Immobili
Veicoli

ZURIGOE Zurigo si scoprì omofoba, ennesimo pestaggio contro i gay

11.02.20 - 13:08
È il terzo caso in pochi mesi. Domenica notte tre ragazzi finiti in ospedale. Perchè sta crescendo l’omofobia nella città più gay della Svizzera?
Lettore 20 Minuten
ZURIGO
11.02.20 - 13:08
E Zurigo si scoprì omofoba, ennesimo pestaggio contro i gay
È il terzo caso in pochi mesi. Domenica notte tre ragazzi finiti in ospedale. Perchè sta crescendo l’omofobia nella città più gay della Svizzera?

ZURIGO - È la città svizzera con il più alto numero di locali gay. Quella con la più alta concentrazione di ragazzi omosessuali. Insomma una città che vanta una mentalità aperta e tollerante. Eppure a Zurigo da tempo si ripetono violenti atti di omofobia. Lo scorso 16 settembre due ragazzi sono stati pestati a sangue nel centralissimo quartiere di Niederdorf da un gruppo di persone composto da cinque individui. Picchiati solo perché gay. La loro serata è finita in ospedale.

Hanno trascorso la notte di Capodanno in ospedale altri due ragazzi gay, vittime di un’aggressione il primo gennaio. Se ne stavano tranquillamente fuori da un locale. Sono stati avvicinati da altri quattro ragazzi. Hanno chiesto loro se erano gay e quando uno di essi ha risposto affermativamente gli hanno tirato in faccia un bicchiere e hanno iniziato a picchiarli. Capodanno al pronto soccorso: per uno naso fratturato, per l’altro lacerazione sotto l'occhio.

Nella notte di domenica l’ennesimo episodio, a poche ore dal voto sulla legge contro la discriminazione basata sull'orientamento sessuale. Sempre nel quartiere di Niederdorf, nei pressi del locale gay Heaven. Diversi omosessuali erano usciti dal bar per prendere una boccata d’aria quando sono stati aggrediti alle spalle da una gang di omofobi, che hanno inveito contro di loro. «Ci dicevano froci disgustosi, ma abbiamo fatto finta di niente e li abbiamo ignorati» ha raccontato Tiago al portale 20 Minuten. Era un gruppo di almeno una decina di persone, tra giovani e qualche adulto. «Gli abbiamo detto di andarsene - ha raccontato una vittima - ma evidentemente per loro è stata una provocazione e hanno iniziato a menarci». È spuntato pure un coltello e a farne le spese è stato un addetto alla sicurezza del locale, ferito alla spalla. Bilancio della serata: tre ragazzi feriti. Stando alle dichiarazioni della polizia, il principale autore della rissa sarebbe un ragazzo siriano, che nel frattempo è stato arrestato. 

Cosa sta succedendo dunque a Zurigo? Come spiegare la crescente omofobia soprattutto tra gli adolescenti? Prova a spiegarlo a 20 Minuten Dirk Baier, capo dell'Istituto per la delinquenza e la prevenzione del crimine dell'Università di scienze applicate di Zurigo. «I giovani omosessuali sono un bersaglio facile perché facilmente riconoscibili dal branco». Un branco che spesso è formato da «giovani con un passato migratorio alle spalle» e che spesso viene spinto ad agire «per emulazione, per far parte del gruppo». Il professore sottolinea che questi comportamenti omofobi e violenti vengono portati all'eccesso dal «consumo di alcol e droghe», ma che una spiegazione più profonda va ricercata nel loro vissuto. «Probabilmente nella loro infanzia o adolescenza è stata loro inculcata una visione maschilista della società. Una visione che non tollera identità di genere alternative». Cosa fare per rimediare a questa situazione preoccupante? «A mio avviso - conclude Baier - c'è bisogno d'inculcare nei giovani un messaggio di tolleranza. Le scuole e i genitori, ma soprattutto le varie istituzioni religiose, dovrebbero rendere inequivocabilmente chiaro che non esiste discriminazione basata sull'orientamento sessuale. Insomma che siamo tutti uguali».

