Immobili
Veicoli
Roma
1
Cagliari
0
2. tempo
(1-0)
Lugano
2
Bienne
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-2)
WAS Capitals
VAN Canucks
20:00
 
Roma
1
Cagliari
0
2. tempo
(1-0)
Lugano
2
Bienne
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-2)
WAS Capitals
VAN Canucks
20:00
 
keystone-sda.ch / STF (URS FLUEELER)
+14
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HCL
57 min
Fa festa il Bienne, il Lugano cade ancora
Malgrado un ottimo avvio, il Lugano è stato rimontato nell’ultima frazione dal Bienne, capace di imporsi 3-2.
HCAP
1 ora
Niente bis: Ambrì sconfitto a Losanna
I biancoblù, battuti 3-2, hanno sciupato l'occasione di migliorare la loro media-punti.
TENNIS
2 ore
La famiglia Djokovic: «Purtroppo non ha vinto lo sport»
La famiglia è estremamente dispiaciuta per quanto capitato al tennista.
SCI ALPINO
4 ore
Pazzesco Lucas Braathen: da 29esimo a vincitore
Clamoroso epilogo nella gara fra i paletti stretti con il norvegese che ha centrato una vittoria storica
TENNIS
6 ore
Durissima reazione del padre di Nole
La federazione serba di tennis: «La farsa è finita. Questa volta la politica ha sconfitto lo sport».
SCI ALPINO
6 ore
Lara nelle retrovie, in Austria vince Brignone davanti a una grandissima Suter
L'italiana si è imposta sulle nevi austriache davanti alla svittese di appena quattro centesimi
MELBOURNE
7 ore
Lamenti e pretese, storia del (pessimo) modello-Djokovic
In Australia Djokovic ha goduto di favori inarrivabili per qualsiasi comune mortale
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Quattro giornate a Blaser
Il difensore del Langnau paga per un'ostruzione ai danni di Prassl
SCI ALPINO
8 ore
Kristoffersen detta legge a Wengen (almeno per ora)
Miglior elvetico Ramon Zenhäusern, quarto a 62 centesimi dal norvegese: riuscirà a salire sul podio?
TENNIS
8 ore
«Può tornare in Serbia a testa alta, l'hanno maltrattato»
Il presidente serbo Aleksandar Vucic non ha usato mezzo termini ed è arrabbiato per il trattamento riservato al 34enne
NATIONAL LEAGUE
9 ore
Il Langnau cambia allenatore
I Tigrotti hanno annunciato di aver esonerato Jason O'Leary
TENNIS
10 ore
Espulsione dall'Australia: parla Nole
Le parole del serbo a margine della sentenza definitiva.
TENNIS
10 ore
Nole dovrà lasciare l'Australia il prima possibile e pagare le spese processuali
Confermate le motivazioni di Alex Hawke, il Ministro dell'Immigrazione.
MELBOURNE
11 ore
Game, set, match: Djokovic espulso dall’Australia
Vincono il Ministro e l’opinione pubblica: l’Australia espelle il no vax Djokovic
LUGANO
18.11.2021 - 08:000
Aggiornamento : 23:02

«Yakin non ha stravolto il "mondo" Nati, ma portato nuove idee»

L'apoteosi rossocrociata vista da Marco Padalino: «Murat ha avuto anche intuizioni geniali. Chapeau a tutto il gruppo».

Da fine ottobre il 37enne, ex Nazionale, ricopre il ruolo di scout per il Lugano: «Sono colpito, ho già visto tanti giocatori "veri". Il futuro è dalla nostra parte. L'Italia e il fantasma della Svezia? Magari si prenderà proprio l'attesa rivincita».

LUGANO - Travolta la Bulgaria e inguaiata l’Italia, condannata all’incubo playoff, la Svizzera si gode il momento e ha ancora negli occhi la serata perfetta di Lucerna, dove ha piazzato il sorpasso all'ultima curva prendendosi l’accesso diretto ai Mondiali 2022. Niente spareggi thrilling, niente sorteggi e brividi annessi, bensì la serenità di poter pensare con largo anticipo al caldo sole del Qatar, sotto il quale, tra un anno (22 novembre-18 dicembre) ci si giocherà la Coppa del Mondo. Per la Nati, già reduce dalla splendida cavalcata europea, sarà la quinta partecipazione consecutiva a un Mondiale. 

