo di sangue di gran lunga più comune era quello dell'embolia polmonare: si tratta di un fenomeno che se non viene trattato sollecitamente può portare rapidamente alla morte per insufficienza cardiaca.

I ricercatori ritengono che molti pazienti abbiano sviluppato i coaguli di sangue prima ancora di essere ricoverati in ospedale. «Se queste persone subiscono un'embolia polmonare a casa, potrebbero non arrivare in tempo in ospedale», afferma Nils Kucher, direttore del reparto di angiologia dell'USZ, citato nel comunicato stampa.

Il suo team prevede ora di procedere a uno studio per scoprire se la profilassi mirata della trombosi nei pazienti ambulatoriali con Covid-19 possa ridurre il numero di complicazioni e persino evitare il decesso dei malati. Lo studio è ancora in fase di revisione da parte della commissione etica cantonale e l'inizio è previsto per la fine di aprile.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 15:36:47 | 91.208.130.89