Cerca e trova immobili

SVIZZERALa fusione tra Posta e Quickmail all'esame della Comco

30.11.23 - 09:03
L’operazione di concentrazione potrebbe creare o rafforzare una posizione dominante su diversi mercati
Ti-Press
Fonte Admin
La fusione tra Posta e Quickmail all'esame della Comco
L’operazione di concentrazione potrebbe creare o rafforzare una posizione dominante su diversi mercati

BERNA - La Commissione della concorrenza (COMCO) esamina la fusione della Posta Svizzera con Quickmail. La Posta ha l’intenzione di acquisire il gruppo Quickmail, che necessita di un risanamento, ma ci sono indizi che questa operazione possa creare o rafforzare una posizione dominante su diversi mercati.

Il gruppo Quickmail con le sue due imprese Quickmail e Quickpac consegna a livello svizzero lettere, invii non indirizzati (p.es. volantini pubblicitari), giornali e riviste nonché pacchi. In questi ambiti è attiva anche la Posta Svizzera. L’operazione di concentrazione potrebbe creare o rafforzare una posizione dominante su diversi mercati per la consegna di lettere e pacchi così come sul mercato della consegna di giornali e riviste.

La Posta sostiene che si tratta di un recupero in vista di una ristrutturazione. La COMCO può autorizzare una tale operazione, anche se fosse problematica da un punto di vista del diritto sui cartelli, qualora gli effetti negativi sulla concorrenza si manifestassero anche senza la concentrazione. Questo sarebbe il caso, ad esempio, se il gruppo Quickmail dovesse scomparire dal mercato in breve tempo senza nessun supporto e, di conseguenza, una parte importante della clientela del gruppo Quickmail passasse comunque alla Posta. Inoltre, non dovrebbero esistere alternative più favorevoli alla concorrenza rispetto a questa concentrazione, come ad esempio l'acquisizione del gruppo Quickmail da parte di un’impesa diversa dalla Posta. Sarà compito della COMCO verificare entro il termine di legge di quattro mesi se tali condizioni sono adempiute.

NOTIZIE PIÙ LETTE