Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
12 ore
Più di 200 pazienti già in terapia intensiva
La nuova variante Omicron non è ancora stata rilevata in Svizzera
SVIZZERA
12 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
12 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
15 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
VALLESE
16 ore
Il Vallese dice sì all'iniziativa per l'abbattimento facilitato dei grandi predatori
L'esito dello scrutinio non ha riservato sorprese, ma il margine di manovra del cantone è risicato
SVIZZERA
18 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
18 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
18 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
18 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
19 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
20 ore
In attesa del voto, «basta con le ostilità»
Grande successo per l'appello lanciato dalla Società svizzera di utilità pubblica settimana scorsa.
SVIZZERA
21 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
22 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
BERNA
13.12.2018 - 06:060
Aggiornamento : 08:51

TV: dovremo guardarci la pubblicità anche usando la funzione replay?

Il Nazionale decide oggi se vietare la possibilità di saltare gli spot guardando i programmi in differita. Netflix potrebbe approfittarne

BERNA - La funzione replay permette ai telespettatori di guardare a piacimento programmi andati in onda anche sette giorni prima. Una possibilità che consente, tra le altre cose, di saltare la pubblicità mentre lo si fa. Questa opzione, però, potrebbe avere vita corta. L’Associazione di interessi radio e televisione IRF - che rappresenta società come la SSR SRG - lamenta infatti perdite pubblicitarie legate a questa pratica.

La questione approda oggi al Consiglio nazionale, che dovrà decidere se limitare la possibilità di saltare le pubblicità. L’idea è quella di permettere alle emittenti di vietare agli operatori come Swisscom di lasciar saltare gli spot. In risposta, la protezione dei consumatori minaccia già un referendum.

«Nel 2017 il danno causato dalle pubblicità saltate ammontava a 110 milioni di franchi, ma le emittenti hanno ricevuto solo 9,7 milioni», lamenta la direttrice dell’IRF, Andrea Werder. «Alle emittenti dovrebbe essere permesso di generare un determinato introito pubblicitario», sottolinea. Si potrebbe quindi per esempio pensare di mostrare uno o due spot da 30 secondi prima di un film e poi consentire di saltare senza problemi la pubblicità nel corso dello stesso, spiega.

Swissstream, l’unione svizzera degli operatori di streaming, teme invece che una revisione faccia crescere i prezzi della TV digitale. Le emittenti pretenderebbero infatti un’indennizzo per la possibilità di saltare la pubblicità.

I vari attori del settore, insomma, non concordano sul da farsi. «Delle offerte attrattive come quella di Netflix potrebbero espandersi oppure la gente potrebbe ricorrere più spesso allo streaming illegale», valuta il direttore di Swissstream, Alexander Schmid. Andrea Werder, dell’IRF, non è d’accordo: «Nessuno cambierebbe canale se, prima di un programma come 10vor10 (della televisione svizzero tedesca SRF, ndr), andassero in onda due brevi spot», assicura.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 2 anni fa su tio
con una campagna terroristica, hanno fatto votare al cittadino (citrullo) come volevano loro, adesso ci imporranno la pubblicita' nei programmi; giu' sempre a 90; ma questo succede sempre quando la gente non sa' difendere i propri interessi o far valere le proprie idee, intanto il buon Canetta e accoliti se la ridono alla facciaccia nostra
limortaccituoi 2 anni fa su tio
Siamo delle macchine da consumo. Di cosa ci stupiamo? Il capitalismo sfernato che difendiamo tanto ha bisogno di questo.
F.Netri 2 anni fa su tio
@limortaccituoi E ti pareva che l'eco-maoista non se la prendeva col capitalismo? Piuttosto che vivere secondo i principi dei collettivi comunisti, preferisco la pubblicità in TV.
curzio 2 anni fa su tio
Il prossimo passo: verrà istituita una speciale polizia che controllerà che i lettori non saltino le pagine pubblicitarie quando sfogliano un giornale.
Monello 2 anni fa su tio
...mio post sparito ????
curzio 2 anni fa su tio
Questo è il ringraziamento per aver bocciato l'iniziativa "No Billag".
Meno 2 anni fa su tio
Quando le aziende non si vogliono adattare o reinventarsi per stare a passo con i tempi..... Proposta da affossare assolutamente. Se invece applicheranno questa misura fanno posso tranquillamente guardare quello che voglio in netflix o streaming, lasciandoli del tutto a bocca asciutta.
curzio 2 anni fa su tio
@Meno Il caro canone radio-tv lo pagherai in ogni caso, quindi a loro i soldi non mancheranno. Se ne fanno un baffo se ti abboni a Netflix!
Meno 2 anni fa su tio
@curzio Certo, ma almeno non devo pagare la Swisscom TV. Voglio vedere se tolgono il replay quante disdette ci saranno!
curzio 2 anni fa su tio
@Meno Peccato che non è Swisscom che vuole il divieto, ma la SSR e compagnia bella. Con le disdette si punisce chi non ne può niente. Anche se... un po' di disdette ci possono stare, visto che la Swisscom mi sta sulle palle! :-D
Meno 2 anni fa su tio
@curzio Appunto, ma vuoi mettere che una swisscom possa avere meno peso "politico" delle emittenti? E anche se fosse, pago per il servizio che voglio, indipendentemente dalle responsabilità. Detto questo, Swisscom TV è molto carente specialmente per la lingua italiana (VoD), non vale assolutamente il prezzo che fanno pagare..
franco1951 2 anni fa su tio
Non arrivate un po' tardi con questa idea del cavolo? La lobby dei pubblicitari ha oliato bene a Berna? Così si va anche ad ingrassare le casse dei distributori tipo Netflix, Sky ecc. Dovevate dirlo prima della votazione No Billag (io ero favorevole al mantenimento del canone) e non mi cambiate le condizioni subito dopo. Non "molto onesto.
jumpgum 2 anni fa su tio
Basta non pagare più e il gioco è fatto.
WGWG 2 anni fa su tio
Governati da un branco di buffoni
WGWG 2 anni fa su tio
@WGWG E sottomessi
francox 2 anni fa su tio
Netflix. Forse hanno ragione i miei figli...
jumpgum 2 anni fa su tio
Bene da oggi ritorno a piratare i film su internet.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 06:32:47 | 91.208.130.86