COMMENTI
 
pulp 2 anni fa su tio
Nel merito dell'articolo, leggo che a Zurigo ci sarebbero stati dei pestaggi a danno di persone omosessuali, dove la motivazione é proprio l'orientamento sessuale di chi é stato aggredito. I casi segnalati partono da settembre ad oggi (4 mesi). Per comprendere se si può parlare di"fenomeno" bisognerebbe perlomeno contestualizzare quante risse avvengono a Zurigo ed eventualmente anche i motivi. Inoltre bisognerebbe anche capire chi sono gli aggressori. Su quest'ultimo punto leggo che colui che ha tirato fuori un coltello é siriano. Qui oserei dire che forse forse é bene che a sinistra si mettano un po' in chiaro su alcune cose (anche se millantano di essere il partito dell'amore). Per l'islam, l'essere gay é peccato. Quindi mal si concilia la posizione buonista verso l'immigrazione islamica con la tutela dei diritti degli omosessuali…. é un po' come se mi vantassi di essere vegano e poi di notte farei entrare il lupo nel recinto delle pecore…. meditate gente.
miba 2 anni fa su tio
Ciao pulp, il tuo ragionamento non fa una grinza... Oggi abbiamo tuttavia un (enorme) problema e cioè che troppa gente parla/scrive senza che il cervello sia sincronizzato, alias pensano con la testa degli altri e molto poco (o in certi casi zero) con la propria....
Bacaude 2 anni fa su tio
La redazione viene invocata per il problema dei post che non seguono quello a cui si risponde fenomeno...
Bacaude 2 anni fa su tio
X MIBA sotto. c.v.d.
Gus 2 anni fa su tio
Ha ragione il Professore: è gente con un passato migratorio. E allora facciamone entrare ancora di più. Grazie Simonetta
Rusky 2 anni fa su tio
alla faccia della libertà d‘espressione: vedo che i miei post dove scrivo di immigrati non integrabili - vengono eliminati. Tout va bien Madame La Marquise, hein ?!
Bacaude 2 anni fa su tio
In tutta onestà diresti la stessa cosa anche se l'articolo riguardasse una banda di siriani che ha stuprato una donna svizzera? Io, coerentemente a quanto penso, in prima istanza crederei alla vittima. Tu?
Bacaude 2 anni fa su tio
Il giochetto non era riferito a te. Per tutto il resto a me sembra piuttosto semplice capire che come vanno queste cose decine e decine di volte. Spesso invece tu rifili i discorsi che rifilava chi non voleva dare il voto alle donne, chi non voleva che i plebei si emancipassero e chi non voleva che gli afro-americani ottenessero diritti..
Bacaude 2 anni fa su tio
X MIBA. Redazione diventa impossibile seguire un discorso così...
miba 2 anni fa su tio
Eh già, quando la discussione non va secondo le tue direttive poi ti lamenti.... Nessun discorso ma solo la realtà dei FATTI così come sono e come mi sono permesso di sottolineare, alias che 1. siamo arrivati ormai al (triste) punto che tutto ciò che non è gay è omofobo. 2. ironicamente (ma non è forse la semplice verità?) non esistono associazioni/comunità di eterosessuali perché sarebbero subito a carattere omofobo. 3. se vi è una determinata situazione (e non importa quale!) come minimo i media dovrebbero riportare quanto TUTTI quelli coinvolti hanno da dire in merito, poi sarà chi legge che si farà le dovute considerazioni. 4. è una mia impressione o sbaglio sul fatto che le notizie possono venir riportate in modo voluto e/o pilotato? E non mi riferisco solo ai gay... 5. nei tuoi post/commenti noto spesso che chi non la pensa come te viene in qualche modo da te messo al muro (quindi chi fa i giochetti??). 6. Accetta anche le opinioni di chi non la pensa come te e che in proposito invoca nientemeno che la redazione di tio (???): eviterai di dimostrare pubblicamente che sei una persona presuntuosa e supponente, oltre che piagnucolona :)
curzio 2 anni fa su tio
Mamma mia, che travaso di bile. Non hai ancora digerito la batosta di domenica scorsa?
miba 2 anni fa su tio
Bel commento! Sicuramente l'avrai pensato per almeno un paio d'ore :):):)
Bacaude 2 anni fa su tio
Tu pensi realmente che ci sia qc che non abbia capito il tuo ozioso giochetto?...
tazmaniac 2 anni fa su tio
ma soprattutto le varie istituzioni religiose, dovrebbero rendere inequivocabilmente chiaro che non esiste discriminazione basata sull'orientamento sessuale. Insomma che siamo tutti uguali». eh beh, dovreste forse farlo capire prima alla frangia politica che continua a difendere a spada tratta l'indiscriminata e troppo spesso ingiustificata migrazione, senza preoccuparsi minimamente dell'integrazione o addirittura negando l'evidenza...questi sono purtroppo i risultati...
tazmaniac 2 anni fa su tio
...Stando alle dichiarazioni della polizia, il principale autore della rissa sarebbe un ragazzo siriano... Ironia della sorte...
Maxy70 2 anni fa su tio
«giovani con un passato migratorio alle spalle»... Queste definizioni in “politicamente corrette” hanno veramente il potere di mandarmi in temperatura! Ditelo chiaramente, una buona volta, chi sono questi personaggi! Non credo che siano giovani educati in paesi civili, democratici, tolleranti. È la “ricchezza” culturale che importiamo da dove si predica (anche a casa nostra!) intolleranza, violenza e omicidio a danno degli “infedeli”, oltre che gay, lesbiche, eccetera... E ci si mettono anche i social-assistenzali nostrani, che pretendono di fare la predica gente già educata alla violenza!
Monello 2 anni fa su tio
Concordo pienamente !
Bacaude 2 anni fa su tio
Brava, sono solo fanatici che vanno a braccetto con giovani teste rasate che votano UDC!
bozana.s 2 anni fa su tio
chi non è riconoscente verso la Svizzera e le innumerevoli occasioni che gli vengono date per integrarsi, non merita neanche di starci. Se siete qui, è per integrarvi e non per schierare tutti contro tutti. Se cosi non fosse;"fö di b***".
gmogi 2 anni fa su tio
Integrazione gran bella parola! Non può funzionare con troppa gente diversa fra loro che dovrebbe adeguarsi alle leggi o regole del paese dove vive. Missione impossibile!!
klich69 2 anni fa su tio
Chi la fa la aspetti, basta poi difendere questa categoría che poi la minoranza adesso è la gente normale.
miba 2 anni fa su tio
...visione maschilista della società oppure in questa nuova società tutto ciò che non è gay e/o transgender è omofobo? Nell'era delle LGTB e dei gay pride c'è ancora qualche movimento che difende il diritto di essere eterosessuali? No, perché sarebbe subito considerato un movimento omofobo. Dov'è nell'articolo l'altra campana, cioè anche la versione dei presunti picchiatori di gay? Non accuso e non difendo nessuno per carità, ma troppo spesso mi sembra che i media perseguano altri scopi che non quello dell'informazione, scopi ben studiati e magistralmente pilotati....
Mattiatr 2 anni fa su tio
Difatti io sono contrario sia alla legge contro alle discriminazioni razziali, sia contro quella votata sabato. Un individuo andrebbe punito in base che fa ad un altro individuo, non per quello che pensa. Ricordiamo che non esiste il giusto o il sbagliato, ma quello che pensa la maggioranza. Esempio tangibile l'abbiamo studiato a storia. Trovo per cui che le leggi debbano essere più imparziali possibile e senza un soggetto specifico, ma in genere riferito all'essere umano (che sia alto, basso, blu, o che gli piacciano le bambole). Abbiamo pian piano superato quel filo sottile che separa la legge uguale per tutti alla legge che favorisce alcune classi sociali. La cosa non mi piace affatto.
marco17 2 anni fa su tio
Aggredire e picchiare qualcuno, indipendentemente dai suoi orientamenti sessuali, è un delitto e chi lo fa deve essere punito. Se poi hanno aggredito le vittime perché erano gay o per altri motivi, importa poco.
GI 2 anni fa su tio
e verrà anche il giorno che troveranno che li menerà per bene.....
sedelin 2 anni fa su tio
schifosi barbari :-( spero che li acciuffino e gliele diano di santa ragione!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA