Cerca e trova immobili

CRISI CLIMATICAAlla fine è stato davvero il luglio più caldo di sempre

08.08.23 - 10:01
La superficie degli oceani ha raggiunto una temperatura record di quasi 21 gradi e la temperatura media globale è stata di 16,99 gradi
keystone-sda.ch / STF (SARAH YENESEL)
Alla fine è stato davvero il luglio più caldo di sempre
La superficie degli oceani ha raggiunto una temperatura record di quasi 21 gradi e la temperatura media globale è stata di 16,99 gradi

BRUXELLES - Già all'inizio del mese scorso, l'Esa aveva previsto - dati alla mano - che, con ogni probabilità, il mese di luglio appena conclusosi sarebbe stato il più caldo di sempre. Oggi il servizio europeo Copernicus ha confermato quanto preannunciato.

Luglio 2023 ha ampiamente battuto il record stabilito dal mese precedentemente considerato il più caldo dalla comunità scientifica - ossia sempre il settimo mese dell'anno, ma del 2019 - con un margine di 0,33 gradi celsius. La temperatura media globale ha così raggiunto un apice di 16,99 gradi celsius.

Un aumento della temperatura globale è stato registrato anche a livello dell'aria, più calda di 0,72 gradi della media di luglio sul periodo 1991-2020; e della superficie degli oceani. In questo secondo caso l'aumento è stato di 0,51 gradi celsius, sempre considerando la mediana di luglio degli ultimi tre decenni, con un record di temperatura medio stabilito il penultimo giorno del mese con 20,96 gradi.

Già il 27 luglio scorso il Copernicus Climate Change Service (C3S) aveva pubblicato un rapporto inerente alle prime tre settimane di luglio - caratterizzate da vasti incendi ad esempio in Grecia - in cui affermava che erano stati battuti dei record estremamente significativi.

«Il mese è iniziato con il record giornaliero di temperatura media globale dell'aria battuto per quattro giorni consecutivi, dal 3 al 6 luglio. Tutti i giorni da allora sono stati più caldi del precedente record di 16,8 gradi centigradi, stabilito il 13 agosto 2016. Il giorno più caldo è stato il 6 luglio, quando la temperatura media globale ha toccato i 17,08 gradi».

«Ciò significa che le prime tre settimane del mese sono state le tre settimane più calde mai registrate». Ma non solo. «Durante la prima e la terza settimana, le temperature hanno anche temporaneamente superato la soglia degli 1,5 gradi al di sopra del livello preindustriale, il limite fissato dall'Accordo di Parigi».

A questi dati il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres aveva reagito affermando che il mondo stava «uscendo» dal riscaldamento climatico per entrare in una fase di «ebollizione mondiale».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Spartan555 11 mesi fa su tio
Da il sito ufficiale per il clima del governo USA: A Smithsonian Institution project has tried to reconstruct temperatures for the Phanerozoic Eon, or roughly the last half a billion years. Preliminary results released in 2019 showed warm temperatures dominating most of that time, with global temperatures repeatedly rising above 80°F and even 90°F—much too warm for ice sheets or perennial sea ice. About 250 million years ago, around the equator of the supercontinent Pangea, it was even too hot for peat swamps! Geologists and paleontologists have found that, in the last 100 million years, global temperatures have peaked twice. One spike was the Cretaceous Hot Greenhouse roughly 92 million years ago, about 25 million years before Earth’s last dinosaurs went extinct. Widespread volcanic activity may have boosted atmospheric carbon dioxide. Temperatures were so high that champsosaurs (crocodile-like reptiles) lived as far north as the Canadian Arctic, and warm-temperature forests thrived near the South Pole. Another hothouse period was the Paleocene-Eocene Thermal Maximum (PETM) about 55-56 million years ago. Though not quite as hot as the Cretaceous hothouse, the PETM brought rapidly rising temperatures. During much of the Paleocene and early Eocene, the poles were free of ice caps, and palm trees and crocodiles lived above the Arctic Circle. During the PETM, the global mean temperature appears to have risen by as much as 5-8°C (9-14°F) to an average temperature as high as 73°F. (Again, today’s global average is shy of 60°F.) At roughly the same time, paleoclimate data like fossilized phytoplankton and ocean sediments record a massive release of carbon dioxide into the atmosphere, at least doubling or possibly even quadrupling the background concentrations. It is still uncertain where all the carbon dioxide came from and what the exact sequence of events was. Scientists have considered the drying up of large inland seas, volcanic activity, thawing permafrost, release of methane from warming ocean sediments, huge wildfires, and even—briefly—a comet. Earth’s hottest periods—the Hadean, the late Neoproterozoic, the Cretaceous Hot Greenhouse, the PETM—occurred before humans existed. Those ancient climates would have been like nothing our species has ever seen. Modern human civilization, with its permanent agriculture and settlements, has developed over just the past 10,000 years or so. The period has generally been one of low temperatures and relative global (if not regional) climate stability. Compared to most of Earth’s history, today is unusually cold; we now live in what geologists call an interglacial—a period between glaciations of an ice age. But as greenhouse-gas emissions warm Earth’s climate, it's possible our planet has seen its last glaciation for a long time.

