Immobili
Veicoli
Duplice omicidio dei miliardari Sherman, spunta il video di un sospetto

CANADADuplice omicidio dei miliardari Sherman, spunta il video di un sospetto

15.12.21 - 09:04
Quattro anni dopo, il mistero degli strangolamenti non è ancora stato risolto: ma c'è ora ufficialmente un sospettato
Toronto Police Service
Duplice omicidio dei miliardari Sherman, spunta il video di un sospetto
Quattro anni dopo, il mistero degli strangolamenti non è ancora stato risolto: ma c'è ora ufficialmente un sospettato
«La nostra speranza è che qualcuno riconosca la camminata», ha dichiarato la polizia di Toronto

TORONTO - Il 15 dicembre del 2017, i due miliardari statunitensi Barry e Honey Sherman sono stati trovati morti strangolati nella loro residenza di lusso di Toronto.

Da allora, la squadra investigativa che si occupa del caso ha valutato ogni possibile opzione, dall'omicidio-suicido al duplice omicidio. Ed è quest'ultima opzione quella che i detective hanno deciso di seguire in base alle prove, annunciando nel gennaio del 2018 che la coppia era stata vittima di un duplice omicidio, seppur non siano mai stati trovati segni di effrazione nei punti di accesso alla casa.

Il Dipartimento di polizia di Toronto ha ora reso pubblico un breve filmato di un individuo che cammina vicino alla casa degli Sherman, la notte in cui sono stati uccisi. Si tratta dell'unica persona apparsa nei filmati del quartiere che gli agenti non sono ancora stati in grado di identificare.

«L'individuo è entrato in una zona ben definita intorno alla proprietà Sherman» proprio la sera del 13 dicembre (la notte in cui - secondo le indagini - hanno avuto luogo gli omicidi), ha dichiarato ieri il sergente Brandon Price, che ha spiegato che l'uomo è ufficialmente un sospetto, e che ha chiesto aiuto alla popolazione, a chiunque potesse riconoscere l'uomo. Una missione ardua, in quanto non sono chiari nemmeno il sesso, l'età, il peso, o il colore della pelle dell'individuo.

Alla domanda dei giornalisti sul perché sia un sospetto, Price ha risposto che le indagini «non hanno permesso di trovare alcun motivo» per cui quella persona debba essersi recata lì quella sera, aggiungendo che le azioni dell'uomo nei video appaiono «molto sospette».

Dall'omicidio degli Sherman, la polizia ha condotto circa 250 interviste a testimoni, ha ricevuto 1'255 segnalazioni dalla popolazione e ha ottenuto 41 mandati di perquisizione. La famiglia delle vittime ha però sempre criticato la gestione delle indagini, e nel 2018 ha offerto una ricompensa di 10 milioni di dollari canadesi (7,2 milioni di franchi svizzeri) per qualsiasi informazione utile che possa portare all'arresto e al perseguimento di un sospetto. Ieri, la polizia ha chiarito che la ricompensa degli Sherman è ancora a disposizione.

«La nostra speranza è che qualcuno si faccia avanti con un nome riconoscendo la camminata dell'individuo, il modo in cui alza il piede destro ad ogni passo, sapendo che la persona era o è collegata alla famiglia Sherman o che era in quella zona in quel giorno e in quel momento» ha infine concluso Price. 

COMMENTI
 
gmogi 8 mesi fa su tio
E se uno vuole farsi una passeggiata sotto la neve?
francox 8 mesi fa su tio
e se uno fa finta di zoppicare? :-)
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO