Keystone / AP
ITALIA
23.10.2017 - 18:130

Referendum, dopo Lombardia e Veneto si prepara il Piemonte

La Lega Nord annuncia di avere già costituto un comitato promotore per tenere una consultazione analoga e chiede al presidente della Regione Sergio Chiamparino di appoggiare la richiesta

TORINO - Il dibattito sull'autonomia, dopo il referendum in Veneto e Lombardia, si accende anche in Piemonte. La Lega Nord annuncia di avere già costituto un comitato promotore per tenere una consultazione analoga e chiede al presidente della Regione Sergio Chiamparino, esponente del Pd, di appoggiare la richiesta. Forza Italia esorta Chiamparino ad aprire un confronto con il Governo per ottenere maggiore autonomia e più fondi, mentre nelle province di Novara e Verbania muove i primi passi un comitato che alla richiesta di fare del Piemonte una regione a statuto speciale alterna quella di passare sotto la Lombardia.

La replica dal fronte avverso arriva dal presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, esponente del Pd. «È ovvio - afferma - che le Regioni più produttive abbiano interesse a trattenere più risorse. Non bisogna però cadere nella strumentalizzazione e mettere sotto il cappello dell'autonomia temi che afferiscono a posizioni estreme di alcuni partiti».

«Il punto - rimarca - è invece se oggi abbia ancora senso avere 20 Regioni, tenuto conto che gli attuali confini risalgono a un'epoca in cui il sistema infrastrutturale era diverso e a dettare la suddivisione dei territori erano essenzialmente le politiche agricole. L'unica auspicabile e vera riforma sarebbe la creazione di macroregioni, in modo da ridurre i costi, alzare la qualità dei servizi e rendere questi macroterritori più competitivi. Le Regioni dovrebbero avere la lungimiranza di lasciar andare qualche pezzo di ciò che per alcuni continua a essere un potere, a vantaggio del bene comune».

Ma la Lega è già all'opera: «Abbiamo costituito - rimarca il segretario del carroccio piemontese, Riccardo Molinari - un Comitato apolitico che sta lavorando per informare i cittadini sui benefici dell'autonomia».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 07:01:03 | 91.208.130.89