Cerca e trova immobili

FRANCIAColpo di scena, la Francia va a sinistra

07.07.24 - 20:13
Il Nuovo Fronte Popolare è in vantaggio nelle proiezioni. Solo terzo il Rassemblement National. Gabriel Attal si dimetterà domani
keystone-sda.ch (TERESA SUAREZ)
Fonte red
Colpo di scena, la Francia va a sinistra
Il Nuovo Fronte Popolare è in vantaggio nelle proiezioni. Solo terzo il Rassemblement National. Gabriel Attal si dimetterà domani

PARIGI - Colpo di scena in Francia: secondo i primi exit poll, il Nuovo Fronte Popolare di sinistra è in testa alle elezioni legislative e si attesta fra 172 e 192 seggi. Ensemble, i macroniani, sono a 150-170 seggi, mentre il Rassemblement National di Marine Le Pen è al terzo posto, a 132-152.

«Alla fine di una campagna elettorale molto serrata, il nostro popolo ha votato secondo la propria coscienza», ha dichiarato pochi secondi dopo la chiusura dei seggi Jean-Luc Mélenchon, leader del Nuovo Fronte Popolare, che ha definito le prime proiezioni come «un sollievo immenso» e chiesto le dimissioni del primo ministro Gabriel Attal. Dimissioni che quest'ultimo rassegnerà domani mattina.

Secondo i primi exit poll, nessuno dei tre blocchi principali ottiene la maggioranza assoluta.

Mezz'ora dopo, a pronunciare un discorso - sicuramente molto diverso da quello che pensava di fare - è stato Jordan Bardella, leader e astro nascente del partito che sembrava destinato a ottenere la maggioranza. «Il popolo francese si è espresso. Queste elezioni sono state segnate da un'affluenza storica. Un senso della patria senza precedenti», ha detto, ringraziando gli elettori prima di alzare il tiro sui vincitori, accusati di aver condotto una «campagna elettorale segnata da insulti» così come di aver instaurato «alleanze politiche contro natura».

«Purtroppo l'alleanza del disonore questa sera ha avuto la meglio. Questi accordi elettorali gettano la Francia nelle braccia dell'estrema sinistra», ha proseguito Bardella. «Accordi elettorali orchestrati dall'Eliseo», ha rincarato, accusando così il presidente Emmanuel Macron di aver «paralizzato deliberatamente le nostre istituzioni». Una sconfitta ma non una resa. «Questa sera tutto comincia. E io sarò qui, per voi, con voi, fino alla vittoria».

Le Pen: «La nostra vittoria è solo rimandata»
«La marea continua a salire, la nostra vittoria è solo rimandata», ha detto la leader del Rassemblement National, Marine Le Pen a Tf1 nei suoi primi commenti dopo le elezioni. «La marea sta salendo. Non è salita abbastanza questa volta, ma continua a salire e, quindi, la nostra vittoria è solo rimandata».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE