Immobili
Veicoli

SUPER LEAGUE«Aiutare lo sport è un atto dovuto»

11.08.20 - 16:47
Parola al presidente del Lugano Angelo Renzetti alla vigilia delle decisioni del Consiglio federale.
TiPress
SUPER LEAGUE
11.08.20 - 16:47
«Aiutare lo sport è un atto dovuto»
Parola al presidente del Lugano Angelo Renzetti alla vigilia delle decisioni del Consiglio federale.
«Purtroppo l'immagine dello sport professionistico in Svizzera è quella del calciatore che percepisce uno stipendio altisonante, non si pensa a tutto il resto».

LUGANO - Come l'hockey anche il calcio è alla finestra in attesa di novità da parte del Consiglio federale. Domani sarà il giorno"X", il giorno che potrebbe segnare il futuro dello sport elvetico. Dalle decisioni che verranno comunicate mercoledì dipenderà il futuro prossimo di tutte le società di SFL e National League. 

«Aiutare lo sport è un atto dovuto - il pensiero del presidente del Lugano Angelo Renzetti - Purtroppo l'immagine dello sport professionistico in Svizzera è quella del calciatore che percepisce uno stipendio altisonante, non si pensa a tutto il resto. Il Consiglio federale deve capire che gli eventuali aiuti non sono riservati soltanto ai giocatori, i soldi andrebbero a coloro che hanno in mano le società. Sono loro che fanno andare avanti il calcio e che assicurano il posto di lavoro a diverse persone».

Quale strada seguirà il Consiglio Federale secondo il numero 1 bianconero? «Possiamo aspettarci di tutto. Bisogna innanzitutto trovare un compromesso per quanto riguarda le entrate del pubblico. Inoltre bisogna aiutare le società con dei prestiti a fondo perduto, non possiamo andare avanti così pensando di far entrare soltanto 1000 spettatori a partita. Il nostro obiettivo è quello di poter occupare almeno la metà dei posti seduti del nostro stadio».

Capitolo mercato: con la retrocessione del Thun due ticinesi di lusso potrebbero liberarsi. Farete un pensierino a Tosetti e Rapp? «Innanzitutto dobbiamo pensare a sfoltire il gruppo. Se poi ci dovessero essere uno o due giocatori importanti che partono, potremmo pensare agli eventuali sostituti. Adesso però fare nomi non servirebbe a nulla». Da notare però che Rapp era in prestito ai bernesi dal Losanna: con i vodesi, promossi nella massima serie, il giocatore ha ancora un contratto valido per il prossimo campionato. 

COMMENTI
 
VECCHIOTTO 1 anno fa su tio
Mantenere lo sport SI ma per i nostri giovani non per ingrassare una manciata di professionisti e manager. E fermiamo la Valascia fino a quando non si trova la soluzione al virus. A Biasca esiste già una pista.
Zarco 1 anno fa su tio
Thun mica fessi....
cle72 1 anno fa su tio
Tosetti sarebbe un giocatore da prendere al volo. Forza Lugano
Zarco 1 anno fa su tio
Tosetti si, Rapp no!Musly piuttosto...
cle72 1 anno fa su tio
Musly sarebbe un buon affare cediamo janga in cambio
Mushroom 1 anno fa su tio
Munsy,Ridge Munsy si chiama;Janga rientra all’Astana e non sarà riscattato,costa troppo!
seo56 1 anno fa su tio
Ma chi lo dice????
Zarco 1 anno fa su tio
chi ama lo sport ! Piuttosto che mantenere a pioggia ...
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT