Cerca e trova immobili

FRANCIA«Una mamma ha urlato "correte! C'è un uomo che pugnala tutti"»

08.06.23 - 22:05
Anthony Le Tallec si trovava a bordo lago quando ha visto decine di persone correre nella sua direzione
keystone-sda.ch / STF (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
«Una mamma ha urlato "correte! C'è un uomo che pugnala tutti"»
Anthony Le Tallec si trovava a bordo lago quando ha visto decine di persone correre nella sua direzione

ANNECY - «È folle che accada una cosa del genere ad Annecy». Un ex calciatore ha assistito alla terribile aggressione avvenuta questa mattina sul bordo del lago dell'omonima cittadina. Un uomo, armato di un coltello, si è lanciato, intorno alle 9:45 contro la folla, pugnalando numerose persone, tra cui dei bambini in tenera età.

Anthony Le Tallec, che negli anni ha giocato nel Liverpool e che ha finito la sua carriera ad Annecy, stava correndo nel parco del Jardin de l'Europe quando ha visto numerose persone cominciare a correre in senso contrario a lui. In una serie di stories su Instagram, racconta quanto vissuto. «Mi sono chiesto cosa stesse succedendo. Una mamma ha urlato: "Correte, correte, c'è qualcuno che sta pugnalando tutti, sul lungolago. Ha pugnalato anche dei bambini, correte, correte!».

Incredulo, l'ex calciatore continua a correre nella stessa direzione, «e vedo, effettivamente, un uomo che viene verso di me. È sull'erba, i poliziotti sono a cinque o dieci metri da lui. Non riescono a prenderlo. Lui sta venendo verso di me, quindi mi sposto un po' e lo vedo che si lancia su una coppia di anziani. E attacca il signore. Lo pugnala una volta e i poliziotti ancora non riescono a prenderlo».

Allora Le Tallec urla «sparategli, uccidetelo, sta pugnalando tutti. Attacca ancora una volta, due volte e solo allora cominciano a sparare. Lo colpiscono e questa persone finisce a terra. Ma il signore era già ferito. Poi continuo a correre e vedo in lontananza dei bambini per terra. È folle che una cosa del genere accada ad Annecy».

Nell'attacco sono rimasti feriti in modo grave tre bambini e un uomo anziano. I piccoli si trovavano in un'area giochi. Il presunto aggressore è stato arrestato. Dalle prime indagini è emerso che si tratta di un uomo di fede cristiana che, quando ha colpito, ha urlato «In nome di Gesù Cristo».

Richiesta d'asilo respinta il 4 giugno - La Francia aveva respinto il 4 giugno scorso la richiesta di asilo politico di Abdalmasih Hanoun, il siriano che questa mattina ha accoltellato 6 persone, fra cui 4 bambini, in un parco giochi di Annecy. Lo rendono noto fonti vicine all'inchiesta. Intanto l'attentatore «si trova in uno stato di alterazione», hanno riferito fonti vicine agli inquirenti a BFM TV. A breve sarà visitato da uno psicologo. La premier Elisabeth Borne, aveva parlato nel primo pomeriggio di «mancanza di antecedenti noti di tipo psicologico» ma fonti dell'inchiesta fanno sapere che si indaga anche in direzione della possibile azione sotto l'effetto di droghe.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE