Immobili
Veicoli

SVIZZERAI top manager hanno guadagnato «quanto un ticinese in 38 anni»

04.05.20 - 14:25
Pioggia di soldi anche nel 2019 per i presidenti dei Cda nelle grandi società svizzere
Keystone (archivio)
Fonte ATS
I top manager hanno guadagnato «quanto un ticinese in 38 anni»
Pioggia di soldi anche nel 2019 per i presidenti dei Cda nelle grandi società svizzere

ZURIGO - I presidenti dei Consigli d'amministrazione delle grandi società svizzere hanno incassato importanti retribuzioni anche nel 2019. Per i top manager delle aziende inserite nel listino SLI della borsa svizzera, l'incasso medio è stato di 2,45 milioni di franchi.

La cifra, in calo del 4% rispetto all'anno precedente, costituisce l'equivalente di quanto uno svizzero guadagna mediamente in un periodo di 31 anni. E se prendiamo in considerazione il Ticino, gli anni diventano 38.

Franz davanti a tutti - Re indiscusso nella classifica è il presidente di Roche Christoph Franz, che ha visto i suoi averi lievitare di 6,2 milioni. Il calo maggiore è invece quello sopportato da Axel Weber di UBS: 800'000 franchi in meno, per arrivare a 5,3 milioni. In contro tendenza si è mostrato il gigante della logistica Kühne+Nagel: il compenso di Jörg Wolle è salito a 1,8 milioni (+0,5 milioni).

Stipendi di tutto rispetto sono stati versati anche agli altri membri dei Cda delle società: in media hanno ricevuto 360'000 franchi, l'1% in più del 2018.

COMMENTI
 
Lore62 2 anni fa su tio
Fuori di testa! Praticamente sono agli arresti domiciliari fino a chissà quando... XD
Lore62 2 anni fa su tio
Ops... Il post nel posto sbagliato!
F/A-18 2 anni fa su tio
Basta guardarlo in faccia il cucu della foto, io lo metterei un giorno a lavorare in impresa da me, sveglia alle 5, lavoro duro e poi via a casa a fare il resto. Paga normale ed onesta, come è giusto che sia.
pulp 2 anni fa su tio
Il cucu della foto gestisce un'azienda con 57 miliardi di fatturato, 10 miliardi di utile e migliaia di dipendenti in un mercato altamente competitivo…. tu saresti in grado di portare solo la borsa a questo cucu. Siamo seri, se fosse così semplice, saremmo tutti top manager - la realtà é che sono pochi a poter gestire certe posizioni. Inoltre questo genera lavoro - e guadagna meno di un calciatore. Questo si é uno schifo.
Tato50 2 anni fa su tio
Poi quando fanno un disatro li mandano via con un benservito di una decina di milioni ;-(
F/A-18 2 anni fa su tio
Meglio che non mi esprimo......, solo una piccola considerazione che vale per tutto e tutti, chi ha questo potere e questi soldi è perché lo ha tolto a tanti condannando milioni di persone alla fame ed alla miseria, il resto è tutto abbastanza relativo.
pulp 2 anni fa su tio
Non sempre... il mondo non è perfetto, ma ridurre la gestione di un'azienda così importante al paragone con un qualsiasi operaio è sbagliato. Io comunque sarei non tanto per la riduzione dei bonus ma proprio per l'introduzione dei malus. Sbagli? Paghi. Gestisci bene l'azienda, crei lavoro e fai utili miliardari allora guadagni alla stra grande.
Tato50 2 anni fa su tio
Da un lato sono d'accordo specialmente su quello che scrivi sui "bonus e malus". Comunque uno che ha una posizione del genere sarà responsabile ma quanta gente ha al suo fianco per gestire il tutto. Non penso che uno solo, prendendo l'esempio che hai fatto, si assuma l'onere di gestire da solo tutto quel ben di Dio-;)))
F/A-18 2 anni fa su tio
Qualsiasi no ma tanti potrebbero avere competenze anche maggiori. Lo schifo è la vergogna di questi CEO è che molte volte tappano alla grande e non pagano per i danni, anzi, gli danno anche i premi, vedi swissair, Parmalat, Fiat, UBS, banca dei paschi di Siena ma anche tanti altri.
pulp 2 anni fa su tio
Sulla questione "bonus" "malus" ho già risposto a Tato e sono favorevole. Ma é un punto di vista diverso. Se uno é bravo, fa crescere la sua azienda, genera migliaia di posti di lavoro é giusto che guadagni molto, anche moltissimo, perché non é da tutti. Se sbaglia in modo conclamato allora é giusto che paghi. La riduzione fine a se stessa degli stipendi dei manager é una cretinata assoluta, primo perché per accaparrarsi certi calibri, li devi pagare e secondo perché non é questo mega stipendio che fa la differenza sugli altri stipendi. Se suddivido 10 mio, sugli impiegati della Roche, che ha quasi 100'000 dipendenti, ne viene fuori un aumento di CHF 100. a testa di aumento…. ti sembra che cambia loro la vita?
