keystone-sda.ch / STR (Michel Spingler)
STATI UNITI
13.04.2020 - 17:010

Amazon a gonfie vele, boom di richieste, e anche di assunzioni

Il colosso della vendita online ha avviato un programma di assunzione per ulteriori 75'000 persone

NEW YORK - Dai generi alimentari ai prodotti per la pulizia, le spedizioni messe in atto da Amazon sono diventate fondamentali per molte persone che si vogliono tenere lontane dai supermercati. I dirigenti dell'azienda hanno paragonato l'impennata della domanda a quella causata dagli acquisti nelle festività.

Amazon intende ora assumere altre 75'000 persone per far fronte al balzo della domanda a causa del coronavirus. Le nuove assunzioni si vanno ad aggiungere alle 100'000 a tempo pieno e parziale annunciate nelle scorse settimane.

«Siamo orgogliosi di annunciare che l'impegno a 100'000 posti di lavoro è stato completato e che i nuovi dipendenti già lavorano in tutto il Paese (gli USA). Continuiamo a sperimentare un aumento della domanda e continueremo ad assumere creando ulteriori 75'000 posti», ha affermato Amazon in una nota.

L'e-commerce comunque non è l'unico settore in cui Amazon è in pieno boom. Sta infatti andando a gonfie vele anche il business cloud "Amazon Web Services", che deve far fronte a una domanda sempre più alta a causa del grosso incremento di clienti che vi si sono riversati per lavoro e per intrattenimento.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 1 anno fa su tio
Si dai, avanti così...., 75’000 persone assunte e tre o quattro milioni a spasso senza lavoro, forza, tutti a comperare tramite Amazon!
Canis Majoris 1 anno fa su tio
Se iniziasse a pagare le tasse in ogni paese dove fa cifra, sarebbe una grande azienda! Invece, come tutte le multinazionali sfruttano i paesi a bassa tassazione per fottere tutti! Vergogna!!!!!! Ma vergogna anche ai politici che permettono questo schifo!!!!!
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Canis Majoris Esiste l'imposta sul valore aggiunto.
Galium 1 anno fa su tio
@Canis Majoris Bene fa la UE a imporre che gli utili vengano tassati dove sono prodotti. Purtroppo vi sono ovvie resistenze a questo giusto principio di fondo
F/A-18 1 anno fa su tio
@Galium L’Olanda, grande paradiso fiscale, insegna! L’UE ha molto da sistemare, per ora deve un’attimo o vergognarsi, insieme al rinato impero Austro Tedesco così in voga ai tempi della grande guerra.
Galium 1 anno fa su tio
@F/A-18 Quindi è giusto tassare gli utili dove vengono prodotti e non dove vengono contabilizzati. Quanto alla Svizzera le cose sono cambiate di recente, ma è meglio non fare polemiche, soprattutto guardando al passato.
F/A-18 1 anno fa su tio
@Galium Per ciò che riguarda il nostro paese no comment, diciamo solo che siamo un paese con un’alta tradizione bancaria, mettiamola via così.
Galium 1 anno fa su tio
@Mattiatr L'IVA grava sul consumatore finale dovunque esso risieda. Qui si parla di imposte sugli utili
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-16 18:00:34 | 91.208.130.85