Emib5 11 mesi fa su tio
Risposta a Spartan555
Spartan Nel testo si fa cenno a che il cambiamento degli ultimi 50-100 anni non sia dovuto in buona parte all'attività umana? È ovvio che la terra nei suoi vari miliardi di anni di vita abbia avuto condizioni ben diverse, a partire dal primitivo raffreddamento del pianeta, ma gli scienziati oggi cercano di valutare l'impatto dell'attività umana e delle possibili misure che cercherebbero di attenuare il cambiamento.

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emi. Credo che tu abbia colto nel segno. E sono domande a cui non ho trovato risposta: 1. Qual e’ l’impatto dell’attività umana sul cambiamento climatico? 2. Di quanti gradi possono abbassare la temperatura l’annullamento di emissioni CO2 da attività umane? Ad oggi, ancora non sono riuscito a trovare una risposta. Fermo restando che sia nell’interesse di ognuno cercare di evolvere e garantirsi una qualità di vita sempre migliore, con più qualità dell’aria, meno inquinamento etc…, e’ inutile insistere su soluzioni utopiche dicendo che l’essere umano è causa di tutti i mali. Il clima sta cambiando? Ok, che si può fare nel breve, medio e lungo termine per proteggerci da eventi climatici a cui non siamo abituati? Ci si adatta, passo dopo passo. Come sempre abbiamo fatto. La questione climatica e’ stata cavalcata per ovvi interessi economici e politici. E non sta facendo nulla, anzi, si è creato un senso di sfiducia, paura, insicurezza e opposizione di tantissime, troppe persone. Perché? Tutti analfabeti? Tutti ebeti? Tutti anti tutto?

Spartan555 11 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emib5, io contestavo quel „luglio più caldo di sempre“ e credo di aver provato che non lo era sotto nessun punto di vista. Valutare l‘impatto dell‘attività umana e delle possibili misure per attenuare il cambiamento è ovviamente cosa buona. Tuttavia, visti i continui alti e bassi che si alternano da sempre nella storia, credo che siano un po‘ sforzi futili. Il fatto che il co2 rappresenta solo lo 0.04% dell‘atmosfera e che l‘attività umana incida solo per il 3% di quello 0.04% mi lascia scettico sul fatto che siamo noi uno dei fattori principali dell‘attuale evoluzione, tutto qua. Credo che ci sia un cambiamento in atto, e noi siamo parte delle cause di esso, ma non so se il nostro contributo è cosi grande come ci sentiamo dire a 360 gradi da tutti i media. In ogni caso, se si può fare qualcosa senza stravolgere completamente la nostra società, ben venga.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Oh bene, una buona risposta positiva e sensata, l’uomo si sa adattare a tutto e questo è quanto, quindi questi catastrofisti che non romano più le.......!