«Chapeau a tutto il gruppo, è una qualificazione strameritata: ho visto da alcuni singoli anche delle prestazioni monumentali», interviene Marco Padalino, ex giocatore della Nazionale e attuale responsabile scout del Lugano. «Non si può più parlare di piccola Svizzera. Da ormai 20 anni siamo sempre lì, presenti a battaglie negli appuntamenti più importanti. Poi dobbiamo essere onesti: a prescindere dalla nostra grande prestazione di Roma contro i Campioni d’Europa, nei due match Jorginho ci ha dato una mano...». 

Ereditato il timone dopo l’era Petkovic, Murat Yakin - tra intuizioni e scelte coraggiose - ha strappato applausi e dato la sua impronta al gruppo, meritandosi anche il rinnovo. 
«Ha avuto intelligenza e coraggio in momenti delicati. Non ha stravolto, ma ha dato nuove idee. È vero che mancavano degli elementi importanti, ma ha inserito alcuni giovani come Okafor e Zeqiri, creandosi da solo delle grandi alternative che prima forse non c’erano. Ha dato un segnale molto chiaro in ottica di un ricambio generazionale. Murat è ripartito dall’ottimo lavoro di Petkovic, mettendoci del suo. Pensiamo al colpo di genio di richiamare dopo anni e anni Fabian Frei, che ha fatto benissimo addirittura in due ruoli. Ha poi dato altro entusiasmo ad una Svizzera già in fase crescente. Se ci pensiamo, in pochi mesi ha fatto fuori la Francia dall’Euro e sgambettato l’Italia».

Il movimento rossocrociato è in costante crescita.
«In Svizzera ci sono circa 8 milioni di abitanti e si sta bene. Ci sono tanti altri sport molto praticati e un bacino relativamente piccolo. Insomma ci sarebbero tutte le condizioni per non “creare” giocatori… e invece si sta lavorando benissimo con costanti passi avanti».

E Padalino, nel suo nuovo incarico, lo vede quotidianamente.
«Proprio così. Sono rimasto colpito in positivo da quanti giocatori “veri” si stanno già affacciando ai palcoscenici più importanti. Il futuro è dalla nostra parte. Mi auguro che anche in Ticino si insista sempre di più sulla formazione».

Da parte sua l’Italia, dopo le notti magiche dell’Euro, si è un po’ smarrita e ora rivive l’incubo playoff, come nel 2017 con Ventura. 
«Una flessione fisiologica dopo quel trionfo si poteva prevedere e ci sta. Il gruppo però resta forte e anche loro avevano delle assenze di peso. Ora gli spareggi si preannunciano durissimi, con gare secche da dentro o fuori (con due step da superare, ndr). L’Italia però non può sbagliare e saltare due Mondiali di fila. Sarà difficile, ma resto dell’idea che ce la faranno. Il fantasma della Svezia? Magari si prenderanno proprio l'attesa rivincita...».

Ultime battute sul tuo nuovo incarico a Lugano (scout per la Svizzera a tutti i livelli d’età). 
«Al momento della vendita avevo capito che il mio ruolo sarebbe cambiato, o addirittura sarei potuto partire. È normale e legittimo che una nuova proprietà faccia delle scelte. Sono contento che mi abbiano dato fiducia in questo nuovo incarico, che mi diverte e mette a strettissimo contatto con il calcio giovanile, in un periodo storico di grande fermento come questo».

Infine uno sguardo al campionato. Il Lugano è quarto con 20 punti. Domenica a Cornaredo arriva il Lucerna, penultimo a quota 10.
«In classifica il Lucerna è un po’ indietro, ma è una squadra costruita per i primi quattro posti. Ci faremo trovare pronti e sappiamo che, giocando in casa, l’entusiasmo del pubblico non mancherà. A livello di obiettivi invece rimaniamo umili, ma li conosciamo. Siamo consapevoli di poter fare bene e i risultati stanno arrivando. Poi vedremo cosa accadrà in gennaio, ma ci sono anche le capacità economiche per operare bene».

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STF (URS FLUEELER)
Guarda tutte le 18 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 1 mese fa su tio
I playoff non sono a gare secche (dentro o fuori)!
Bibo 1 mese fa su tio
@Gus Questi sì, 1 partita secca come "semifinale" e chi vince ne farà un'altra sempre secca. Chi perde una qualsiasi partita va (sta) a casa.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-16 19:21:34 | 91.208.130.89