«Suprematismo, filonazismo e pedopornografia», tre giovani in manette

ITALIA«Suprematismo, filonazismo e pedopornografia», tre giovani in manette

30.11.22 - 09:02
Operazione antiterrorismo a Genova: «Incitamento a discriminazione e violenza per motivi razziali, etnici e religiosi»
Polizia di Stato (screenshot video)
«Suprematismo, filonazismo e pedopornografia», tre giovani in manette
Operazione antiterrorismo a Genova: «Incitamento a discriminazione e violenza per motivi razziali, etnici e religiosi»

GENOVA - «Incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici e religiosi, crimini di tipo terroristico e diffusione di materiale pedopornografico». Questi i capi di accusa rivolti a tre giovani di rispettivamente Torino, Lanciano e Sanremo, che dovranno rispondere davanti al Tribunale per i minorenni di Genova. 

La Direzione distrettuale antimafia ed antiterrorismo di Genova sta coordinando l’operazione. Gli agenti hanno eseguito tre misure cautelari (due in carcere e una ai domiciliari) nei confronti dei ragazzi accusati di far parte di un gruppo Telegram.

L’operazione di questa notte segue l’arresto di un giovane neonazista a Bari avvenuto il 27 ottobre scorso. Il ragazzo era stato accusato di «arruolamento con finalità di terrorismo internazionale e di propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa, che promuoveva il suprematismo bianco». Il suo arresto aveva riacceso l’attenzione mediatica sul problema dei gruppi neonazisti in Italia con affiliazione ai movimenti di estrema destra americani.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE