HCAPZurigo ancora blindata

26.11.22 - 22:21
Passato in doppio vantaggio nel primo periodo, l’Ambrì ha subito la rimonta dei Lions
keystone-sda.ch (MICHAEL BUHOLZER)
Zurigo ancora blindata
Passato in doppio vantaggio nel primo periodo, l’Ambrì ha subito la rimonta dei Lions
A poco sono servite le reti di Pestoni e Spacek.
Hockey - LNA26.11.2022

LIVE

Zurigo
4 - 2
Ambrì
HOCKEY: Risultati e classifiche

ZURIGO - La nuova arena di Zurigo resta ancora blindata. Inizialmente l’Ambrì pareva aver incastrato la serata giusta per porre fine all’imbattibilità casalinga dei Lions (andando avanti di due gol). I padroni di casa hanno però poi presto ripreso a dettar legge e hanno infine sconfitto i leventinesi per 4-2. Non è bastato dunque l’impegno del complesso di Luca Cereda, decisamente meno cinico (e anche un po’ sfortunato) rispetto agli avversari.

A difendere la porta biancoblù questa sera c’era Conz. Senza Juvonen, Shore ha occupato lo slot per gli stranieri disponibile, sistemandosi accanto a Zwerger e Pestoni. Kneubuehler ha spalleggiato i due cechi Spacek e Chlapik nel terzo blocco. Bürgler invece ha giostrato in seconda linea insieme a Marchand – tornato all’ala – e McMillan. In difesa, assente Burren (non al meglio fisicamente).

Il restyling dell’attacco leventinese ha offerto nuove e interessanti combinazioni, fruttando immediatamente due punti in avvio di gara. Dopo che un coach’s challenge lo aveva inizialmente privato della gioia del gol – per un contatto quantomeno dubbio tra Zwerger e Hrubec – Pestoni ha gonfiato la rete, regolarmente, a 8’18” in situazione di powerplay. Il “figlio della valle” ha infilato l’1-0 ribattendo un tiro di Bürgler che aveva incocciato il palo. Spacek ha poi raddoppiato spingendo in porta un altro rebound, su un’azione innescata da un contrattacco ben condotto da Chlapik (12’15”).

Quanto di buono costruito dai biancoblù è però stato subito raso al suolo dai Lions, tutt’altro che accomodanti nel lasciare il gioco in mano agli avversari. Prima una scorribanda di Riedi ha sorpreso Conz sul suo palo (13’24”), poco più tardi Hollenstein ha invece ristabilito la parità in superiorità numerica (16’53”).

Il powerplay zurighese ha completato la rimonta in apertura di periodo centrale, quando è stato Azevedo a trafiggere Conz per la terza volta (21’04”). Gli uomini di Luca Cereda hanno avuto bisogno di qualche minuto per digerire il 3-2 incassato, per poi caparbiamente tornare a creare un consistente volume di apporto offensivo. Tuttavia, le numerose conclusioni hanno puntualmente sbattuto contro Hrubec. Il più vicino a trovare il punto del pari è stato Bürgler, a nemmeno un minuto dalla seconda sirena, colpendo la traversa al termine di una sua iniziativa personale.
Lo Zurigo ha spento le speranze dei leventinesi all’inizio dell’ultima frazione. Malgrado un coach’s challenge chiamato da Luca Cereda – per un presunto offside – gli arbitri hanno convalidato il gol siglato da Azevedo (41’55”), che dunque è costato all’Ambrì il doppio svantaggio e 2’ in inferiorità numerica. La pessima parentesi iniziale ha privato i biancoblù delle forze necessarie per proiettarsi seriamente in zona offensiva. È stato piuttosto Conz a doversi superare su Diem per non appesantire il disavanzo. Nel finale, oltre 2’ giocati in 6v5 non hanno aiutato l’Ambrì a riportarsi in partita e lo hanno quindi visto uscire sconfitto 4-2 dalla Swiss Life Arena.

Si chiude così con zero punti il difficile fine settimana dei sopracenerini – trovatisi di fronte due ostici avversari, Bienne e Zurigo – i quali restano fermi all’undicesimo posto in classifica (29 punti in 25 partite).

Martedì Pestoni e soci torneranno sul ghiaccio di casa, dove affronteranno il Losanna.

L’unica altra squadra riuscita, nel sabato di campionato, a gioire davanti ai propri spettatori è stato il Bienne che, spinto dai punti di Olofsson, Brunner, Sallinen e Hofer, ha regolato senza troppi problemi 4-0 l’Ajoie. Poi sono arrivati solo pianti casalinghi. Il Berna - che ha comunicato di aver allungato il contratto di Moser fino al 2025 - si è arreso 2-3 ai rigori davanti al Davos, il Kloten ha dovuto masticare amaro (1-3) contro il Ginevra, il Losanna si è fatto sgambettare 3-4 dal Friborgo e lo Zugo è andato a far punti (1-2) in quel di Rapperswil.

ZURIGO-AMBRÌ 4-2 (2-2; 1-0; 1-0)
Reti: 8’18” Pestoni (Bürgler) 0-1; 12’15” Spacek (I. Dotti) 0-2; 13’24” Riedi (Wallmark, Geering) 1-2; 16’53” Hollenstein (Andrighetto, Kukan) 2-2; 21’04” Azevedo (Kukan, Andrighetto) 3-2; 41’55”
Lammikko 4-2.
AMBRÌ: Conz; Z. Dotti, Heed; Fischer, Virtanen; I. Dotti, Fohrler; Zündel; Trisconi, Kostner, Grassi; Marchand, McMillan, Bürgler; Kneubuehler, Spacek, Chlapik; Zwerger, Shore, Pestoni.
Penalità: 5x2' Zurigo; 6x2' Ambrì.
Note: Swiss Life Arena, 12’000 spettatori. Arbitri: Stricker, Mollard; Altmann, Gurtner.

CLASSIFICA
PLPuntiWDLGFGAGDFORM
1Ginevra41852315714810147WWWWW
2Bienne427822101213510926LLLLW
3Zurigo4272219151219625LWWWL
4Lakers397018151113710037WWWWW
5Davos40681527811610214WLLWW
6Friborgo41641812151181099LLLLW
7Berna4260121915124131-7LLWLL
8Zugo40591414151231221WWLWL
9Kloten4259161218109139-30WLLLL
10Lugano405517321113121-8LWWWW
11Ambrì4154111618121127-6WLWLW
12Langnau415214820105130-25LLWWL
13Losanna4048111419108126-18LLWWW
14Ajoie433681226100165-65WLLLL
Ultimo aggiornamento: 29.01.2023 06:51
COMMENTI
 
Evry 2 mesi fa su tio
Solo chi vive sulle adulazioni e sogna sulle nuvole poteva pensare di battere i Lions.
pardo54 2 mesi fa su tio
Non sono sicuro che cambiando coach di avranno risultati migliori. Bisogna stringere le fila, un qualche esamino di coscienza e cercare di ripartire.
Muntin 2 mesi fa su tio
Cambiare Coach fino che siamo in tempo arrocco con Landry
cle72 2 mesi fa su tio
Un altro pseudo tifoso. Forza Luca, forza Paolo e forza Ambri. Mai mollare💪
Evry 2 mesi fa su tio
Solito FUOCO DI PAGLIA e Coach polvere bagnata ..... mi sa che ora ne rimame pocha anche di questa.. cmq auguri
cle72 2 mesi fa su tio
Fatti una vita.
DonPedro 2 mesi fa su tio
fatti una pugnetta...a volte aiuta
Bibo 2 mesi fa su tio
Ma davvero credi che ne sia in grado?
NOTIZIE PIÙ LETTE