Public-Eye
TURCHIA / SVIZZERA
20.11.2019 - 06:000
Aggiornamento : 16:19

«Ecco come si compone il prezzo di una felpa»

Quanto della somma pagata arriva agli operai in fabbrica? E quanto si intasca la catena d'abbigliamento? Public-Eye ha tentato una stima

di Redazione
Raphael Knecht/DO

SMIRNE / ZURIGO - Acquistando un capo di abbigliamento è possibile che vi siate già posti la domanda: chi guadagna quanto del prezzo pagato? Quanto ricevono l’operaio o l’operaia che hanno cucito quell’indumento? Quanto si intasca la catena che lo distribuisce? Quanto costano i materiali? Public-Eye ha provato a rispondere a questa domanda scomponendo il prezzo di una felpa con cappuccio di Zara e stimando quanto la casa madre Inditex paghi per quel prodotto e quanto ci guadagni. Ecco i calcoli diffusi in esclusiva da 20 Minuten.

Su una felpa venduta in media a 30.84 franchi, Zara guadagnerebbe 4.86 franchi, ovvero più del 15% del prezzo dell’indumento in negozio. Le persone che effettivamente producono il capo d’abbigliamento in fabbrica, invece, riceverebbero solo 2.40 franchi a felpa. 

Public-Eye critica la catena d’abbigliamento per i bassi salari che corrisponderebbe. I cucitori e le cucitrici che lavorano nella città turca di Smirne, per esempio, resterebbero molto al di sotto di una soglia che garantisca loro un’esistenza dignitosa, denuncia. A felpa e per circa mezz’ora di lavoro riceverebbero l’equivalente di 1.27 franchi. Il fatto che - secondo il rapporto dell’organizzazione non governativa - Zara corrisponda importi molto miseri ai produttori alza poi il rischio di ulteriori pressioni sul costo del lavoro, ad esempio sotto forma di richieste di prestazioni più performanti, straordinari non pagati o l’introduzione di lavoranti a giornata.

Inditex rigetta le accuse. Secondo la società che controlla Zara, i risultati dell’analisi di Public-Eye sarebbero «falsi e senza fondamento». L’ong, sostiene, si sarebbe basata su supposizioni sbagliate. Le stime da essa presentate sarebbero «scorrette e di molto», afferma, sottolineando di impegnarsi per salari dignitosi

«I calcoli ipotizzati da Public Eye sono privi di fondamento, quindi le conclusioni sono completamente inaccurate e fuorvianti e respingiamo fermamente tali affermazioni. Infatti il prezzo di approvvigionamento è ben al di sopra di quello utilizzato in modo speculativo nel rapporto, che non è veritiero», ribadisce l'ufficio stampa di Zara in una nota fattaci pervenire dopo la pubblicazione del presente articolo. «In ogni caso, sottolineiamo che tutte le fabbriche coinvolte nella produzione di questo capo sono state registrate e supervisionate prima che Public Eye ci contattasse, in linea con le nostre politiche di tracciabilità e compliance, senza alcuna violazione degli stipendi dei loro lavoratori», conclude.

Public-Eye ribatte dal canto suo di aver avanzato queste stime perché l’azienda non voleva diffondere numeri concreti. Anche alle richieste di 20 Minuten Inditex si è rifiutata di condividere i dati reali. 

20M
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 7 mesi fa su tio
Credo anch’io che siano dati sbagliati. Zara ci guadagna molto di più...
Equalizer 7 mesi fa su tio
@albertolupo Ma molto di più, te lo garantisco.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 12:19:08 | 91.208.130.85