Immobili
Veicoli

L'OSPITE - STEFANO TOGNIL'Ambrì ha il "suo" oro Olimpico: «Hietanen? Tanta roba...»

24.02.22 - 07:00
Il difensore dei biancoblù è salito sul tetto a cinque cerchi con la Finlandia: «Ha realizzato un sogno».
Reuters, archivio
L'Ambrì ha il "suo" oro Olimpico: «Hietanen? Tanta roba...»
Il difensore dei biancoblù è salito sul tetto a cinque cerchi con la Finlandia: «Ha realizzato un sogno».
Stefano Togni si è anche espresso in merito alla stagione dei leventinesi: «Bisogna capire da dove provengono certi cali di tensione, ma Cereda sa come si gestiscono certe situazioni».

AMBRÌ - L'Ambrì ha ripreso il campionato di National League perdendo, martedì a Losanna (2-3), ancora una volta in rimonta.

La truppa di Luca Cereda – che tornerà sul ghiaccio venerdì sera in Leventina, sempre contro i vodesi – ha disputato una partita solida, ma alla fine non è stata in grado di portare a casa punti. «È davvero un peccato», sono state le parole dell'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «In questa stagione è capitato troppe volte che i biancoblù avevano la partita in mano, ma a causa di qualche dettaglio si sono fatti rimontare e hanno perso punti pesanti. Le prestazioni offerte dalla squadra non rispecchiano purtroppo la classifica attuale e non è sicuramente una situazione piacevole. Bisogna però restare positivi e guardare avanti, cercando di capire da dove provengono certi cali di tensione, anche perché non manca più molto al termine della regular season».

I sopracenerini occupano attualmente l'11esima posizione della classifica con 49 punti, quattro lunghezze di ritardo dal Berna (53), che è anche sceso in pista una volta in meno. «In questo momento gli Orsi sono chiaramente in vantaggio rispetto ai leventinesi, ma finché la matematica non emetterà tutti i verdetti sarà fondamentale crederci fino all'ultimo. L'obiettivo dei pre-playoff è ancora a portata di mano e Cereda sa esattamente come si gestiscono certe situazioni, sono fiducioso».

Nella giornata di ieri Paolo Duca ha perfezionato l'arrivo di Cory Conacher dal Berna sino alla fine della stagione. «È un giocatore di qualità e conosce molto bene il campionato svizzero. Non ho capito bene le ragioni della separazione con il Berna, ma potrà sicuramente dare una grande mano a Pestoni e compagni in vista del rush-finale. I bilanci si faranno poi alla fine».

E Jusso Hietanen ha avuto il merito di salire sul tetto Olimpico con la Finlandia. «Un giocatore dell'Ambrì che conquista la medaglia d'oro ai Giochi Olimpici è davvero tanta roba: per i tifosi, per i compagni di squadra e per tutto l'ambiente in generale. È già difficile poter partecipare a un evento del genere, se poi ti porti a casa anche il metallo più prezioso – oltretutto il primo della storia della nazionale di hockey del tuo Paese – diventa un sogno che si realizza. La Finlandia ha in ogni caso meritato questo traguardo, ha mantenuto alto il livello nell'arco di tutto il torneo, giocando in maniera semplice e – senza grandissimi nomi, ma trascinata da alcuni elementi di assoluta esperienza – è riuscita a fregiarsi di un prestigioso oro olimpico».

COMMENTI
 
adri57 7 mesi fa su tio
Caro Togni. Ma quale partita solida! Solo grazie a Conz, lo score è contenuto. Guarda anche la differenza dei tiri. Un’abisso fra le 2 squadre. Poi se la vigliamo raccontare a chi non ha visto la partita…..
Bibo 7 mesi fa su tio
Concordo, Losanna molto superiore in tutto ma comunque siamo riusciti a giocarcela fino alla fine...
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT