SERIE ASinisa esonerato: «Non è il momento giusto per allontanare l’uomo da uno dei suoi motivi di sopravvivenza»

07.09.22 - 13:30
Il cantautore bolognese Andrea Mingardi non condivide la scelta operata nelle scorse ore dalla società emiliana
keystone-sda.ch / STF (Luca Bruno)
Sinisa esonerato: «Non è il momento giusto per allontanare l’uomo da uno dei suoi motivi di sopravvivenza»
Il cantautore bolognese Andrea Mingardi non condivide la scelta operata nelle scorse ore dalla società emiliana
Nel frattempo Roberto De Zerbi ha rifiutato di sostituire Mihajlovic, per via dell'amicizia che c'è fra i due.
CALCIO: Risultati e classifiche

BOLOGNA - L'esonero di Sinisa Mihajlovic da parte del Bologna sta facendo molto discutere. Un vertice fra l'allenatore e la società - tenutosi ieri pomeriggio - ha però partorito questa decisione: il tecnico 53enne paga per un inizio deludente dei suoi che in cinque gare hanno ottenuto tre pareggi e due sconfitte. Per Miha si è chiusa un'esperienza cominciata ad inizio 2019 e contrassegnata anche dalla sua lotta alla leucemia.

Chi non ha preso bene la mossa del club è il cantautore e scrittore bolognese Andrea Mingardi, uno che la squadra emiliana ce l'ha nel profondo del cuore. «L'ho presa male - ha dichiarato l'82enne a "La Gazzetta dello Sport - Mi pare una mancanza di rispetto e un gesto non coerente per qualcosa che sapevano già da tempo. Non è il momento giusto per allontanare l'uomo da uno dei suoi motivi di sopravvivenza». 

Di momenti toccanti ce ne sono stati a bizzeffe in questi anni, ma Mingardi ne ha scelto uno: «Quando la squadra è andata sotto la finestra del Sant’Orsola dopo la vittoria a Brescia. Ma anche il pellegrinaggio per lui, mi pare nell'ottobre del 2019: ecco, lì c'era la vera anima del popolo bolognese, quella parte di città spero e penso preponderante che avrebbe continuato con Mihajlovic a costo di arrivare alla salvezza anche all’ultima giornata di campionato».

Nel frattempo - secondo quanto riporta il Corriere dello Sport - Roberto De Zerbi ha rifiutato di sostituire Mihajlovic, per via dell'amicizia che c'è fra i due. Il 43enne bresciano avrebbe accettato l'incarico soltanto in caso di dimissioni del collega. In corsa per la panchina restano Claudio Ranieri e Thiago Motta.  

COMMENTI
 
PeterTIO 4 mesi fa su tio
Ha fatto 4 vittorie in 24 partite, ha chiesto lui stesso di essere giudicato per i risultati sportivi. È rispetto, impopolare ma è rispetto.
Swissabroad 4 mesi fa su tio
Ma certo, è stato lui stesso a dire che non doveva essere trattato da malato. Niente compassioni. Sapeva a cosa andava incontro. Il giocattolino si è rotto, stop. Ora potrà pensare alla sua salute, che è la priorità.
Swissabroad 4 mesi fa su tio
Io sono tifoso del Bologna. Dispiace ovvio ma come hoscritto sopra, listello non voleva compartimenti. Il presidente ha detto che è stata una decisione sofferta, ed é la verità. Bologna...vacci 😆. Bella città, gente allegra e si mangia divinamente.
PeterTIO 4 mesi fa su tio
Grande Swissabroad, forza Bologna sempre e comunque!
Traspa 4 mesi fa su tio
Bè, se non dovessero trovare nessuno vado volentieri io ad allenare il Bologna.
Swissabroad 4 mesi fa su tio
Swissabroad 3 sec fa su tio Io sono tifoso del Bologna. Dispiace ovvio ma come hoscritto sopra, listello non voleva compartimenti. Il presidente ha detto che è stata una decisione sofferta, ed é la verità. Bologna...vacci 😆. Bella città, gente allegra e si mangia divinamente.
Swissabroad 4 mesi fa su tio
Lui stesso non voleva compatimenti...
NOTIZIE PIÙ LETTE