F/A-18 2 anni fa su tio
L’esempio che dai è deleterio, non per niente queste paghe vengono viste come una ingiustizia da tanti e non per niente tanti miliardari diventano poi filantropi ad un certo punto della vita, tanto da lavarsi parzialmente la coscienza dopo tanta ingiustizia. Ma cosa lo dico a fare ad una persona come te che come metro di misura ha il dio soldo. Per me questi signori hanno poca stima, al mondo non lasciano nessuna eredità, non lasciano nessun’ insegnamento, non danno nessun esempio, non svolgono nessun compito evolutivo né educativo, semmai si ergono a simbolo di un’epoca povera di valori ma ricca di avidità.
pulp 2 anni fa su tio
Io non do "esempi" ho al contrario di te una visione realista del nostro mondo e del nostro tempo. Se vuoi invocare il comunismo (siamo tutti uguali) o vuoi parametrizzare l'improbabile, beh accomodati. I fatti in questo caso sono semplici. Poche persone scalano la piramide sociale e di conseguenza raggiungono uno status finanziario decisamente superiore agli altri (che poi ovviamente sono invidiosi - criticano ecc. ecc.). Personalmente ritengo molto più schifoso pagare un calciatore o una velina tanto quanto un top manager - visto che in quel caso, manco generano posti di lavoro e tantomeno benessere (ricorda che questi signori con le loro aziende pagano tasse che servono alla collettività). E te lo dice uno che si é fatto la gavetta e oggi ha una buona posizione (non certo da top manager) perché non si é mai pianto addosso ma si é sempre impegnato per raggiungere un salario migliore per me e la mia famiglia…. lavorando e non aspettando lo stato che mi passa la paghetta.
pulp 2 anni fa su tio
Relativamente la filantropia, é anche in questo caso una questione di mezzi. Per quanto ne sai tu o io, magari queste persone hanno sempre fatto devoluzioni caritatevoli - ovviamente se lo fanno con certe somme, fanno notizia. Nel mio piccolo sono anche io filantropo, ma se faccio una donazione di 500. franchi, non esco certo su Time - anche se in percentuale i miei 500 franchi magari sono di più dei 2 milioni di un top manager o di qualche super ricco alla Bill Gates.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Bill Gates ha creato Microsoft, immagino la conosci. Jeff Bezos ha rivoluzionato il nostro sistema d'acquisto. Elon Musk ha rivoluzionato i sistemi di pagamento on line, ha creato una marca d'auto, ha mandato in orbita satelliti e razzi per esplorare lo spazio che ci circonda e ora sta creando una nuova rete di telecomunicazione internet via satellite per garantire connessione in tutto il mondo e ha concesso a tutti di lavorare su Hyperloop a gratis rinunciando ai profitti (sistema che potrebbe rivoluzionare i trasporti del futuro).¶ La ricchezza l'hanno creata e portata a tutto il mondo, giustamente ci hanno guadagnato. Non vedo ingiustizia a guadagnare dal proprio lavoro, sopra tutto se come in questi casi si è dimostrato rivoluzionario. La filantropia è un tentativo di dare agli altri ciò che hanno avuto loro per creare innovazione e portare una società nel futuro. Loro a contrario di noi hanno imparato a gestire i loro soldi. Non come la maggior parte dei bigoli che reclama maggiori tasse ai ricchi per poi buttare a mare il denaro in sussidi o interventi che nel lungo termine non hanno il minimo senso. Non hanno la coscienza sporca per il semplice fatto che non ce n'è motivo.
F/A-18 2 anni fa su tio
L’uomo nella sua breve esistenza ha bisogno di vivere tranquillo, in pace e possibilmente rovinando il meno possibile il pianeta, i tuoi idoli spaziali ricoperti da montagne di dollari non mi danno molte soddisfazioni. Altra cosa se parliamo di arte, cultura, imprese ardimentose, altruismo, amore, passione, bellezza, paesaggi eccetera, ah, sai per caso di cosa sto parlando?
Mattiatr 2 anni fa su tio
“Se avessi chiesto alle persone cosa volevano, mi avrebbero risposto: cavalli più veloci” Henry Ford¶ Faccio notare che stai usando un mezzo creato da persone che ora dispregi perché super ricchi. Bé sappi che in media queste persone donano molto di più rispetto alle fasce meno pagate. Quindi sono proprio degli egoisti, tirchi e che si limitano a tenersi tutti i piaceri per sé. Tipo quel malvagio di Bill Gates, che è solo il maggior finanziatore dell'OMS. Oppure quell'egoista di Jeff Bezos che ha donato 100 milioni ai banchi alimentari di Chicago. Diciamo che questi individui ricevono molto più fango che soldi (e sono molti).
F/A-18 2 anni fa su tio
Non ci siamo proprio, te lo spiego in parole povere. Dunque, i tuoi idoli che sono poi gli uomini più ricchi al mondo hanno sottratto ricchezza a tutti sfruttando un sistema sbagliato, che poi si lavano parzialmente la coscienza dando indietro qualcosa mi pare il minimo. Un qualche esempio, una madre che dedica la sua vita ai figli, alla casa, al proprio marito ha veramente speso la vita per gli altri. Un’insegnante come ai miei tempi che dedicava veramente una vita ai propri allievi dava la vita per questo, un’uomo di scienza che ha contribuito a inventare qualcosa di utile sia nel campo della medicina, nel campo tecnologico ecc, dava la propria vita per perseguire ciò in cui credeva e senza pensare ai soldi. Ora invece si assiste alla scalata delle piramidi facendo a gara per il massimo profitto, assurdo anche perché poi non ci si porta dietro niente, rifletti.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Il denaro non ha odore, è un semplice mezzo di scambio. In molti oggi lo spregiano senza vero motivo. Ciò che i miei ''idoli'' hanno fatto è creare qualcosa di così necessario da portare moltissima a scambiarlo. Difatti quasi tutti al giorno d'oggi hanno usato almeno una volta nella loro vita Windows (per esempio). Non ci vedo nulla d'immorale o disonesto in ciò. Difatti io non provo alcun rimorso a scambiare il mio tempo, reso di maggior valore da delle capacità da me acquisite (con non indifferente sforzo). Io prendo sempre per esempio Bill Gates perché ammiro ciò che è riuscito a creare. Lui ha preso una sua passione e l'ha sviluppata, il fato gli ha concesso successo e fama. Difatti lui ha mollato gli studi legali per seguire la sua passione, azione a suo tempo folle. Oggi senza di lui e senza altri personaggi del settore probabilmente faremmo ancora ampio uso di carta e libri, invece abbiamo facile accesso a mezzi una volta riservati a pochi eletti. Senza gli strumenti Microsoft io in primis impiegherei ore solo per tenere la mia contabilità, cosa che con Excel faccio in pochi minuti. Il fatto che oggi si dedichi interamente a questioni umanistiche, spinto probabilmente dalla necessità di sentirsi utile a qualcuno, non ha nulla di sbagliato o immorale.
F/A-18 2 anni fa su tio
Certo, siamo così intelligenti e geniali che tra un po’ non avremo neanche più un lavoro perché avremo trovato il sistema di delegare tutto alle macchine, a quel punto non ci resterà che spararci un colpo e augurare tanta fortuna ai robot.
F/A-18 2 anni fa su tio
Tra l’altro, preferisco vedere una velina che un top manager, anche lei paga le tasse e fa vivere la società, la fa sognare, idem gli sportivi con le loro memorabili imprese e niente in confronto con uno dei tuoi idoli. L’uomo vive di emozioni, non dei cucù al vertice di chissà che cosa, ravvediti.
