Cerca e trova immobili

SBLVia il velo alla Spinelli

23.09.23 - 10:40
A Massagno sognano in grande
Spinelli Massagno
Via il velo alla Spinelli
A Massagno sognano in grande
La SAM vuol vivere una stagione da protagonista.
SPORT: Risultati e classifiche

MASSAGNO - Con oltre quattrocento partite nella massima serie, la Spinelli Massagno si prepara per la sedicesima stagione consecutiva in SB League. L’affronterà con ambizione e voglia di primeggiare, forte anche della stagione 22/23 che l'ha vista vincere la SBL Cup e conquistare il secondo posto in SBL e in Coppa Svizzera, appena dietro l'Olympic Friborgo.

Anche quest'anno la squadra disputerà il campionato di SBL sotto il nome di Spinelli Massagno, con qualche cambiamento nel roster, diverse conferme e lo stesso entusiasmo registrato nelle ultime stagioni che hanno regalato tante soddisfazioni. La prima partita di SBL 23/24 è in programma il 1° ottobre a Ginevra e subito dopo, il 7 ottobre, appuntamento per la Supercoppa all’Halle St. Léonard di Friborgo.

Per quanto riguarda il settore giovanile, energie fresche arriveranno dalla nuova collaborazione con il Basket Club 79 Arbedo e dal rapporto con i Viganello Caimans iniziato lo scorso anno. Poi, nel corso della stagione, il ritorno del torneo internazionale U16 e U14 che sarà uno dei momenti topici delle celebrazioni per i sessant'anni ininterrotti di attività sportiva della SAM.

Fabio Regazzi, Presidente SAM Basket Massagno: «L’ultima stagione è stata lunghissima e molto appassionante, abbiamo raggiunto tre finali e vinto la SBL Cup. Nella prossima stagione vogliamo continuare a essere protagonisti, l’obiettivo è quello di continuare a giocarcela per arrivare in fondo in ogni competizione e poi si vedrà. Ampliando lo sguardo, stiamo percorrendo il nostro cammino che abbiamo iniziato qualche stagione fa, non ci fermiamo: siamo sulla strada giusta. Nella passata stagione sono stati tanti i momenti indimenticabili, dal punto di vista sportivo, dell'atmosfera che abbiamo creato e per questo un grazie va a tutte le collaboratrici e tutti i collaboratori che aiutano la SAM e alle nostre tifose e i nostri tifosi. Tutte questo ci ha fatto scoprire quante persone ci vogliono bene: è soprattutto questo che ci darà la forza per affrontare l’ennesima stagione in SBL contro le corazzate della Svizzera interna. Quest’anno poi potremo trovare più entusiasmo anche grazie alle nuove collaborazioni giovanili che ci sosterranno in campo e dalle tribune».

Una stagione con qualche cambio nel roster e in cui sarà di nuovo sfida contro il forte Friborgo, con Ginevra e Neuchâtel pronte a dare battaglia. Robbi Gubitosa, coach Spinelli Massagno: «Come sempre il nostro roster è imperniato sui due giocatori che sono un riferimento per il basket svizzero: Dusan e Marko (Mladjan, ndr). In più, nel roster di questa stagione, abbiamo a disposizione due lunghi che potranno darci una grossa mano all’interno del pitturato, Kevin Langford e Keith Clanton. E in più Kevin ci aiuterà anche nella posizione quattro. Abbiamo due play molto affidabili, il nostro Alex Martino e Yuri Solcà. Due guardie americane d’esperienza Isaiah Williams e TJ Dunans e in più Eric Koludrovic. Poi abbiamo riportato in Ticino Florian Steinmann che ci garantisce un’ulteriore opzione offensiva e in rampa di lancio abbiamo Tanackovic, reduce dall’esperienza europea con l’U20 svizzera. Insomma, sulla carta abbiamo un bel roster, nonostante l’essere più corti nelle rotazioni. Guardando agli altri, è sicuro che ci troveremo ad affrontare di nuovo il Friborgo. In più, Ginevra e Neuchâtel si sono rafforzate molto. Con queste premesse sono sicuro che sarà una SBL molto avvincente».

Un roster compatto, nuove maglie in total white per le partite casalinghe, in total red fuori casa e anche un nuovo capitano, Marko Mladjan: «Sono felice di ricevere questa responsabilità, dopo tutto posso contare sulle mie 113 presenze in SBL con la Spinelli Massagno: direi che il biancorosso ormai fa parte del mio DNA. Mi sento pronto e sono sicuro che nel corso della stagione sarò in grado di fare da trait d’union tra i nostri giovani e i giocatori più esperti. Mi auguro di riuscire a motivare e spingere tutti a fare sempre meglio per poter competere a un livello sempre più alto».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

RRLugano 8 mesi fa su tio
Che foto. Metà giocatori non si vedono e uno ha la testa "particolarmente mossa".
NOTIZIE PIÙ LETTE