Cerca e trova immobili

LUCIO LORENZONSkatepark Mendrisio: il popolo sovrano

28.10.23 - 11:16
Lucio Lorenzon
Fonte Comitato civico
Skatepark Mendrisio: il popolo sovrano

MENDRISIO - Il prossimo 19.11.23 il popolo sovrano, i cittadini di Mendrisio, avrà l’onore e l’onere di indicare da chi vorrà essere rappresentato alla Camera alta (Consiglio degli Stati), ma pure di partecipare, in modo attivo alla gestione della propria città. In quell’occasione, infatti, si terrà la votazione referendaria, riguardante un’area di svago.

Il referendum è una consultazione popolare, sancita dalla Costituzione, attraverso la quale il cittadino può esprimere la sua volontà, rispettivamente nel caso specifico, il suo dissenso.
Perché l’ho presa così alla larga? Perché purtroppo la partecipazione dei cittadini alla gestione della cosa pubblica diventa sempre più rara.

Come cittadini abbiamo a disposizione due strumenti legislativi eccezionali su cui si fonda la democrazia diretta elvetica, il diritto di iniziativa, nel caso si voglia proporre attivamente una nuova legge e il diritto di referendum quando non si è concordi con quanto deciso dal potere esecutivo e avvallato dal potere legislativo.

Un comitato civico e interpartitico, ha raccolto oltre 1600 firme di cittadini aventi diritto di voto che chiedono di potersi esprimere in merito ad un messaggio municipale che non condividono, o che condividono solo in parte.

Non dovrebbe essere uno scontro tra persone e personalità ma bensì un confronto di idee. Da questa votazione, non usciranno né vinti né vincitori. La cittadinanza tutta avrà vinto se la decisione finale sarà suffragata da una partecipazione massiccia al voto.

Rivolgo a tutti, quindi, l’invito a voler partecipare all’Agorà comunale ed esprimere il proprio voto.

Per il Comitato civico e interpartitico “NO AD UN’AREA DI SVAGO SBAGLIATA NEL POSTO SBAGLIATO!”

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

andrea28 8 mesi fa su tio
In estate ho visitato uno Skatepark in Germania. È composto da una pista per Skate e una per bici (Pump Truck) più un paio di mini piste. È adatto ai giovani ma anche ai bambini più piccoli. È lungo 130 metri e largo circa 15. È stato costruito vicino al centro sportivo del paese dove i fratellini o i fratelloni si divertono aspettando i fratellini o i fratelloni che giocano a calcio, basket o fanno altri sport. Per usare una parola inflazionata: intergenerazionale.

Geremia 8 mesi fa su tio
È vero che tutto il mondo è paese ma il Ticino “è più paese degli altri”. Ogni volta che c’è l’occasione per migliorare la vita il tutto si trasforma in politica e muore lì. La destra che mira solo a sgambettare la sinistra e viceversa in un gioco che perde di vista il bene pubblico. Non ci si può fidare. Anche quelli che sostengono le proposte lo fanno solo per interesse politico, vedi Robbiani che sostiene lo skatepark.

Voilà 8 mesi fa su tio
A volte ho l'impressione che gran parte della popolazione ticinese non abbia avuto una gioventù. che sia nata già vecchia... Non è disposta ad investire qualcosa in favore dei giovani, è capace solo di mobilitare la polizia al minimo rumore.

vulpus 8 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Investire tanto per investire, per poter dire ai giovani, ora silenzio ,avete la vostra pista? La foto forse è tendenziosa, ma il triangolo non è molto invitante , attorniato da 3 strade a forte percorrenya. A meno che tutt'attorno venga costruito un muro di 3m di alteyya, fonoassorbente. Ma possibile che dopo la grande aggregayione i politici cittadini habbiano saputo solo partorire questo resto di territorio per una struttura che ha la potenyialit^a di attirare grandi e piccini in gran numero?

UMARELL 8 mesi fa su tio
Quel posto lo chiedono i giovani da anni e quindi non può essere sbagliato! Non sono piu dei bamnini ma i nostri giovani, consapevoli dei problemi dell’ambiente molto più di noi e sicuramente molto più di quel manipolo di politici che per ben altri motivi si sono messi contro a un progetto approvato finalmente dalle autorita comunali per i giovani di Mendrisio. Smettetela con l’ipocrisia del posto sbagliato e vergognatevi! Perché a voi dei giovani non ve ne frega niente. Su una sola cosa si può darvi ragione, ossia che dobbiamo andare tutti in massa a votare e votare UN GRANDE SI per i nostri giovani di Mendrisio e di tutto il basso Ceresio. Pretendiamo di essere una città e allora dimostriamolo! Una città vera investe nelle nuove generazioni e nei loro bisogni e sa mettere da parte ipocrisie e faide interpartitiche. Diversamente restiamo il paesotto campanilista di un tempo. Perciò faccio un appello anche a coloro che hanno firmato per il referendum: pensateci ! Non farvi turlupinare dai soliti menatorroni! In buona coscienza VOTIAMO SI a questo progetto. I giovani saranno fieri di vivere a. Mendrisio e ve ne saranno riconoscenti per sempre.

Dunda 8 mesi fa su tio
Potrebbe essere una moda temporanea… per pochi… bisogna valutare bene

Dav 8 mesi fa su tio
poi si dice che i giovani non sanno divertirsi.......forse basterebbe non bloccare progetti come questo

momo74 8 mesi fa su tio
Ne vinti ne vincitori? Beh i giovani che hanno lottato per quell'area ne usciranno ancora una volta (se non passa) con un altro sogno infranto che non vedrà mai più la luce ...o non prima di 10 / 20 anni.... questo vi dimenticate sempre di specificarlo!!!!!
NOTIZIE PIÙ LETTE