F/A-18 2 anni fa su tio
Ma guarda, quante stupidate tutte insieme...., perché un giocatore non paga le tasse? E poi, il gioco del calcio così come tutti gli altri sport non sono utili alla società? Guarda, da quel che mi racconti capisco chi sono i tuoi eroi, personaggi di dubbia utilità, certo intelligenti e preparati ma egoisti e malvisti, nessuno se ne ricorderà. Non lasciano un segno, questa famosa piramide da scalare da te molto venerata ha portato a quella catastrofe che è la globalizzazione dove alcuni sono eletti mentre la maggior parte muore di fame. Il mondo va ripensato, non ci siamo ancora. Ps: la mia non è invidia, non mi manca nulla, sono realista e realisticamente mi rendo conto che stiamo andando contro ad un muro a velocità folle, naturalmente bisogna aprire gli occhi per accorgersi, sarà che dormi ancora?
pulp 2 anni fa su tio
Sarò breve. Relativamente le tasse parlavo delle aziende... sai cosa paga Roche? Ecco informati e capirai. Inoltre è piena l'aria di sportivi che hanno tentato di evaderle... da Messi a C.R e non parliamo di Ronaldinho. Inoltre non creano lavoro. Poi se preferisci che la velina guadagni milioni per far vedere il lato B quelli sono fatti tuoi. Da ultimo... beh bell'esempio che dai tu ai giovani... non studiate... andate a giocare a pallone o a farla vedere e avrete successo. Complimenti
F/A-18 2 anni fa su tio
Ma tu pensi veramente che un campione sportivo non sia un’esempio per un giovane? Oppure che non pagano le tasse? Chiedi a Federer per esempio quante tasse paga, gli sportivi non sono un’esempio di impegno, costanza, perseveranza, coraggio eccetera che non possono insegnare niente ad un giovane? Ma dove vivi? Ma il mondo è proprio fatto di sport, cinema, spettacolo, musica, teatro, arte, con grandi indotti. Non ci arrivi proprio. Sicuramente ai miei figli non insegno a scalare la piramide per diventare il CEO di una banca, mi pare un’aspirazione abbastanza deprimente. A livello di tasse se uno paga cento o cento pagano uno alla fine i soldi che incassa lo stato sono sempre quelli.
pulp 2 anni fa su tio
Il campione é un esempio - per costanza, perseveranza ecc. ecc. ma guarda che di calciatori pagati a straforo ce ne sono più come Balotelli. Federer é unico e a differenza di un calciatore non é "dipendente" ma é Self made. Detto questo comunque tu avrai due figli, uno calciatore (mi auguro bravo bravo sennò fa la fame) e l'altra velina (mi auguro gnocca sennò fa la fame pure lei) Io ai miei due figli darò l'opportunità di seguire le loro passioni ma gli spiegherò che alla fine del mese bisogna portare a casa la pagnotta e se sono bravi, vanno a studiare e magari riusciranno ad avere posizioni di prestigio all'interno di qualche multinazionale, ne sarò orgoglioso.
F/A-18 2 anni fa su tio
Ah bravo io ai miei figli gli ho insegnato e continuerò ad insegnargli di tutto, loro poi mi stanno dimostrando che stanno trovando la loro strada e sarò orgoglioso di loro se questa strada l’avranno trovata, di quanto guadagneranno non è fondamentale, non conta per la loro felicità è per la loro soddisfazione.Tu pare che sarai orgoglioso solo se scaleranno la piramide ed arriveranno al vertice, preparati a grandi delusioni se non arriveranno in cima perché come hai ben spiegato a tutti, non è facile arrivare al vertice.
pulp 2 anni fa su tio
leggi bene.... cmq a prescindere di sicuro non li manderò con orgoglio ai casting del GF... ecco tutto qui.
F/A-18 2 anni fa su tio
I figli vanno seguiti ed interessati, poi loro decidono le loro strade, ci vuole anche fortuna, ogni professione è buona de fatta con passione, di questo noi genitori dobbiamo essere orgogliosi, poi se la passione, l’impegno e la dedizione portano in alto, meglio ancora, ciao pulp, buona domenica.
pulp 2 anni fa su tio
Ciao a te. Credo che se ci conoscessimo, capiresti....
pulp 2 anni fa su tio
Beh ma guarda che tutta la filiera sotto non é fatta da gente che guadagna 5000 franchi al mese. In una struttura come questa (Roche) da 100'000 dipendenti, hai magari il top manager che prende 10 mio, ma i suoi scagnozzi subito sotto ne guadagnano magari 2 o tre a testa. La differenza é che per le regole d'ingaggio della borsa bisogna obbligatoriamente pubblicare solo i compensi della direzione generale e del consiglio di amministrazione. In banca (UBS e CS) ci sono persone che guadagnano quasi quanto il CEO o forse più ma sono nell'ombra….purtroppo non é il mio caso, ma se dovessi portare chessò, Jeff Bezos come cliente della banca, gestire i suoi 60 o 70 miliardi e guadagnare per la banca 400 o 500 milioni, permetti che non mi accontenterei di guadagnare la paga che prendo ora e se non va bene vado da qualcun altro che mi pagherà perché é una situazione win win.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Io sono per la coerenza all'interno delle aziende, se il direttore ha nel contratto la clausola bonus e malus, perché non dovrebbero averla anche gli operai? Scommetto che una scritta -250 franchi se vieni beccato con il natel sarebbe un'ottima battaglia per il sig. Pronzini ;-) ¶ In ogni caso siamo pagati / fatturiamo in base al valore che portiamo, e a quanta gente. Evidentemente loro portano grande valore all'azienda e a molte persone. Invece io come operaio faccio un lavoro alla volta (quindi per una persona) ed è una professione che si impara facilmente con soli 4 anni di apprendistato, quindi non è di grande valore.¶ In ogni caso se si vuole multare il capo, l'azienda dovrebbe adeguarsi (secondo me), esattamente come i bonus andrebbero dati anche ai dipendenti. Io sono fortunato che ho un capo sempre aperto alle discussioni, anche di sto genere.
Tato50 2 anni fa su tio
Anch'io sono per la "meritocrazia" ma alle volte è più forte il lecca-lecca, l'appartenenza politica o magari anche l'amicizia con chi decide se farti "avanzare" o meno. Ho fatto 4 anni di apprendistato presso le Officine FFS come elettromeccanico e volevo a tutti costi fare il macchinista perché avevo una passione enorme per questa professione. Poi le circostanze, roba di donne, hanno voluto che prendessi un'altra via e con non pochi sacrifici e sempre disponibile ho fatto la gavetta fino a diventare Commissario senza chiedere niente a nessuno. Questo mi ricorda un po' una barzelletta su quale organo è più importante nel nostro corpo (spero che la Redazione chiuda un occhio su un termine che citerò alla fine).
Tato50 2 anni fa su tio
Cambio termine che magari passa ;-(((
Tato50 2 anni fa su tio
Il cuore si vantava che era lui a pompare il sangue e i polmoni gli risposero che senza di loro nessuno respirava; il fegato si vantava di produrre bile e la cistifellea gli rispose che senza di lei come "riserva" avrebbe dovuto lavorare di più. Altri organi vantavano le loro funzioni fino a quando in ultimo intervenne “sedere” (redazione fate i bravi neh ?). Disse a tutto quelli che si vantavano che se lui avesse smesso di fare la sua parte tutti sarebbero stati inutili !! Morale : il “sedere” la parte più importante del nostro organismo e chi guadagna milioni senza quello non se li godono ;-))) Ps : avevo usato un altro termine ma me lo bloccavano ,-))
Mattiatr 2 anni fa su tio
Tranquillo Tato ;-D Ho ricevuto le mail di notifica per tutti i 3 commenti che hai scritto. Però è vero, che ogni persona fa parte di un sistema basato su tutti i singoli. Quello che dico è che più svolgi un lavoro difficile da replicare, e più guadagni. Se invece replichi quello che tutti possono fare, chi meglio, chi peggio, in automatico sei retribuito meno.
Tato50 2 anni fa su tio
Quasi quasi telefono a Samih Sawiris e gli dico due parole in tuo favore ;-))
miba 2 anni fa su tio
Sicuro e convinto al 100% di quanto hai postato? :)
Orso 2 anni fa su tio
loro la notte non dormono, non hanno una vita privata, sono pieni di responsabilità.....e hanno la stoffa e si sono impegnati a fare carriera. Giusto che guadagnino tanti. Sentire gente invidiosa che rimangono esterefatti su questi guadagni mi fa anche ridere. Invidiosi?:) Fanno bene a guadagnarli! Vuol dire che se li sono guadagnati con fatica e sudore. Loro non lavorano 7 o 8 ore ma ne lavorano 20. Quindi tutti meritati. E ricordatevi che pagano le tasse e l'avs per 500 persone messi insieme:)
F/A-18 2 anni fa su tio
Uela, io conosco tante persone che lavorano tanto ma guadagnano poco. A parte noi occidentali, l’altra sera alla tv c’era un documentario sulla produzione di zucchero dalle canne della Repubblica Dominicana, i padroni del vapore miliardari e gli schiavi, detti anche lavoratori specializzati nel loro settore, dopo 11 ore massacranti sotto al sole a tagliare canne si portano a casa la misera somma di 5 dollari, nessuna pensione, nessun diritto, nemmeno il diritto di cambiare padrone per paura che si innesca una spirale al rialzo della paga, e siamo nel 2020! Ed è solo un’esempio, milioni di persone vivono così, per fortuna poi che ci sono i manager che sudano e si meritano paghe milionarie come dici tu. Hai proprio ragione.
