Cerca e trova immobili

EUROPA CONFERENCE LEAGUEIl Bodo/Glimt ha scartato i regali del Lugano

30.11.23 - 22:25
«Se non fossimo stati costretti a vincere, non sarebbe mai finita in questa maniera»
keystone-sda.ch (Mats Torbergsen)
Il Bodo/Glimt ha scartato i regali del Lugano
«Se non fossimo stati costretti a vincere, non sarebbe mai finita in questa maniera»
«Più che gli errori e gli infortuni, a questo livello è la cura del dettaglio che fa la differenza».
Calcio - Conference League30.11.2023

LIVE

Bodo-glimt
5 - 2
Lugano
CALCIO: Risultati e classifiche

BODO - Serviva vincere, ha preso cinque gol. In Norvegia il Lugano ha però giocato “meglio” di quanto detto dal risultato. E di sicuro l’obbligo di fare i tre punti ha condizionato la prestazione. Questo ha spiegato Mattia Croci-Torti in conferenza stampa. 

«Sapevamo che dovevamo vincere per forza e per forza di cose abbiamo provato qualcosa nel secondo tempo, lasciando spazi dietro dove loro sono stati bravi a fare il terzo, il quarto e il quinto gol - ha sottolineato il mister ticinese - Se non fossimo stati costretti a vincere, non sarebbe mai finita in questa maniera. Penso che dobbiamo recriminare per quello che abbiamo visto nel primo tempo. C’è stato un Lugano che è venuto a Bodo a creare due chance nei primi cinque minuti e a controllare il gioco in questa maniera: andare a casa con una sconfitta così netta fa sicuramente male. Loro sono stati nettamente più efficienti di noi, hanno dimostrato di avere molta più qualità. Ogni volta che abbiamo fatto qualche errore, sono stati brutali nel farci male. Mentre noi non siamo stati così bravi negli ultimi sedici metri. E di occasioni ne abbiamo avute. Non posso dire che la squadra non sia venuta qui con coraggio di giocare. Avevo chiesto personalità e penso che nel primo tempo l’abbiamo vista tutti. Non era così scontato, dal primo minuto, a testa alta in questa maniera. Però siamo noi che piangiamo ma dobbiamo accettarlo perché a livello internazionale queste cose si pagano. Se fai dei regali, queste squadre li scartano volentieri. Non siamo stati bravi a sufficienza».

L’azione del primo gol del Bodo/Glimt è stata un insieme di errori bianconeri. «Peccato perché eravamo stati molto concentrati fino a quel momento. Invece lì, in dieci secondi, abbiamo messo insieme veramente tante scelte sbagliate. Non sono qui a puntare il dito ma sicuramente abbiamo fatto scelte che non avremmo dovuto fare. Ci sono stati tratti della partita nei quali con semplicità abbiamo trovato sempre le linee di passaggio, nei quali siamo riusciti a fare quello che avevamo provato… Loro però, ecco, con quella qualità nei sedici metri hanno fatto vedere quanto si è efficienti a livello internazionale. Hanno giocato con decisione negli ultimi venti metri, hanno giocato con decisione ogni palla… Noi siamo arrivati al tiro tante volte, ma forse non con la convinzione che hanno mostrato i nostri avversari. E questo è il grande insegnamento che questo percorso ci ha dato». 

Un percorso che il Lugano ha affrontato con tanti uomini ai box. «Non abbiamo mai parlato di infortuni. Ho cercato sempre di dare il massimo della fiducia ai ragazzi che c’erano. Perché ero sicurissimo che con quelli che avevo a disposizione avremmo potuto fare una bella partita. Questo nonostante non ci fossero cinque elementi della vittoria contro il Besiktas. Siamo sempre andati avanti con grande convinzione sapendo di potercela giocare con tutti. Quello che fa la differenza a questo livello è anche la qualità degli avversari, a volte più alta di quella che hanno quelli che incontriamo in campionato. Il Bodo/Glimt ha un’esperienza internazionale nettamente diversa dalla nostra. Sono però sempre convinto che, se riesci a indirizzarle in una certa maniera, le partite puoi portarle a casa. Ci abbiamo provato e questa è la cosa che mi porto via. Poi purtroppo si deve essere sul pezzo per novanta minuti e non concedere mai niente. Più che gli errori e gli infortuni, a questo livello è la cura del dettaglio che fa la differenza».

COMMENTI
 

vulpus 2 mesi fa su tio
Lugano non è una squadra per questi tornei, anche se la proprietà lo chiede. ci sono dei limiti, oltre i quali non è possibile pretendere. Inoltre non sono abituati a giocare a queste temperature.

angelina 2 mesi fa su tio
peccato, troppi errori in difesa.

Hannoveraner 2 mesi fa su tio
Mattia Croci-Torti non sei più credibile

uriah heep 2 mesi fa su tio
Risposta a Hannoveraner
Non è colpa dell’allenatore . Lui è bravo tatticamente e porta buona energia ed emozioni. Ci sono invece dei limiti di alcuni giocatori, che fanno sempre gli stessi errori, per cui a certi livelli internazionali non hai chance! Auguri 🎉 comunque forza 👏 Lugano sempre !!
NOTIZIE PIÙ LETTE