Spartan555 11 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Peter Parker: esatto. E poi vorrei anche sapere perchè quando si tratta di fare sacrifici per il migliorare il mondo per tutti, coloro che sono sempre sotto pressione per attivarsi, siamo noi. Mentre per esempio il principale colpevole di emissioni varie, incluso il co2 è la Cina. A loro nessuno dice niente, va tutto bene lí.

Voilà 11 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Peter Parker, le grandi multinazionali del petrolio hanno invece l'interesse a negare il problema, e hanno i mezzi per diffondere disinformazione, anche tramite scienziati lautamente pagati/corrotti.

Spartan555 11 mesi fa su tio
NON da sempre, ma da quando sono registrate. Immensa differenza. Negli ultimi 500 milioni di anni, era di GRAN LUNGA piú il tempo che era PIÚ CALDO di adesso che freddo. A occhio e croce dai grafici diciamo circa il 70% del tempo. E non parliamo di temperature medie superiori di mezzo grado o un grado rispetto ad adesso: al momento di caldo maggiore si parla di 16-18 gradi in piú.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Èanche vero che se l’umanità sparisse all’istante il nostro mondo continuerebbe a riscaldarsi lo stesso. Siamo miliardi di persone, ognuno ha bisogno di tutto possibilmente senza rinunciare a niente e poi ci lamentiamo ancora? Popolo ipocrita, sempre a dare la colpa agli altri senza mai rinunciare a niente.

Frankeat 11 mesi fa su tio
Risposta a F/A-19
Perché dici che se l'umanità sparisse all'istante, il mondo continuerebbe a scaldarsi?

Spartan555 11 mesi fa su tio
Risposta a Frankeat
Perchè è quello che succede da sempre. Secondo fonti governative americane e dallo Smithsonian Institute, stiamo rimbalzando dai minimi assoluti degli ultimi 500 milioni di anni. A climate punto gov trovi tutti i grafici che vuoi. Tio non permette di pubblicare un url, altrimenti te lo metterei qui.

Mat78 11 mesi fa su tio
È un gombloddo

Roggino 11 mesi fa su tio
Alla fine è stato anche il mese più popolato di sempre, come lo sarà ogni mese successivo per i prossimi decenni, ma di questo nessuno ne parla! 😤

correttezza 11 mesi fa su tio
ma per piacere!!!

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Allora…che significa dare un informazione così: La superficie degli oceani ha raggiunto una temperatura record di quasi 21 gradi? Perché se la temperatura degli oceani e’ aumentata in superficie di 0.1 gradi ogni decade dal 1900 circa, diciamo anche che la temperatura misurata a 1000 metri di profondità ha visto un incremento di 0.01 gradi, ogni decade…. Che poi si parla di temperatura media, quindi risultante da acque fredde e ghiacciate ed acque in zone temperate. Scrivere sotto il titolo che l’acqua degli oceani ha una temperature di 20 gradi e’ fuorviante e assolutamente non vero.

resiga 11 mesi fa su tio
Frottole inventate di sana pianta ! Andate a rileggere ciò che i giornalisti onesti e in gamba del tempo che fu pubblicavano all'inizio del secolo scorso !

Poraccio 11 mesi fa su tio
Risposta a resiga
E se lo dice resiga, noto ricercatore da divano, con licenza di 4a media e due bianchini in corpo, la stragrande maggiornaza dei climatologi può solo bruciare i risultati di decenni di ricerche e dati comprovati e inchinarsi di fronte a questo pozzo di conoscenze

Frankeat 11 mesi fa su tio
Risposta a resiga
Puoi fare i nomi di questi "giornalisti onesti e in gamba"?

Mat78 11 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
🤣👍🏻

Libero 11 mesi fa su tio
L’ho notato ieri passando il passo del san Gottardo che nevicava 😂

s1 11 mesi fa su tio
Molella martella, in quanto a tormentoni vamos a la playa é righeira.. Dilettanti

Marking 11 mesi fa su tio
😂

Frankeat 11 mesi fa su tio
3...2....1 intanto io preparo i popcorn
NOTIZIE PIÙ LETTE