Tato50 2 anni fa su tio
Guarda che ti sbagli; lavorano 26 ore al giorno, 368 giorni all'anno e se fanno una cappellata li mandano via con un bonus di 10 milioni !! Vuoi una lista di quelli che veramente si fanno un mazzo lavorando giorno e notte, sabato e domenica, non vedono i figli crescere per 6000/7000 franchi al mese ? Ah, dimenticavo, se li licenziano vanno in disoccupazione ;-(( " E ricordatevi che pagano le tasse e l'AVS" ; accidenti pure quello devono fare e gli altri no ? "Orso" torna nel tuo ambiente naturale ;-((
miba 2 anni fa su tio
Quando leggi di questi personaggi mi viene automatico associarli al granduca conte Ballabam nei film di Fantozzi....:)
Libero pensatore 2 anni fa su tio
A me frega poco di quando guadagnano questi manager. Se anche si dimezzassero lo stipendio non cambierebbe nulla per nessuno. Mi pacerebbe che alcune cose cambiassero, che ci sia la possibilità di avere stipendi che permettano di vivere con una certa tranquillità. Però chi ha scritto prima di me dice bene: a questo ci si arriva anche con l’impegno individuale. Non si può pretendere di prendere 5’000 chf al mese solo perché si è svizzeri e si lavora. I soldi vanno guadagnati.
Tarok 2 anni fa su tio
ci mancherebbe adesso che si lavorasse a gratis per la gloria. se guadagna tanto vuol dire che gli azionisti sono contenti dei risultati. basta con questo "comunismo de noantri" pieno di livore ed invidia.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Vero, gli articoli sono sempre gli stessi con le stesse risposte. Tutti a pretendere donazioni milionarie o mega tassazione come se far soldi fosse un crimine. Faccio notare che in un anno le risposte degli invidiosi non cambiano, esattamente come non cambia la loro situazione economica o il loro impegno verso il proprio futuro. Difatti scommetto che ben pochi abbiano in questo periodo aggiornato la loro base culturale monetaria, seguito corsi di formazione, creato progetti o altro. Non dico che la povertà debba esser ben accetta, o che gli stipendi altrui siano giusti o sbagliati, ma che non vedo il diritto di lamentarsi se non si prova a cambiare nulla.
sedelin 2 anni fa su tio
é il momento buono per loro di mostrare solidarietà verso i più colpiti da questo macello.
Milite Ignoto 2 anni fa su tio
Infatti é quello che si fa.... ma non bisogna tutti farsi pubblicità
Mattiatr 2 anni fa su tio
Lo è per tutti, quanto hai donato in Italia? Tra l'altro nella copertina c'è solo il direttore di una ditta che sta sviluppando un farmaco per curare il COVID-19. Forse il loro stipendio è anche in base all'impatto che le loro ditte hanno sul mondo.
Milite Ignoto 2 anni fa su tio
Cosa c’entra l’Italia? Lavoriamo in Svizzera, siamo svizzeri non vedo perché bisogna donare in Italia. Si dona qua
sedelin 2 anni fa su tio
io faccio beneficenza nel limite delle mie possibilità. penso che chi guadagna milioni all'anno potrebbe fare altrettanto. se poi uno si vuol tenere tutto per sé sono cavoli suoi, certo, ma penso che questo sia il momento per riflettere sulle condizioni disperate di molti e di diventare altruisti. altrimenti significa che questo macello non ha insegnato nulla.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Era un discorso generico sulla richiesta di Sedelin, chiedi ad altri di regalare i loro soldi ma non sei disposto a sganciare 100.-? Piuttosto fai come me e diventa un cinico capitalista con il credo assurdo che ogni individuo ha il diritto di fare quello che vuole con i soldi che guadagna, qualsiasi sia la cifra. Se vuoi per piacere tuo personale puoi sostituire Italia con croce rossa, EOC o altri enti.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA